Categories
Uncategorized

1 | Pagina

TheMummichogblog è un partecipante al Amazon Services LLC Associates programma, un programma di affiliazione pubblicitario progettato per fornire un mezzo per siti per guadagnare tariffe pubblicitarie con la pubblicità e il link al amazon.com. Amazon, il logo di Amazon, AmazonSupply, e il logo AmazonSupply sono marchi di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.

1 | Pagina
GRUPPO DI LAVORO sull’accesso ai servizi
© UNICEF / UNI322632 / Hasen
Migliorare l’accesso ai servizi per i Migranti in
Contesto della COVID-19 preparazione, Prevenzione,
e di risposta e oltre
PANORAMICA
La Rete delle Nazioni Unite sulla migrazione è impegnata a sostenere tutti i partner alla ricerca del
attuazione del Global Compact per sicuro, ordinato e regolare le migrazioni, riconoscendo che questo
cornice cooperativa fornisce uno strumento indispensabile per garantire inclusive, risposte collettive alle COVID19 e il suo impatto.
A tal fine, questo briefing è parte di una serie dal Network guardando diversi aspetti della COVID-19
pandemia e come si riferiscono ai migranti e le loro comunità. Il documento fornisce pratico
una guida agli Stati e alle altre parti interessate per una migliore comprensione comune della cassaforte e inclusiva
l’accesso ai servizi per i migranti. La breve fa il caso di maggiore accesso ai servizi per i migranti in
contesto di COVID-19 la preparazione, la prevenzione e la risposta – e oltre. Non vediamo l’ora di
feedback da tutti i partner, e per l’aggiornamento dei messaggi chiave proposte, considerazioni particolari, pratico
consigli e depositaria di strumenti di orientamento su base continuativa.
Questa Policy Brief è sviluppato dal tematica sul gruppo di lavoro sull’accesso ai servizi delle Nazioni Unite
Rete sulla migrazione sotto la co-leadership del WHO e UN-Habitat, con supporto e contributi
dai suoi membri, tra cui la FAO, ILO, OIM, OHCHR, UNAIDS, UNDP, UNFPA, UNICEF, UN Women,
La Caritas per conto di Iniziativa per i diritti del bambino, IFRC, PICUM, PSI e UCLG.
2 | Pagina
1. MESSAGGI CHIAVE
1.1.Vulnerability, rischio, e l’agenzia
I migranti non sono intrinsecamente più vulnerabili a, oa rischio di, contrarre malattie infettive. Essi
viso simile minacce per la salute per malattie coronavirus 2019 (COVID-19) come qualsiasi altro essere umano e
sono anche parte integrante di qualsiasi risposta di sanità pubblica efficace. Tuttavia, a causa della spesso dura
condizioni in cui si muovono, vivono e lavorano, i migranti possono avere vulnerabilità specifiche che portano
debita considerazione. Queste condizioni includono accesso inadeguato per la salute, l’alloggio, l’acqua, servizi igienico-sanitari
e altri servizi di base. l’accesso limitato alle informazioni a causa di barriere linguistiche e culturali, accoppiato
con la marginalizzazione delle comunità di migranti, metterli tra i più difficili da raggiungere
popolazioni quando le informazioni vengono diffuse.
1.2. L’esclusione e la minaccia per la salute pubblica
I migranti irregolari, in particolare, sono spesso esclusi dai programmi nazionali per la salute
schemi di promozione, prevenzione delle malattie, il trattamento e la cura, o di protezione sociale per facilitare il loro
l’accesso ai servizi sanitari e sociali. Questa esclusione fa diagnosi precoce, test, la diagnosi, il contatto
rintracciamento e ricerca di cure per COVID-19 difficile per migranti aumentando così il rischio di ulteriori spread.
Le epidemie tra i migranti in situazioni vulnerabili possono poi anche andare incontrollato, come molti
migranti irregolari temono il rischio di essere scoperti. Questo presenta un’ulteriore minaccia alla pubblica
Salute. Inoltre, disinformazione sulla diffusione di COVID-19 esacerba la xenofobia e
le discriminazioni che i migranti e gli sfollati già devono affrontare.
1.3. Il GCM e accesso sicuro ai servizi di base
• Nella recentemente adottato Global Compact per Safe, migrazione ordinata e regolare (GCM)
1
, Membro
Uniti si sono impegnati a garantire che tutti i migranti, indipendentemente dal loro stato di migrazione, possono esercitare
i loro diritti umani attraverso un accesso sicuro ai servizi di base (obiettivo 15) e altri obiettivi importanti.
2
Essi hanno inoltre impegnati a rafforzare i sistemi di erogazione dei servizi migranti-inclusive,
nonostante che i cittadini e gli immigrati regolari possono avere diritto a più servizio completo
disposizione, assicurando che ogni trattamento differenziale deve essere basata sul diritto, essere proporzionate e
perseguire uno scopo legittimo, in conformità con la legge sui diritti umani internazionali.
1 Global Compact per sicuro, ordinato e regolare le migrazioni, obiettivo 15:
www.un.org/en/ga/search/view_doc.asp?symbol=A/RES/73/195
2 Altri obiettivi del GCM che sono particolarmente rilevanti in questo contesto includono obj. 3: l’accesso alle informazioni, obj. 4: prova di
identità giuridica e adeguata documentazione; obj. 6: facilitare condizioni eque e di reclutamento etico e di salvaguardia che garantiscano
lavoro decente; obj. 7: indirizzo e ridurre le vulnerabilità nella migrazione; obj. 14: migliorare la protezione consolare, assistenza e
cooperazione per tutto il ciclo di migrazione; obj. 17: eliminare tutte le forme di discriminazione e di promuovere la pubblica basata sulle evidenze
discorso di plasmare la percezione della migrazione e obj. 21: cooperare per facilitare il ritorno e la riammissione sicuro e dignitoso, come
così come reintegrazione sostenibile.
3 | Pagina
• In linea con la recente pubblicazione Policy Guidance del Segretario generale sulle COVID-19 e su persone
Move, gli obiettivi del MCG e un quadro delle Nazioni Unite per l’immediato socio-economico
risposta a COVID-19, questa politica considerazioni Brevi presenta specifiche e le azioni consigliate
per gli Stati membri e le altre parti interessate sulla fornitura di accesso ai servizi per i migranti in
contesto COVID-19 preparazione, prevenzione e controllo, nonché mitigare la sua sociale e
impatti economici.
Bangladesh: © IOM / Mashrif Abdullah
Efficace COVID-19 di preparazione, prevenzione e risposta richiede un approccio migrante-inclusive
per quanto riguarda l’accesso ai servizi a livello nazionale e locale. Includendo i migranti in nazionale
piani, compresi i piani socio-economici di risposta, analisi di impatto, le politiche e le strategie, le lacune in materia di salute e
altre ingiustizie come l’accesso all’istruzione e alla informazione, formazione e lavoro dignitoso sarà diminuita,
rafforzamento sforzi verso il raggiungimento degli OSS. In linea con la copertura sanitaria universale (UHC)
principi, ciò richiederà un approccio esteso a tutta l’intera società e-di-governo, di lavoro in tutti i settori
e le parti interessate, tra cui l’immigrazione, la finanza, l’istruzione, il lavoro e altri ministeri, in tutta
livelli di governo. Questo sarà anche bisogno di essere all’interno e tra le autorità nazionali e locali, compresi i diritti civili
Le organizzazioni della società e leader della comunità, gli attori del settore privato, dei datori di lavoro e le organizzazioni dei lavoratori,
così come le istituzioni nazionali per i diritti umani. L’impegno dei migranti stessi come le principali parti interessate
nella comunità, sarà un elemento vitale per la sostenibilità dei piani nazionali. I piani e le politiche dovrebbero
essere basata sulle prove, per età e sesso-reattiva, facilitare l’accesso a prezzi accessibili e non discriminatorio
servizi e comprendono misure mirate che garantiscano misure di salvaguardia di diritti dei migranti e fondamentale
diritti sul lavoro.
