Categories
Uncategorized

COVID-19 e l’industria automobilistica – la via da seguire13/06/2020

TheMummichogblog è un partecipante al Amazon Services LLC Associates programma, un programma di affiliazione pubblicitario progettato per fornire un mezzo per siti per guadagnare tariffe pubblicitarie con la pubblicità e il link al amazon.com. Amazon, il logo di Amazon, AmazonSupply, e il logo AmazonSupply sono marchi di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.

COVID-19 e l’industria automobilistica – la via da seguire

indici di mercato azionari hanno continuato a guadagnare terreno, potenziato dai guadagni in tutti i settori ciclici. Nei mercati azionari europei, i dati finanziari, industriali e settori beni di consumo discrezionali ha preso il comando nel corso del mese passato. Dal punto di vista industriale, l’industria automobilistica è riuscita a sovraperformare all’interno del proprio settore, registrando guadagni a due cifre negli ultimi quattro settimane. Il rimbalzo significativo ha sollevato automobilistiche da corsi azionari depressi. Anche così, l’industria torna in Europa ancora in piedi il 18 per cento al di sotto inizio anno i prezzi.

--------------------------------------------------------------------------------------------------



Ascolta, Israele: il Signore è il nostro Dio, il Signore è uno solo. Tu amerai il Signore tuo Dio con tutto il cuore, con tutta l'anima e con tutte le forze.

----------------------------------------------------------------------------------------------

Il COVID-19 pandemica ha aggiunto ulteriori pressioni fino automobilistiche, già contestate da due turbolenze del settore: il passaggio di elettrificazione e obiettivi di emissione di CO2. La sospensione temporanea delle linee di produzione interrotto il processo di approvvigionamento, mentre la chiusura di showroom e rivenditori influenzato negativamente le vendite complessive. Di conseguenza, il COVID-19 pandemica e le conseguenti lockdowns influenzato in modo significativo i risultati finanziari per il primo trimestre dell’anno.

Le vendite calo registrato in tutta automobilistiche specchi il colpo pandemia di tutta l’industria automobilistica in Europa. Nel mese di aprile, le vendite di veicoli in Europa, sono crollate del 77 per cento rispetto all’anno precedente. Inoltre, le nuove immatricolazioni di auto in Germania sono diminuite del 61 per cento rispetto a quelli registrati nel mese di aprile del 2019.

più grande fabbricante automobilistico in Europa, Volkswagen, ha registrato un calo del 23 per cento delle consegne nel primo trimestre del 2020. Le vendite del Gruppo Nel complesso sono diminuite del 8,3 per cento e gli utili operativi si decrementano di € 3 miliardi rispetto al precedente esercizio, a € 0,9 miliardi. Il deterioramento dei margini di profitto è attribuito principalmente ai minori volumi. Come risultato, il margine operativo di Volkswagen per il primo trimestre pari al 1,6 per cento, 6,5 punti base inferiore a quello del Q1 2019.

In termini di prospettive, case automobilistiche con un’esposizione in Cina si aspettano un recupero più rapido nella loro linea superiore, come segnali incoraggianti provenienti dalla Cina indicano una ripresa della domanda. Nel frattempo, la ripresa in Europa e negli Stati Uniti non ci si aspetta che si verifichi più veloce. Volkswagen aspetta il volume della domanda globale di veicoli nuovi sia compreso tra 15 per cento e 20 per cento più basso per il 2020, rispetto al precedente esercizio. Il secondo trimestre dovrebbe riflettere l’impatto di COVID-19, seguita da una graduale ripresa. In confronto, le linee guida di BMW sono stati più dettagliati, declassando il suo intero esercizio il margine EBIT automobilistica a zero per cento al tre per cento, rispetto al due per cento al quattro per cento gamma stimata prima domanda è stata limitata da restrizioni governative movimento mondiale.

Date le attuali deterioramento economico e di settore materiale venti contrari, l’impatto sulle automobili dovrebbe essere significativo nel breve periodo, seguita da un graduale miglioramento al 2020. Ciò nonostante, il punto chiave è non solo di sopravvivere alla crisi attuale della domanda, ma per le case automobilistiche di gestire non far deragliare sulla realizzazione della loro flotta di veicoli elettrici. Il momento in veicoli elettrici abbassa successivamente i livelli di CO2. Su questa base, questo rimane il catalizzatore industria globale e la sfida finale, che dovrebbe presto ritrovare la sua attenzione.

Mentre il COVID-19 ha portato gli investitori a chiedersi se UE obiettivi di emissione 2020 di CO2 sarà ritardata o rinviata, secondo il Consiglio internazionale sul trasporto pulito (ICCT), la quota di veicoli elettrici per produttori sono in media cinque per cento più elevato su un year-to-date base. Inoltre, se i livelli di emissione year-to-date sono sostenuti, la maggior parte delle case automobilistiche europee riusciranno a raggiungere i loro obiettivi.

stimolo del governo è destinato a svolgere un ruolo positivo all’interno di questo spazio. Lo schema di bonus acquirente recentemente annunciato in Germania, che si concentra principalmente su una riduzione temporanea dell’IVA, è un esempio calzante. Lo stimolo fiscale favorisce batteria veicoli elettrici su motori a combustione interna convenzionali, ed evidenzia ulteriormente la spinta verso l’elettrificazione.

Tuttavia, il deterioramento dei margini di profitto e alti rapporti capex corso degli ultimi anni hanno dimostrato che questo spostamento di elettrificazione è un vento contrario sostanziale alla redditività. Data la spesa in conto capitale significativo che è richiesta e l’entità della frammentazione dei fornitori, consolidamento e forze congiunte sono forse la via da seguire per un’industria automobilistica valida.

Disclaimer: Questo articolo è stato emesso da Rachel Meilak, CFA equità analista di Calamatta Cuschieri. Per ulteriori informazioni, visitare www.cc.com.mt. Le informazioni, vista e le opinioni contenute in questo articolo sono forniti unicamente a scopo educativo e informativo e non devono essere interpretati come un consiglio di investimento, consulenza in materia di investimenti o particolari decisioni di investimento o fiscale o consulenza legale.

timesofmalta.com/articles/view/covid-19-and-the-auto-industry-the-way-forward.797772?utm_source=tom&utm_campaign=newsletter&utm_medium=email&utm_content=2020-06-12

Amazon e il logo di Amazon sono marchi di Amazon.com, Inc., o delle sue affiliate.