Categories
Uncategorized

DOJ vuole Ampia Revisione di S

TheMummichogblog è un partecipante al Amazon Services LLC Associates programma, un programma di affiliazione pubblicitario progettato per fornire un mezzo per siti per guadagnare tariffe pubblicitarie con la pubblicità e il link al amazon.com. Amazon, il logo di Amazon, AmazonSupply, e il logo AmazonSupply sono marchi di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.

DOJ vuole Ampia Revisione di Scudo legale per Facebook, Google
Con Ben Brody e Chris Strohm
17 giugno 2020, 14:58 GMT + 2 Aggiornato il 17 giugno, 2020, 22:34 GMT + 2
Trump ha cercato di frenare Twitter, Facebook, Google come ostile
Sezione 230 sotto il fuoco dai repubblicani, democratici come giveaway
ASCOLTA ARTICOLO
05:19
Condividi questo articolo
Condividere
Tweet
Inviare
E-mail
Il Dipartimento di Giustizia il Mercoledì ha delineato una vasta revisione di protezioni legali per le piattaforme online, come di Alphabet Inc. Google e Facebook Inc. se promuovono deliberatamente discorso illegale sui loro siti web.

Le proposte, che potrebbero sconvolgere i modelli di business delle imprese, avrebbe anche l’effetto di limitare la loro discrezionalità di rimuovere i messaggi politici e togliere la protezione di responsabilità per le piattaforme criptati, come WhatsApp di FaceBook.

--------------------------------------------------------------------------------------------------



I beni del ricco sono la sua roccaforte, come un'alta muraglia, a suo parere.


Subscribe By E-mail:

Enter your email address:

Delivered by FeedBurner



----------------------------------------------------------------------------------------------

Le raccomandazioni per la legislazione seguono una faida tra il presidente Donald Trump e Twitter Inc., che il mese scorso ha schiaffeggiato fatto controlli su alcuni dei suoi tweet, spingendolo a emettere un ordine esecutivo volto a restringere lo scudo di responsabilità di cui godono le aziende social-media. Trump ei suoi sostenitori sostengono che stanno trattati ingiustamente quando le loro asserzioni sono sfidati o bloccati dalle piattaforme internet.

Le imprese godono di immunità da azioni legali sui contenuti che i loro utenti pubblicano ai sensi della sezione 230 del Communications Decency Act del 1996, una misura chiave che ha permesso aziende online di prosperare nei primi giorni di Internet. Ora la disposizione è diventato un bersaglio dei legislatori di entrambe le parti che si oppongono alla sua ampiezza e lo descrivono come un omaggio alle aziende di tecnologia.

Più da Elezione
2020
Michigan Pocketbooks sono stati colpiti da Covid-19: Aggiorna campagna
Obama, Biden Reunion Fundraiser raccoglie $ 4 Milioni So Far
Sguardi Trump di riorganizzarsi da Tulsa in Arizona, un nuovo campo di battaglia
Trump Rischi elettori spaventare GOP come Egli scaglia posta in Ballots
La proposta limiterebbe lo scudo quando piattaforme “volutamente promuovere, sollecitare, o facilitare il distacco del materiale che la piattaforma sapeva o aveva ragione di credere possa violare il diritto penale federale”, secondo una dichiarazione del Dipartimento di Giustizia. Ciò dovrebbe includere quando ricevono notifica da parte degli utenti o da terzi che il contenuto potrebbe essere illegale.

Le misure proposte sarebbe anche lasciare che le cause di file vittime nei casi di sfruttamento dei minori on-line, il terrorismo e stalking. Lo chiamano anche per rimuovere l’immunità del tutto se le imprese non in grado di identificare contenuti illegali e assistere nelle indagini esso. tech e libertà civili sostenitori hanno detto che avrebbe fatto male i servizi che la crittografia uso end-to-end, perché ricerca e il monitoraggio di tali contenuti sarebbe impossibile.

Durante l’espansione responsabilità delle piattaforme per i contenuti, sarebbe anche rimuovere la loro capacità di abbattere i contenuti ritenuti ‘discutibile’, che alcuni conservatori hanno detto permette loro di tacere le voci conservatrici.