4 | Pagina
2. CONSIDERAZIONI SPECIALI
In allineamento con principles3 guida del GCM
, Particolare attenzione deve essere data alle barriere di indirizzamento
che i migranti affrontano nell’accesso ai servizi nel contesto di COVID-19. Questo include in relazione a:
2.1.The diritto al godimento del miglior stato di benessere fisico e
cura della salute mentale 4
• Tutti gli Stati hanno l’obbligo di rispettare, proteggere e promuovere il diritto alla salute per tutte le persone,
compresi i migranti, nel loro territorio e siano sottoposti alla loro giurisdizione, senza alcuna discriminazione. Tutti
i migranti, indipendentemente dallo stato della migrazione hanno il diritto di accedere ai servizi di assistenza sanitaria, come i test,
diagnosi, la cura e il trattamento, il rinvio, e la vaccinazione COVID-19 non appena disponibile.
Questo comprende attività di promozione relative prevenzione e di salute per COVID-19, inclusi tutti
altre misure di preparazione come parte della risposta strategico nazionale. risposte nazionali dovrebbero
garantire l’accesso dei migranti ai servizi sanitari e la loro inclusione nella pianificazione della salute pubblica, le risposte,
e le comunicazioni, in tutte le fasi del ciclo di migrazione (partenza, di transito, di destinazione e ritorno)
– indipendentemente dal loro stato di migrazione. Inoltre, essi non devono essere capro espiatorio, stigmatizzate, o
altrimenti mirata con specifiche, misure discriminatorie o controllo dell’immigrazione volto a causa di
l’accesso ai servizi.
2.2.Non discriminazione e l’accesso equo ai servizi sanitari e medicali
forniture compresi i vaccini e
• COVID-19 preparazione, prevenzione e controllo devono essere esercitate attraverso non discriminatorie,
all’età, un’ampia legislazione in materia, nonché le politiche nazionali e locali a livello di disabilità e sensibile al genere
e le pratiche che sono comprensivi di migranti. Le condizioni di salute sperimentato da migranti, tra cui
quelli con COVID-19 infezioni, non dovrebbe essere usato come pretesto per imporre restrizioni arbitrarie,
stigmatizzazione, la detenzione, deportazione, e altre forme di pratiche discriminatorie. Questo può comportare
nella deterrenza dei migranti da cerca di servizi, controproducente per gli sforzi per prevenire ulteriori
trasmissione durante la pandemia. Si dovrebbe inoltre indirizzo pre-esistente, forme strutturali
la discriminazione contro i migranti che impongono barriere all’accesso e rischiare di essere esacerbato durante il
3 I principi guida sono: a) centro-gente, b) la cooperazione internazionale, c) la sovranità nazionale, d) Stato di diritto e grazie
processo, e) lo sviluppo sostenibile, f) i diritti umani, g) di genere reattivo h, bambino- reattivo; i) wholeof-società, j) e l’approccio wholeof governativa.
4 Il Patto internazionale relativo ai diritti economici, sociali e culturali (ICESCR, 1966) l’articolo 2.2 e l’articolo 12, riconosce il diritto
di ogni individuo a godere del miglior stato di salute fisica e mentale, senza discriminazioni di alcun tipo
di razza, di colore, di sesso, di lingua, di religione, di opinione politica o di altro genere, origine nazionale o sociale, di ricchezza, di nascita o di altra condizione. Questo
diritto alla salute è anche dichiarato nel preambolo della Costituzione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità. Vedi anche:
ICESCRICESCRICESCRICESCR, le funzioni dei membri nei confronti dei rifugiati e dei migranti in virtù del Patto internazionale sui diritti economici,
Sociali e culturali, il 13 marzo 2017, E / C.12 / 2017/1,
5 | Pagina
pandemia, comprese le sue intersezioni con le discriminazioni basate su altri fattori, come il sesso, la razza,
di classe, età e disabilità.
sistemi di servizio 2.3.People centrato e la continuità delle cure
I sistemi sanitari e altri servizi pubblici dovrebbero mirare a fornire culturalmente, linguisticamente e bambino-,
servizi di genere, di disabilità e l’età-reattiva COVID-19 che sono accessibili a tutti, tra cui
i migranti, indipendentemente dalla stato di migrazione. Alcuni migranti possono avere bisogno di una particolare attenzione e di servizio
disposizioni a causa delle condizioni di vita precarie e. Le persone con condizioni di base
e / o disabilità, gli anziani, persone in situazione sessuale e di genere di violenza, abusi e
sfruttamento e altre forme di violenza basata sul genere richiedono protezioni particolari, anche durante, ma
non limitato alla risposta COVID-19. I bambini, compresi i bambini non accompagnati o separati, come
così come le persone in stato di detenzione o che sono potenzialmente vittime della tratta di persone hanno bisogno su misura
misure per affrontare la loro situazione unica. E ‘fondamentale per garantire che i migranti in vulnerabili
situazioni continuano ad avere accesso ai servizi essenziali, tra cui il COVID-19 una volta che il vaccino
diventa disponibile. Questo include la continuità dei trattamenti in corso, la salute materna e infantile
servizi, misure di protezione sociale e di salute mentale e sostegno psicosociale.
uguaglianza 2.4.Gender, e la prevenzione e la risposta alla basate su genere sessuale e
violenza
• Durante la COVID-19 pandemia, c’è già stato un forte aumento nei casi e rischi di
la violenza domestica (DV) / intimo partner di violenza (IPV) a causa di restrizioni al trasferimento. migranti
che viaggiano o che vivono in condizioni inadeguate o non sicure sono a elevato rischio di violenza basata sul genere
a causa delle tensioni generate dalla pandemia. Le donne migranti nei centri di detenzione di immigrazione
sono anche più esposti alla violenza di genere (GBV) soprattutto con bassi livelli di personale per servire
come deterrentsfor potenziali abusanti. A de-prioritizzazione, la negazione e la sottrazione di servizi GBV (compresi
rifugi, servizi di assistenza sanitaria, settore della giustizia e della polizia) a causa della schiacciante esigenze del
COVID-19 la risposta, può avere un impatto negativo nel accesso già limitata a questi servizi di
donne vittime di migranti GBV. Inoltre, le donne migranti già devono affrontare molteplici e si intersecano
le forme di discriminazione e di disuguaglianza, le restrizioni di genere specifiche in politiche migratorie, insicuro
forme di lavoro, e le istanze di razzismo e xenofobia e considerazioni specifiche, pertanto bisogno.
Donne lavoratori migranti possono sperimentare la violenza e le molestie nel mondo del lavoro, che colpisce
la loro psicologica, la salute fisica e sessuale e la loro dignità, così come il lavoro dignitoso e la famiglia
e l’ambiente sociale.
