Categories
Uncategorized

Con legami in bilico, UE e la

TheMummichogblog è un partecipante al Amazon Services LLC Associates programma, un programma di affiliazione pubblicitario progettato per fornire un mezzo per siti per guadagnare tariffe pubblicitarie con la pubblicità e il link al amazon.com. Amazon, il logo di Amazon, AmazonSupply, e il logo AmazonSupply sono marchi di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.

--------------------------------------------------------------------------------------------------
Booking.com
In lui infatti viviamo, ci muoviamo ed esistiamo, come anche alcuni dei vostri poeti hanno detto: Poiché di lui stirpe noi siamo.
----------------------------------------------------------------------------------------------

Con legami in bilico, UE e la Cina tengono vertice teso

I leader cinesi e alti funzionari dell’Unione europea in possesso di un vertice di video Lunedi con le tensioni in aumento nel corso nuove tariffe rivolte le aziende cinesi e inquietudine europea assertività di Pechino sulla scena mondiale.

I capi delle istituzioni principali dell’UE discuteranno il coronavirus con il massimo dei leader cinesi, dopo Bruxelles fece infuriare Pechino dal accusandolo di una campagna di disinformazione intorno alla pandemia.

L’UE sarà rappresentata dal presidente del Consiglio europeo Charles Michel e la testa della Commissione europea Ursula von der Leyen.

Premier Li Keqiang sarà il principale rappresentante cinese e presidente Xi Jinping è previsto anche di fare una dichiarazione video.

Cina e l’UE sia dicono di voler rafforzare i legami, ma il rapporto è aggrovigliato in un cespuglio di disaccordi su argomenti che vanno dalle regole commerciali e di investimento per i diritti umani e la sicurezza nazionale.

l’ambasciatore di Pechino presso l’UE, ha detto la scorsa settimana che i colloqui di lunedì sono stati la possibilità di rendere i rapporti “più produttivi e sostanziali cogliendo le opportunità e affrontare le sfide”.

Ma bussò Bruxelles sui piani di regole più severe per le imprese straniere pesantemente sovvenzionati, che sarebbero particolarmente indirizzare le imprese cinesi, dicendo che l’UE non stava praticando l’apertura è predicato agli altri.

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha perseguito una guerra commerciale con la Cina lividi, e ha avvertito la scorsa settimana di “disaccoppiamento totale”, mentre suggerendo l’nuovo coronavirus è talvolta chiamato “Kung Flu”, in una strambata alla Cina.

L’Unione europea ha adottato un approccio più equilibrato, che caratterizzano la Cina come un “rivale sistemica” e concorrente, ma anche come partner su alcune questioni. responsabile della politica estera del blocco Josep Borrell ha sollecitato un approccio hard-headed.

A colloquio con il segretario di Stato Mike Pompeo scorsa settimana, Borrell ha proposto un dialogo con Washington volto a forgiare un transatlantico fronte comune contro Pechino – ma ha anche sottolineato che l’UE deve perseguire i propri interessi e non semplicemente piantare la linea americana .

– Diritti umani –
Il blocco ha cercato di sfidare la Cina sui diritti umani come il Tibet e Hong Kong, dove le capitali europee sono estremamente preoccupati nuova proposta di legge sulla sicurezza di Pechino.

Venerdì scorso, l’Unione europea ha chiesto il rilascio immediato di un avvocato dei diritti umani cinese in carcere per “incitamento alla sovversione del potere dello Stato” dopo aver scritto una lettera aperta che chiede riforme costituzionali.

Ma mentre tali chiamate sono di tanto in tanto irritato Pechino, non hanno nulla fatto per modificare la rotta della Cina e non si prevede di muoversi il Lunedi.

Cui Hongjian dell’Istituto cinese di studi internazionali ha detto che funzionari avrebbero difendere la loro posizione su Hong Kong e spiegare la necessità che la nuova legge – come ha fatto il ministro degli Esteri Wang Yi in recenti colloqui con le controparti europee.

gli sforzi dell’UE per resistere alle sempre più assertivo in Cina del presidente Xi sono stati ostacolati dalla mancanza di unità tra i suoi 27 Stati membri, molti dei quali sono stati corteggiato assiduamente dal gigante asiatico.

Una riunione dei ministri degli esteri dell’UE il mese scorso dedicata alla Cina ha evidenziato le lotte del blocco – Borrell ha espresso “grave preoccupazione” alla repressione della sicurezza di Pechino a Hong Kong, ma ha detto che le sanzioni erano tutti, ma fuori questione.

– Commercio e gli investimenti –
La Commissione europea, braccio esecutivo del blocco, ha annunciato piani per una nuova legislazione volti a garantire le imprese estere sostenute da sovvenzioni statali pesanti non distorcono la concorrenza in Europa.

C’è particolare preoccupazione per le imprese cinesi in picchiata a comprare aziende europee indebolite dalla recessione coronavirus-triggered.

In particolare mira portata globale della Cina, l’Unione europea il Lunedi scorsa settimana ha imposto una tariffa senza precedenti sui sussidi cinesi verso gli esportatori, ma non quelli in Cina stessa.

La misura ha coinvolto importazioni dell’UE dall’Egitto di tessuti in fibra di vetro che sono state fatte da società controllate da due aziende cinesi.

Questa è stata la prima volta che l’UE ha preso di mira sovvenzioni concesse da un paese agli esportatori situati in un altro stato.

Nel frattempo, i colloqui verso un accordo di investimento UE-Cina restano a un punto morto, nonostante un impegno congiunto per cercare di arrivare da qualche parte entro la fine dell’anno, durante la presidenza tedesca dell’UE.

https://timesofmalta.com/articles/view/with-ties-in-the-balance-eu-and-china-hold-tense-summit.800175?utm_source=tom&utm_campaign=newsletter&utm_medium=email&utm_content=2020-06-22

Amazon e il logo di Amazon sono marchi di Amazon.com, Inc., o delle sue affiliate.