2.5. sostegno e protezione Age-sensibili
• Particolare attenzione deve essere prestata ai rischi particolari che sono immigrati anziani e migranti con precondizioni, tra cui la discriminazione basata sull’età nell’accesso alle cure mediche e altre forme di sostegno. Su
6 | Pagina
D’altra parte, i bambini migranti e dei giovani, in particolare quando non accompagnati, i rischi specifici faccia
durante la crisi. Preparazione, prevenzione e risposta alle misure COVID-19 deve assicurare ai
rispettare sempre il principio dell’interesse superiore del bambino, compresi i bambini migranti, e prendere
in considerazione il punto di vista del bambino, in linea con le sue capacità evolutive. Questo include garantendo
l’accesso universale alla salute COVID-19 correlate e altri servizi essenziali tra cui la salute mentale e
Psicosociale di sostegno, e di altri servizi essenziali a tutti i migranti, compresi i migranti anziani e
bambini migranti indipendentemente dallo stato della migrazione.
2.6. Istruzione e formazione strategie per l’apprendimento continuo per tutti i migranti,
compresi i bambini
chiusure • Scuola possono aumentare le disuguaglianze e aggravano e vulnerabilità per i bambini immigrati.
modalità di apprendimento online – in particolare per i bambini e le famiglie che hanno meno familiarità con internet
misure di sicurezza – possono introdurre rischio nuove o maggiori di varie forme di sfruttamento in linea,
compreso lo sfruttamento sessuale. la scuola in linea potrebbe non essere accessibile ai bambini migranti o portare
un aumento dei vincoli a causa di barriere linguistiche. chiusura delle scuole prolungate aumentano il rischio di migranti
i bambini che abbandonano in quanto non possono tornare a scuola o hanno perso classi. Spesso vivono in povertà,
molti bambini migranti dipendono mense scolastiche e altri servizi forniti nelle scuole, che
potrebbe non essere facilmente accessibile durante gli stati di blocco. I migranti in lavoro precario o che
hanno perso il lavoro a causa della crisi COVID-19 richiedono servizi per l’impiego e la formazione professionale
per (re) inserimento nel mercato del lavoro. Le agenzie governative, in coordinamento con i datori di lavoro e
le organizzazioni dei lavoratori, fornitori di istruzione e formazione, e gli attori della società civile sono strumentali
garantire l’apprendimento e lo sviluppo delle competenze continuato per i lavoratori migranti, anche attraverso on-line
apprendimento, e la consegna della formazione tecnica e professionale e la formazione (TVET) e le competenze di formazione
servizio.
2.7. L’accesso a un alloggio adeguato, acqua e servizi igienici
Il COVID-19 pandemia colpisce le persone e le comunità che sono già in vulnerabili e
situazioni emarginate la più difficile. Molti migranti vivono in alloggi inadeguati, compresi quelli
insediamenti informali sovraffollati, campi o rifugi temporanei, con limitato o nessun accesso ai
acqua e servizi igienici, la gestione dei rifiuti, e l’accesso all’istruzione formale e l’assistenza sanitaria
strutture. Inoltre, essi soffrono di una ridotta possesso della terra sicura, in particolare quando
senza documenti, rendendoli più vulnerabili agli sgomberi forzati e senza fissa dimora. quando
residente in informale e affollato le condizioni di vita, i migranti spesso non hanno lo spazio per il fisico
distanze mettendoli a rischio elevato di contrarre COVID-19. Contenimento, in particolare nelle piccole e
abitazioni affollato in insediamenti informali, può anche aggravare il rischio di violenza domestica e
salute mentale sfida. Questo può anche essere aggravato dall’assenza o di interruzione di sociale e
7 | Pagina
reti di protezione dovuta alla migrazione, combinate con una maggiore stigmatizzazione dal locale
popolazioni e stress da redditi ridotti.
2.8. La parità di trattamento sul posto di lavoro
E ‘fondamentale che le norme internazionali del lavoro e dei diritti fondamentali siano rispettati, e che migrante
lavoratori ricevano, ambienti di lavoro sani e sicuri. E ‘fondamentale che equo e dignitoso
condizioni di lavoro, includere nella cura della salute e programmi di assicurazione sociale e diritti di base;
e che reclami efficaci meccanismi sono in atto per garantire un risarcimento quando i diritti del lavoro sono
violata. I lavoratori ei datori di lavoro hanno compiti importanti sul posto di lavoro in tempi di crisi, tra cui
COVID-19 focolai. I datori di lavoro dovrebbero essere flessibili e di esplorare diverse opzioni per il congedo e retribuzione
accordi e garantire che i contratti dei migranti includono gli stessi diritti e la protezione degli altri.
Le lavoratrici migranti sono in prima linea della risposta pandemica COVID-19, che lavorano in
posti di lavoro essenziali ma spesso scarsamente retribuiti e precari, come infermieri, ostetriche, detergenti domestici e
lavoratori lavanderia, ponendoli ad alto rischio di esposizione al coronavirus.
2.9. Protezione sociale e la mitigazione degli impatti socio-economici
• Misure di sanità pubblica possono avere un impatto economico diretto e indiretto delle famiglie finanziaria
sicurezza, che a sua volta può avere effetti negativi sulla salute, la cura-seeking e l’adesione. migranti e
le loro famiglie dovrebbero essere concesso l’accesso a misure nazionali di protezione sociale per mitigare sociale
e implicazioni economiche di COVID-19. Pandemia ha rivelato la vulnerabilità di
lavoratori migranti irregolari, tra cui i lavoratori domestici e di assistenza, ha coinvolto il settore informale
con accesso limitato alla protezione sociale. Molti hanno perso il lavoro o sono in grado di raggiungere il loro
luoghi di lavoro e in aggiunta potrebbero aver perso il loro reddito e non essere in grado di fornire un sostegno finanziario per
loro familiari, anche nei paesi di origine. Le restrizioni ai movimenti relativi COVID-19,
particolare per i migranti impegnati nei sistemi agroalimentari, settori produttivi potrebbe
interrompere le catene di approvvigionamento agricolo nei momenti critici della stagione. Ciò potrebbe a sua volta avere la
indesiderabile effetto a catena di pregiudicare prezzi disponibilità di cibo e di mercato mondiale, che sarà anche
impatto l’accesso al cibo per i migranti in situazione di vulnerabilità.
2.10. Whole-di-governo e l’intero-of-society approcci e di partenariato
Protezione sociale e la mitigazione degli impatti socio-economici
• preparazione, prevenzione e controllo delle COVID-19 focolai in popolazioni migranti e locali
dovrebbe essere considerato nel contesto della politica di governo più ampia e il coordinamento tra
nazionale, locale e altri livelli di governo e di settori quali la salute, l’igiene, l’occupazione,
immigrazione e la pianificazione urbana, migliorando la coerenza politica e una maggiore titolarità degli sforzi per
rispondere alla crisi. In linea con l’approccio suggerito per l’attuazione GCM, ci
dovrebbe anche essere ampia inclusione base di altre parti interessate compresi i migranti, la società civile e il
8 | Pagina
settore privato, così come le istituzioni nazionali per i diritti umani, le organizzazioni dei lavoratori e il commercio
sindacati, il mondo accademico e dei media nella risposta COVID-19. GCM in obiettivo 23, prevede
la solidarietà, la collaborazione e la cooperazione tra e all’interno dei paesi, delle Nazioni Unite (ONU)
sistema così come altre parti interessate, compresa la società civile e il settore privato. Tutti questi
elementi sono fondamentali per risposte armonizzate e coordinate al COVID-19 pandemica.
2.11. Coinvolgimento e responsabilizzazione delle autorità locali e di base attori
I governi locali sono in prima linea della risposta alla pandemia globale COVID-19 come in molti
casi, le autorità locali hanno la responsabilità di garantire la fornitura di servizi pubblici (sanità). Da un
inclusiva e punto di vista umano-centrico, garantiscono comunicazione fluida con l’tutti i residenti
e popolazioni migranti, in linea con le misure sanitarie e di mitigazione, e in coordinamento con tutte le
livelli di governo e tutti i soggetti interessati. Le autorità locali e sindaci svolgono un ruolo importante nel
riducendo la diffusione della pandemia, mantenendo le loro città funzionante e hanno trovato innovativo
Le soluzioni per includere i migranti in fornitura di servizi. attori radice Erba, capi tradizionali e religiosi,
insieme con i giovani, le donne e le organizzazioni di migranti in grado di mobilitare in modo efficace le loro comunità,
formare i volontari, e gli sforzi di sensibilizzazione piombo – soprattutto quando somministrato del sostegno necessario
e risorse. I governi locali devono assicurare che le comunità abbiano accesso a informazioni aggiornate regolarmente, evidence-based, inclusi quelli che potrebbero affrontare le barriere linguistiche, e la comunità
i leader hanno attrezzature e la connettività di impegnarsi con loro collegi elettorali.
2.12. La partecipazione e l’inclusione dei migranti in COVID-19 di risposta e di recupero
piani
I migranti dovrebbero essere coinvolti e impegnati nella progettazione della nazionale e subnazionale COVID-19
prontezza di risposta e piani, i processi decisionali e essere riconosciuto come co-sviluppatori, nonché
come fornitori di sanità e altri servizi essenziali e gli sforzi di prevenzione. Concentrandosi sul sociale
l’impatto e la risposta economica della pandemia, i paesi dovrebbero includere i migranti nella loro risposta
e strategie di recupero dagli impatti sociali ed economici della crisi COVID-19. migranti come
così come altri gruppi in situazioni di necessità vulnerabilità da inserire nei piani di risposta e di recupero
basandosi sulla loro immensa capacità di auto-organizzarsi, identificare le loro esigenze e soluzioni innovative su misura lowcost.
9 | Pagina
3. AZIONI RACCOMANDATE
In linea con i principi guida e gli obiettivi del MCG, e un quadro delle Nazioni Unite per l’immediato
risposta socio-economico a COVID-195
, E di assicurare i migranti hanno accesso a tutti i servizi di base e
misure di sostegno a prescindere dalla migrazione di stato, le azioni consigliate sono le seguenti:
3.1. Garantire accesso per tutti i servizi sanitari salvavita essenziali e la continuità
delle cure 6
un. National Review COVID-19 e / o di preparazione e risposta alle emergenze, piani nazionali e locali
la capacità, e il quadro giuridico e normativo requirementsfor fornire servizi sanitari per i migranti.
I migranti dovrebbero essere inclusi nella progettazione e realizzazione di COVID-19 programmi, nazionale
sistemi sanitari, le politiche e la pianificazione per garantire i servizi essenziali.
b. Identificare gli ospedali per ricevere COVID-19 pazienti, indipendentemente dal loro status di migrazione e prepararsi a
mobilize acuta aumento e la capacità di Terapia Intensiva Unit (ICU). Valutare e rivedere l’ospedale requisito
capacità di fornire cure a COVID-19 pazienti con presentazioni gravi o critiche a prescindere dalla loro
stato di migrazione, tra cui la valutazione e correggere eventuali potenziali ostacoli amministrativi che possono
Impedire migranti (in particolare immigrati senza documenti) di accedere cure ospedaliere. Dove
possibile, organizzare ed espandere i servizi all’interno delle comunità migranti per COVID-19 di risposta.
c. Stabilire meccanismi per monitorare l’epidemia tra e il sostegno ai migranti e il loro accesso alle
Servizi. Sviluppare un pacchetto di interventi su misura, specificamente mirati alle comunità di immigrati, a
facilitare gli sforzi di prevenzione e l’accesso sostegno da attivare in caso di necessità.
d. Migliorare la preparazione e la resilienza alle crisi di salute pubblica, e si adattano tutti i rischi si avvicinano a
priorità alla preparazione, la prevenzione e il controllo delle COVID-19 per i migranti e la loro
comunità. Chiarire e sviluppare una strategia di primo punto di contatto per eventuali COVID-19 casi:
telefono, online, indirizzi fisici, compresi i piani di espansione della capacità commisurate. Chiaramente
comunicare questo processo migranti in modo accessibile anche attraverso un sistema centralizzato
hotline, una piattaforma online, e in luoghi fisici.
e. Garantire un accesso equo ai servizi sanitari essenziali e scorte mediche, tra cui COVID-19
vaccini, una volta che questi sono disponibili, e la continuità delle cure per i migranti – a prescindere delle migrazioni
stato. C’è bisogno di prestare particolare a quelli con condizioni di base, prepararsi per un aumento del
5 Maggiori dettagli possono essere trovati da quadro delle Nazioni Unite per la risposta socio-economico immediato a COVID-19
6 Maggiori dettagli possono essere trovati da ‘‘orientamento intermedio di preparazione, prevenzione e controllo delle COVID-19 per rifugiati e
migranti in contesti non-campo’
10 | Pagina
la domanda di strutture sanitarie e il loro uso per garantire la fornitura di servizi essenziali e
continuità delle cure e rinvii per i migranti.
f. Mettere misure di tutela per garantire la non discriminazione, non stigmatizzato sanitaria transfrontaliera proiezione al
punti di entrata, nel rispetto della privacy e la dignità di tutte le persone, tra cui i migranti, indipendentemente dalla loro
per quanto riguarda lo stato della migrazione COVID-19. Fornire assistenza sanitaria, compresa l’assistenza sanitaria mentale e
sostegno psicosociale, e altri servizi essenziali nei centri di quarantena. Aumentare la capacità di
Personale di quarantena, se necessario.
g. Assicurarsi che i migranti privi di documenti possono cercare cure senza paura o rischio di espulsione o di immigrazione
controlli. Mettere in atto misure ( “firewall”) che le persone scudo che tentano di accedere a qualsiasi forma di
l’assistenza sanitaria dalla possibile trasferimento dei propri dati personali alle autorità di immigrazione, e il rischio
di fronte a misure esecutive altrimenti l’immigrazione come risultato di ricerca di cure.
h. Valutare e mitigare i potenziali ostacoli finanziari ai servizi di accesso dei migranti. recensione di salute
politica di copertura per garantire che nessun migrante, indipendentemente dallo stato, si trova di fronte barriere finanziarie visite sanitarie,
test diagnostici, trattamento (compresi i medicinali), la cura o il trasporto di emergenza e il COVID-19
il vaccino non appena disponibile. Rinunciare a tutti i diritti di utenza (co-pagamenti) per COVID-19- careseeking e trattamenti ad essa correlati. Copertura make regole esplicite e comunicare in modo chiaro per rassicurare
persone che possono essere preoccupati per la ricerca di cure a causa dei costi.
3.2 prevenire e aiutare le vittime di violenza sessuale e di genere (GBV)
un. Garantire che i superstiti di servizi di accesso violenza possono basati sul genere e il supporto, a prescindere dalla loro
stato della migrazione. Fornire risorse adeguate per le organizzazioni di supporto che danno assistenza diretta alle
superstiti della violenza di genere e garantire la disponibilità di servizi di supporto a prescindere
Status di Residenza. Stabilire protocolli chiari che i sopravvissuti proteggono con status di residenza insicuri (per esempio,
visti senza documenti o sul coniuge-dipendente) che si rivolgono alle forze dell’ordine per chiedere aiuto o per segnalare
abusare di affrontare le conseguenze in materia di immigrazione. Garantire la fornitura di servizi specializzati per
bambini.
b. Includere i migranti nella pianificazione e implementazione di servizi essenziali per GBV in COVID-19
preparazione e risposta. Dove può essere fatto in modo sicuro, incoraggiare il personale sanitario in modo proattivo make
informazioni sui servizi GBV / hotline disponibile presso tutte le strutture sanitarie operative, comprese quelle
fornendo COVID-19- connessi test / trattamento.
c. Assicurarsi che tutti gli operatori sanitari sono consapevoli dei rischi GBV e conseguenze per la salute e sono in grado di
vittime aiuto e sopravvissuti che rivelano offrendo fisiologica prima linea così come psicologico
sostegno e le cure mediche rilevanti. Assicurarsi che gli operatori sanitari sono addestrati sul GBV Pocket
Guida e fornire rappresentazioni visive fino a percorsi di riferimento data GBV per i migranti. Dove
ciò può essere fatto in modo sicuro, incoraggiare il personale sanitario per le informazioni in modo proattivo sul make GBV
11 | Pagina
servizi / hotline disponibili a tutte le strutture sanitarie operative, tra cui quelle che forniscono COVID-19-
test relativo / trattamento.
d. Assicurarsi che le strutture sanitarie operative sono sicuri, accessibili e accettabili, tenendo conto della
esigenze specifiche delle donne, gli uomini e le persone non conformi di genere (per esempio, attraverso l’individuazione di
barriere di accesso, rendendo strutture sicuro separate sono disponibili per le ragazze, donne, ragazzi e uomini, e
garantire la disponibilità dei fornitori di donne di assistenza sanitaria). Il lavoro con i lavoratori le donne in prima linea a
garantire strutture, le procedure e le forniture disponibili sono sensibili al genere, anche per mestruale
gestione dell’igiene e sistemazioni per le donne in gravidanza e l’allattamento.
e. Riconoscendo i ceppi che la risposta pandemica ha messo in esistente primario e sessuale e
servizi di salute riproduttiva (SRH) risorse di cura; adottare tutte le misure possibili per non risorse di deviazione
da SRH completa e / o per assicurare la continuazione della salvavita servizi in linea con la
“Pacchetto minimo iniziale di servizio” per SRH in crisi le impostazioni e di non convertire rifugi sicuri per
la violenza domestica in capacità aggiuntiva per COVID-19 risposta sanitaria.
3.3. Garantire l’accesso a informazioni accurate e tempestive, condurre rischio
comunicazioni e rafforzare la partecipazione della comunità e l’impegno
un. Sostenere misure per migliorare la comunicazione e l’indirizzo razzismo e la xenofobia, fornendo
, Informazioni accurate e tempestive ea misura di bambino evidence-based on-COVID 19 focolai e
impatti in comunità di immigrati e di accoglienza; Per fugare i timori e le idee sbagliate tra locali
popolazioni in materia di migranti e COVID-19 focolai.
b. la valutazione condotta delle percezioni di rischio, gruppi ad alto rischio, potenziale conflitto a causa della xenofobia,
barriere nell’accesso ai servizi sanitari, rischio di esclusione e abilitanti per la comunicazione del rischio efficace
tra le comunità migranti e locali.
c. Ove possibile, fornire le comunità di migranti, con l’accesso ai dati mobili, anche attraverso
partenariato con il settore privato, come società internazionali di telefonia mobile.
d. Fornire culturalmente e linguisticamente appropriarsi, accurate, tempestive e dell’informazione di facile impiego in
formati accessibili sui servizi sanitari disponibili per COVID-19 di cura. Fornire locale 24/7 COVID-19
linee telefoniche di assistenza, nonché le forme visive e di materiali didattici in materia di informazione, come
come le persone possono cercare di test, cura e trattamento potrebbero essere forniti. Mettere in atto meccanismi per
indirizzo di domande e reclami migrante-specifici. Comunicare con popolazioni migranti circa
firewall per la fiducia accumulo tra le comunità e li incoraggiano a accedere ai servizi disponibili, senza
paura.
e. Identificare e lavorare con i gruppi in grado di comunicare bene con i migranti. Impegnarsi con la comunità e
leader religiosi, locali e della diaspora reti / gruppi e organizzazioni non governative (ONG)
12 | Pagina
per facilitare le comunità di migranti in partecipazione nazionale COVID-19 la prevenzione e la risposta
sforzi.
f. Impegnarsi con i media, la salute pubblica e le reti di comunità migranti, enti locali,
organizzazioni, i sindacati dei lavoratori e le ONG per rafforzare la comunicazione e la comunità
partecipazione. Addestrare ed equipaggiare operatori sanitari di comunità per la sorveglianza di supporto ed eseguire
prevenzione delle infezioni e controllo, ricerca di contatti, visite a domicilio (compresa la consegna di cibo, ossigeno,
farmaci), la promozione della salute pubblica e dimostrazioni di igiene. Engage migranti e diaspora
salute e comunità basata su operatori sociali come fattori chiave per il rafforzamento dei sistemi sanitari,
fornire loro una formazione adeguata, il riconoscimento delle competenze, e le opportunità di certificazione.
3.4. Garantire l’accesso ai servizi di protezione dell’infanzia per i bambini migranti
un. Garantire servizi di protezione dell’infanzia sono inclusi come parte dei ‘servizi essenziali’, tra cui la prevenzione
e la risposta alla violenza, sfruttamento e abuso dei bambini.
b. Scale-up accessibili e la qualità della salute mentale e sostegno psicosociale per i bambini, gli adolescenti, e
operatori sanitari e fornire informazioni per i bambini migranti e genitori sullo sfruttamento on-line, e

suggerimenti generali per l’uso di internet sicuro per i bambini.
c. Lavorare con i fornitori di servizi di protezione del bambino di adattarsi proceduresto regolari consentono di servizio remoto
modalità disposizione, se sicuro, appropriato, e fattibile. fornitori di servizi di supporto per garantire una risposta
i servizi sono a misura di bambino migrante.
d. Capire chi può legalmente consenso al trattamento medico o altro per un bambino migrante quando il
badante del bambino non è disponibile (ad esempio a causa di quarantena, cure mediche, ecc) e di garantire
che qualsiasi accordo di assistenza alternativi per i bambini migranti, i cui operatori sanitari vengono messi in quarantena, malati o
defunto sono sicuri e sensibile alle esigenze specifiche dei bambini migranti.
e. Lavora con gli specialisti protezione dell’infanzia per integrare i messaggi di sensibilizzazione adeguate all’età su
COVID-19 rischi e rinvii in remote risorse di supporto psico-sociali che hanno come target psicosociale
operatori di sostegno, i bambini migranti, e / o ai loro assistenti. In contesti in cui basata su Internet
l’educazione è stato introdotto, il lavoro con gli specialisti di formazione per promuovere l’uso sicuro di Internet.
f. servizi di assistenza alternativi dovrebbero essere classificati come ‘servizi essenziali’ all’interno d’urgenza
framework di gestione e disponibile per tutti i bambini che ne hanno bisogno, indipendentemente dalla migrazione di stato,
in particolare per i bambini non accompagnati o separati rilasciate da oa rischio di immigrazione
detenzione.
13 | Pagina
3.5. apprendimento sostenuta sicuro per i bambini e gli adolescenti, tra cui il -job e
formazione qualificata
un. Fornire compreso strategie di apprendimento a distanza per i bambini migranti e dei loro genitori / tutori, uso
complementare high-tech e low-tech piattaforme di apprendimento per raggiungere gli studenti con accesso limitato ai
dispositivi e la connettività e istruzioni in lingue che possano capire. Gli sforzi dovrebbero essere fatti
a fornire le risorse per massimizzare l’apprendimento anche quando è impossibile seguire la scuola
curricula.
b. Avvocato con il governo e privati ​​datori di lavoro per la disposizione di lavoro flessibile per i genitori e
caregivers che possono avere accesso persa alla custodia dei bambini per consentire loro di continuare la cura e l’educazione dei
i loro figli. In luoghi dove le scuole riaprono, garantire approcci di apprendimento flessibili e processi
e protezioni contro lo stigma e l’abuso modo che i bambini migranti non sono scoraggiati dal tornare.
c. Mantenere i servizi critici che si svolgono all’interno delle scuole, come le selezioni di salute, rinvii e
programmi di alimentazione. Effettuare servizi di sostituzione a disposizione di tutti i bambini indipendentemente dallo stato e
informare le comunità migranti in modo tempestivo e accessibile.

--------------------------------------------------------------------------------------------------



I beni del ricco sono la sua roccaforte, come un'alta muraglia, a suo parere.


Subscribe By E-mail:

Enter your email address:

Delivered by FeedBurner



----------------------------------------------------------------------------------------------

d. Sviluppare piani di destinazione per sostenere i bambini migranti a iscrivere e catch-up quando si può tornare a
scuola, garantendo apprendimento flessibile si avvicina e processi e protezioni contro lo stigma e la
abuso. Considerate le campagne di back-to-school e trasferimenti di denaro a sostegno ri-iscriversi migrante
i bambini nell’apprendimento, che sono a rischio di abbandono definitivamente la scuola; fornire e flessibile
apprendimento avvicina compresi i corsi di catch-up e le opzioni di apprendimento accelerato. aumento disposizione
della salute mentale e dei servizi di sostegno psicosociale quell’indirizzo stigma e la discriminazione. Stabilire
procedure in caso studenti o personale sviluppano sintomi, al fine di garantire la sicurezza di tutti. salvaguardare la
identità degli studenti / personale per evitare la stigmatizzazione.
e. Impegnarsi con i partner per costruire le capacità necessarie per i migranti e le comunità di supporto nell’accesso ai
l’educazione, e di continuare il trasferimento di competenze, garantire l’accesso alla formazione linguistica, le competenze accelerato
programmi di formazione e di riconoscimento delle licenze / diplomi per i migranti in modo che possano supportare
la risposta COVID-19 ed eventuale recupero. Il lavoro con gli esperti di protezione bambino quando riguarda
sorgere nei dati di abbandono assenze ingiustificate / scolastici, di seguire con famiglie di migranti a offrire sostegno.
3.6. Garantire l’accesso all’alloggio e ripari adeguati
un. Supporto e avvocato per adeguate condizioni abitative per una vita dignitosa durante e al didel
COVID-19 crisi. Advocate per ridurre l’onere degli affitti e mutui, riducendo i rischi di forzata
sfratti (attraverso una maggiore sicurezza permanenza in carica) e fornire rifugio temporaneo per i senzatetto.
b. Offerta sicura, un riparo adeguato che permette allontanamento fisico per quelli senza fissa dimora o che vivono in grossolanamente
alloggio inadeguato. Consentire soggiorno prolungato in rifugi e ricevimenti centri e prendere in considerazione preventiva
trasferimento da luoghi sovraffollati a un alloggio sicuro. Per quanto possibile, isolare i malati dalla
più alto rischio.
14 | Pagina
c. Dove i lavoratori migranti o domestici sono alloggiati nel loro posto di lavoro o in alloggi forniti
dai loro datori di lavoro, in modo che i migranti possono restare ospitato gratuitamente o ad un prezzo accessibile
affitto. Se l’alloggio non può essere fornita dai loro datori di lavoro, fornire migrante colpita e
i lavoratori domestici con alloggio sicuro alternativa.
d. Rafforzare l’igiene della comunità, in particolare nelle mal serviti e gli insediamenti informali, campi, e
rifugi temporanei. Includere leader locali in iniziative, basati sul loro competenze dei locali
contesto e le esigenze.
e. Sostenere autorità e comunità locali gli sforzi per migliorare l’accesso al sicuro e pulito acqua, servizi igienici e
gestione dei rifiuti, e promuovere la buona misura di igiene che sono cruciali per la riduzione del contagio
COVID-19. Questo include la promozione del cambiamento comportamento attraverso la partecipazione e una maggiore
proprietà della comunità di iniziative.
f. Garantire e sostenere l’apprendimento attivo e la condivisione rapida di conoscenze ed esperienze da paese a
paese e città a città, come il mondo si muove da preparazione a contenimento di risposta a
recupero e includono lo sviluppo urbano sostenibile che la resilienza aumenta le città agli shock quando
“Ricostruire meglio”.
3.7. Garantire la continuità e la qualità dei servizi idrici, igienico-sanitari e di igiene (WASH)
un. Assicurare acqua potabile, servizi igienici di base e le buone pratiche igieniche sono disponibili per i migranti e locali
le comunità durante il transito o per coloro che vivono nei campi e nelle aree urbane underserviced. Espandere
la disponibilità e l’accesso ai servizi di lavaggio in luoghi dove i migranti vivono e ad altre critiche
luoghi, come i valichi di frontiera, autobus / stazioni ferroviarie o punti di transito chiave.
b. Garantire che i servizi come i servizi di gestione dei rifiuti e l’acqua sono migliorate o in modo continuo
previsto nei servizi informali per consentire misure di igiene, ma anche ridurre il focolaio o
trasmissione di altre malattie correlate igiene.
c. Includere informazioni igiene nei programmi (on-line) e attuare strategie di formazione per
ha continuato l’apprendimento per tutti i bambini – tra cui migranti e sfollati i bambini – e le scuole di make
sicuro, sano, e gli ambienti inclusivi.
d. Fare campagne di sensibilizzazione per la prevenzione delle infezioni e il controllo (IPC) e l’uso efficiente delle
acqua negli spazi domestici e pubblico compreso di migranti e disponibile in lingue che
capire.
e. Se impianti di lavaggio non sono facilmente disponibili, comunicare in modo chiaro e spesso (in lingue e formati
compreso da migranti, compresi i bambini) che evitare di toccare una bocca o gli occhi è un altro
modo da ridurre al minimo il rischio di infezione. Incorporare la salute mestruale e gestione dell’igiene in
COVID-19 piani di risposta, con particolare attenzione alla migranti e donne sfollate e le ragazze adolescenti.
15 | Pagina
3.8. Garantire i servizi essenziali alimenti e la nutrizione
un. Scalare il coordinamento del governo e le partnership sulla sicurezza alimentare. Adottare politiche e make
investimenti per sostenere la produzione agricola e mantenere filiere critiche, garantendo
la protezione dei più vulnerabili, compresi i migranti attraverso l’espansione delle reti di sicurezza e
inserire le misure di salute e sicurezza in tutti i settori. Migliorare la forte partnership tra
le istituzioni nazionali, agenzie delle Nazioni Unite, organizzazioni non governative, gruppi di agricoltori, le altre parti interessate, e
strutture di coordinamento, come la rete globale contro la crisi alimentare ed il sicurezza alimentare globale
Grappolo.
b. Preservare l’assistenza alimentare e il sostentamento umanitaria critica. Assicurarsi che continua critica
assistenza umanitaria ai gruppi migranti vulnerabili è atto, e se del caso, in scala ingrandita
in risposta alla corrente e potenziali COVID-19 impatto mediante:
• Fornitura di trasferimenti di denaro incondizionati e scalare fino programmi di cassa e la protezione
la disponibilità di cibo (ad esempio, attraverso la distribuzione di piccolo magazzino, la distribuzione di strumenti e semi per
piccola produzione agricola), soprattutto nei paesi colpiti fragili e di conflitto.
• Prevenzione di alimentare e nutrizionale insicurezza, garantendo i flussi liberi e prevedibili di
assistenza alimentare d’emergenza. Esenzione acquisti locali di cibo e di mezzi di produzione agricoli per
scopi umanitari alle limitazioni della movimentazione e stabilire efficiente e efficace
riserve alimentari umanitari.
produzione alimentare • Supporto nei campi e insediamenti di spostamento, e le comunità ospitanti.
c. Garantire la continuità della catena alimentare critico e il funzionamento dei sistemi agroalimentari.
Mantenere e sostenere il funzionamento continuo di mercati alimentari locali, catene di valore e agro-alimentare
sistemi che supportano i migranti. Questo include in corso e attraverso l’intensificazione del sostegno al cibo
trasformazione, trasporto, commercializzazione; produttori locali rafforzati i gruppi per mantenere la negoziazione
il potere e l’accesso ai mercati; e, avvocatura per corridoi commerciali di rimanere aperti il ​​più possibile
durante COVID-19 relative restrizioni di movimento.
d. Sviluppare le capacità di mappare i migranti vulnerabili e il loro accesso al cibo nutriente, unire il
la conoscenza di entrambe le comunità locali e migranti e le organizzazioni locali (ad esempio Slums Associazioni,
reti di migranti etc.) con informazioni innovativo e Communication Technologies (ICT) per
identificare il più nelle popolazioni bisogno e lo sviluppo di approcci che si basano su attività esistenti.
3.9. Scala e ampliare i sistemi di protezione sociale, resilienti e pro-poveri
un. Rafforzare ed espandere i sistemi di protezione sociale per tutte le popolazioni interessate compresi i migranti,
e le loro famiglie nelle aree di origine, per facilitare l’accesso ai servizi sanitari. Protezione sociale
operazioni devono essere adattati per assicurare che non si verifichino interruzioni nella fornitura di prestazioni di
migranti. Ciò sarà particolarmente impegnativo per l’erogazione di prestazioni in natura o servizi, come pure
in contanti.
16 | Pagina
b. Sostenere la creazione di piani nazionali di protezione sociale per garantire la sicurezza sociale di base
garantisce a tutti, compresi i migranti e le loro famiglie, e ad accordi di coordinamento adottivi
tra i paesi in materia di sicurezza sociale.
c. Ottimizzare la protezione sociale per mitigare l’impatto delle misure di sanità pubblica su famiglie finanziaria
sicurezza. Fornire una vasta gamma di misure di protezione sociale per garantire la sicurezza finanziaria, tra cui
diritti congedo per malattia, i bambini e di malattia per COVID-19- malattie correlate, auto-isolamento o
quarantena; la compensazione per le industrie fortemente colpite (ristorazione, il turismo, l’aviazione).
d. Garantire servizi di rimessa sono etichettati come i servizi essenziali e che le tasse sono ridotti. Garantire
migranti e figli di migranti, indipendentemente dalla stato sono inclusi nei pacchetti di stimolo economico,
piani di risposta e le misure di mitigazione.
e. Monitorare e mitigare gli effetti della chiusura delle frontiere, restrizioni di viaggio, e la politica sui cambiamenti
i membri dei migranti famiglie’e dei bambini lasciati alle spalle attraverso le protezioni sociali adattative.
3.10. Migliorare il lavoro dignitoso e rafforzare la protezione, la salute e la
le misure di sicurezza per i lavoratori migranti
un. Garantire il rispetto delle norme internazionali del lavoro in materia di salute e sicurezza sul lavoro, di lavoro
le condizioni, la non discriminazione, la sicurezza sociale e la tutela dell’occupazione per tutti i lavoratori, compresi
l’applicazione delle norme internazionali del lavoro specifico per workersi migrante
.
7
b. lavoratori Protect sul posto di lavoro, indipendentemente dalla stato di migrazione, rafforzando occupazionale
misure di sicurezza e di salute, adattando le modalità di lavoro (ad esempio il telelavoro), impedendo
discriminazione ed esclusione, fornendo parità di accesso ai servizi sanitari di qualità per tutti e in espansione
l’accesso alle ferie retribuite.
c. Mantenere i servizi sanitari adeguati per i lavoratori migranti, come lo svolgimento di test medici e per
garantire che i lavoratori migranti e le loro famiglie godono di adeguate cure mediche e una buona igiene
condizioni al momento della partenza, durante il viaggio e su arrival.8
d. Prendere misure efficaci a consentire ambiente di lavoro sano e sicuro anche da parte
rendere le informazioni a disposizione dei membri delle famiglie e dei lavoratori domestici su base volontaria
test medici, cure mediche, e le buone pratiche igienico-sanitarie, in coerenza con pubblico
salute initiatives.9 I datori di lavoro a fornire funzionali utilità di base quali acqua, servizi igienico-sanitari e la mano
impianto di lavaggio per tutti i lavoratori compresi i lavoratori migranti. Questi dovrebbero essere disponibili sia per
7 cioè la migrazione ILO Convenzione sui lavoratori (riveduta), 1949 (No. 97), e sui lavoratori migranti (complementare
Gli accantonamenti) Convention, 1975 (n ° 143)
8
ILO Standard e COVID-19. Principali disposizioni di norme internazionali del lavoro rilevanti per l’evoluzione COVID-19 focolaio, 23
marzo 2020
9
Convenzione ILO Domestic Workers 2011 (n ° 189)
17 | Pagina
alloggio individuale e comunitaria, con edifici dormitori separati riservati a
quarantena dei lavoratori con sospetta infezione e per i lavoratori risultati positivi, rispettivamente.
e. Garantire servizi di base ai lavoratori migranti che hanno perso il lavoro o sono costretti a tornare al loro
paesi di origine, compreso l’alloggio, cibo e beni non alimentari, medico, legale e psicologica
il supporto e le informazioni rilevanti sui rischi e le precauzioni. Sviluppo di piattaforme e applicazioni digitali
migliorare le opportunità per i lavoratori migranti ai servizi di supporto l’accesso durante la crisi, la quota di
esperienze o si collegano tra di loro, con le loro comunità, le famiglie e gli amici, con la dovuta
considerazione dei rischi e gli effetti negativi non intenzionali. Facilitare sostegno economico per i migranti che
hanno perso il lavoro o aiutarli a prepararsi per il rientro e il reinserimento nella casa markets.10 lavoro
f. Fornire consulenza, servizi di informazione e di sostegno per aiutare le vittime di violenza e molestie a
il mondo del lavoro per rientrare del lavoro market.11 Fornire formazione e sensibilizzazione alla
posto di lavoro per prevenire e affrontare la discriminazione e lo stigma sociale relative ai lavoratori migranti e
COVID-19.12
g. Fornire misure di promozione dell’occupazione, compresi servizi per l’impiego e la formazione professionale,
consentendo continuato l’apprendimento per i lavoratori migranti, anche tramite l’apprendimento on-line e la consegna di
TVET e formazione delle competenze dei servizi. Assicurare lo sviluppo delle competenze e il riconoscimento per i lavoratori migranti a
aiutarli a soddisfare le esigenze del mercato del lavoro e il reinserimento dei lavoratori in affidamento.
10 Policy Brief ILO, aprile 2020, Proteggere i lavoratori migranti durante il COVID-19 pandemia. Raccomandazioni per i responsabili politici
e costituenti.
11 OIL Violenza e molestie Convention, 2019 (n ° 190).
12 OIL, l’UNICEF, UNWOMEN, Politiche per famiglie e bambini e altre buone prassi sul posto di lavoro nel contesto della Covid-19.
18 | Pagina
azioni raccomandate per la salute dei lavoratori migranti
un. Fornire condizioni di lavoro sicure e dignitose, tra cui la remunerazione tutto il lavoro di cura. aumentare al massimo
la sicurezza del personale, compresa la salute mentale e sostegno psicosociale, sicurezza fisica, lo stress e la
monitoraggio sostanza, e periodi di riposo forzato. Assicurarsi che i lavoratori migranti di prima linea hanno
parità di accesso alle COVID-19 vaccino allo stesso livello dei lavoratori nazionali.
b. rilascio di autorizzazioni temporanee per gli operatori sanitari migranti licenza in altre giurisdizioni. Prendere in considerazione
accelerando licenza di laureati migranti medico e infermieristico. Una licenza per i pensionati migranti,
lavoratori disoccupati ma qualificati migranti e professionisti della salute, i residenti a lavorare in
COVID-19 di risposta. Identificare gli studenti dove migranti, affiliati universitari, comunità di migranti
i volontari possono svolgere compiti di supporto non sanitari.
c. Assicurarsi che gli operatori sanitari migranti sono compresi nel indennità di pratica per COVID-19 per
Operatori sanitari; e fa parte della politica in materia di infezione operatore sanitario, invalidità o morte; protocolli ReturnTo-lavoro, sostenere la formazione on-the-job.
d. Mantenere un approccio collaborativo con i lavoratori ei loro rappresentanti attraverso i social
il dialogo per promuovere condizioni di lavoro sicure, sane. Notifica ispettorati del lavoro e altre
agenzie competenti che COVID-19 potrebbe essere una malattia professionale per essere adeguatamente
compensata. operatori sanitari migranti hanno il diritto di rimuovere se stessi da non sicuri
condizioni di lavoro. Segnala abusi professionali di sicurezza e salute in una colpa-libera
ambiente.
19 | Pagina
4. RISORSE CORRELATE E RIFERIMENTI
Il sotto elenco comprende una guida COVID-19-specifico, nonché una guida più ampia in materia di accesso ai servizi:
• Global Compact per sicuro, ordinato e migrazione regolare
• Ampio elenco di risorse sulla pagina COVID-19 della rete delle Nazioni Unite in materia di migrazione
Un quadro delle Nazioni Unite per la risposta immediata socio-economico a COVID-19
• ‘orientamento intermedio di preparazione, la prevenzione e il controllo delle COVID-19 per i rifugiati e gli immigrati
in contesti non-campo’
• Guida intermedia sulla Scaling-up COVID-19 Outbreak in Readiness e operazioni di risposta a Camps
e Camp-come impostazioni (sviluppato congiuntamente da IFRC, OIM, l’UNHCR e l’OMS)
• CHI guida intermedia sulla preparazione, prevenzione e il controllo delle malattie Coronavirus (COVID-19)
per i Rifugiati e migranti in non-Camp Impostazioni
• IASC Guidance ‘Identificazione e attenuanti La violenza di genere rischi nell’ambito del Response COVID-19
La comunicazione del rischio e l’impegno della comunità prontezza (RCCE) e la risposta al 2019 romanzo
coronavirus (2019-nCoV)
• CHI Guida per gli Operatori Sanitari
• CHI Guida per le scuole, luoghi di lavoro e sviluppo istituzionale
• tutti WHO COVID-19 Technical Guidance
• OHCHR COVID-19 ed i diritti umani dei migranti: Guidance
• Global Migration Group, Principi e linee guida sulla protezione dei diritti umani dei migranti in
Situazioni a rischio (si veda in particolare Principi 12-16)
• salute mentale e psico-sociale di sostegno: Affrontare la salute mentale e psicosociali Aspetti
COVID19 Outbreak (sviluppato da Gruppo di Riferimento della IASC sulla salute mentale e psicosociale
Supporto) Istruzione: Messaggi chiave Mantenimento Scuole sicure durante le emergenze di sanità pubblica
(Risposta alle COVID-19)
• L’UNICEF punte rapide su COVID-19 e dei bambini in movimento
• Protezione per i bambini: L’Alleanza per la protezione dell’infanzia in Umanitaria nota azione tecnica per la
Protezione dei bambini Durante la COVID-19 Pandemic
• IOM COVID-19 istantanee analitici
Informazioni • multilingue on COVID-19
• ILO Proteggere i lavoratori migranti Durante la COVID-19 Pandemic
• ILO Standard e COVID-19 (Coronavirus)
• ILO, Guida dei datori di lavoro sulla Gestione del proprio posto di lavoro Durante COVID-19,
• ILO, UNICEF, UNWOMEN, Politiche per famiglie e bambini e altre buone pratiche di lavoro nel
Contesto della Covid-19: passaggi chiave datori di lavoro possono prendere raccomandazioni provvisorie,
Messaggi • UN-Habitat chiave su COVID-19 e insediamenti informali; e l’alloggiamento;
• UNICEF, la Banca Mondiale, il PAM, Quadro per riaprire le scuole
20 | Pagina
• sociale stigma associato con la malattia Coronavirus (COVID-19)
Cinque azioni di • dell’UNICEF per l’uguaglianza di genere nella risposta COVID-19
• Messaggi chiave Mantenimento Scuole sicuro durante le emergenze di sanità pubblica (Rispondendo a COVID-19)
• Interagency gruppo di coordinamento contro la tratta di persone, “COVID 19 pandemica e il suo impatto
per le vittime ei sopravvissuti del traffico di persone”
La Rete delle Nazioni Unite in materia di migrazione è stato istituito per garantire un efficace, tempestivo e coordinato
supporto a livello di sistema per gli Stati membri nella loro attuazione, follow-up e la revisione del Global Compact
per sicuro, ordinato e regolare le migrazioni.
Il gruppo di lavoro sull’accesso ai servizi è uno dei sei gruppi di lavoro tematici istituiti nell’ambito del
Network, incaricato di migliorare sicuro ed efficace l’accesso dei migranti ai servizi inclusi per migliorare la vita
dei migranti e delle loro comunità di accoglienza in modo tangibile. Il gruppo di lavoro è composto da
i rappresentanti delle agenzie delle Nazioni Unite, le organizzazioni della società civile, le organizzazioni sindacali e le reti per le città,
governi locali e regionali e gli esperti tecnici che operano in materia di accesso ai servizi in tutto il mondo. Il
stesura di questo documento ha beneficiato dalla loro esperienza ampia e diversificata.
Per contattare direttamente i co-conduttori OMS e UN-Habitat, si prega di e-mail:
• Santino Severoni, OMS ([email protected])
• Kanokporn Kaojaroen, OMS ([email protected])
• Stephanie allentato, UN-Habitat ([email protected])
io
Vale a dire OIL C97 e C143 ILO

migrationnetwork.un.org/sites/default/files/docs/final_network_wg_policy_brief_covid-19_and_access_to_services_0.pdf

Amazon e il logo di Amazon sono marchi di Amazon.com, Inc., o delle sue affiliate.