Risposta del settore
alleati tech sbattuto rapporti della proposta il Mercoledì. Jon Berroya, presidente ad interim del gruppo commerciale Internet Association del settore, ha detto in un comunicato che la proposta del Dipartimento di Giustizia “renderà più difficile, non più facile, per le piattaforme online per le loro piattaforme di sicurezza.”

La minaccia di contenzioso per ogni decisione moderazione dei contenuti sarebbe ostacolare la capacità aziende associate IA per impostare e far rispettare le linee guida della comunità”, ha detto Berroya, il cui gruppo conta Twitter, Facebook e Google in qualità di membri.

Oltre alla protezione offerta responsabilità per i contenuti che le aziende lasciano sui loro siti, Sezione 230 consente anche alle aziende di rimuovere i contenuti o limitare la visibilità senza affrontare la responsabilità civile fintanto che agiscono “in buona fede”.

tech sostengono che lo scudo protegge la libertà di parola in linea incoraggiandoli a lasciare fino contenuti controversi, mentre anche permettendo loro di abbattere i post più discutibili – in sostanza permettendo piattaforme per far fiorire il contenuto senza ostacoli o alle forze di polizia con attenzione, come lo vedono in forma.

Le società hanno sostenuto nei confronti di quasi tutte le modifiche alla legge, dicendo che avrebbero sconvolto questo equilibrio e sia minacciare la libertà di parola e di innovazione da un lato o limitare la loro capacità di abbattere i contenuti discutibili, dall’altro. Hanno detto che la responsabilità dovrebbe collegare ad altoparlanti, condotti non elettronici, e dire che i loro modelli di core business sarebbero a rischio se sono costretti a faccia quello che potrebbe ammontare a miliardi di azioni legali.

“L’amministrazione Trump ha detto che abbiamo censurato troppi contenuti e dei Democratici e dei gruppi per i diritti civili stanno dicendo che non stiamo prendendo giù abbastanza,” ha dichiarato Facebook in un comunicato. “Sezione 230 ci permette di concentrarci su ciò che più conta: combattere i contenuti dannosi, proteggendo discorso politico.”

Gli eccessi peggiori
I legislatori di entrambe le parti e critici della legge dicono che sempre più spesso scuse peggiori eccessi delle piattaforme tecnologiche, con i liberali in generale sostenendo per più moderazione di disinformazione elezione e contenuti razzisti e conservatori nella speranza di cambiare la legge per incoraggiare le imprese a lasciare in più di destra voci. Le aziende negano le loro azioni sono polarizzati.

Entrambe le parti hanno anche sbattuto le aziende di tecnologia per quello che dicono è la loro incapacità di vendita di droga della polizia, l’abuso sessuale di minori online e gli altri mali, dicendo che è più conveniente per loro di ignorare i problemi. Essi hanno anche criticato la lingua che consente lo scudo negli accordi commerciali degli Stati Uniti.

Mentre la sezione 230 non ha alcuna incidenza sul rispetto del diritto penale contro le piattaforme stesse, è in gran parte in silenzio su come le aziende devono agire per quanto riguarda gli utenti che stanno infrangendo la legge. Le raccomandazioni per limitare le protezioni Sezione 230, quando le aziende volutamente facilitano o sollecitare contenuti di terze parti che viola la legge federale, per esempio, potrebbe chiarire che rapporto in un modo che si espande responsabilità e li espone a più cause legali delle piattaforme.

I tribunali hanno generalmente dovuto trovare che le piattaforme hanno contribuito materialmente a contenuti illegali prima di trattarli come responsabile di essa – come ad esempio un sito web che i messaggi modificati per introdurre o amplificare la diffamazione.

I siti web che sono stati istituiti per attirare attività illegale hanno beneficiato dello scudo, anche se nel 2018, un’ampia maggioranza bipartisan di legislatori ha approvato una legge di rimuovere le protezioni per le imprese che consapevolmente facilitano il traffico sessuale.

La proposta del Dipartimento di Giustizia mira inoltre a garantire la Sezione 230 non pregiudicherebbe l’applicazione civile federale, inclusi gran parte della legge antitrust e di tutela dei consumatori supervisionato dalla Federal Trade Commission degli Stati Uniti, anche se non cita esempi in cui la difesa è stato utilizzato con successo.

Con l’aiuto di Rebecca Kern

(Aggiornamenti a reazione dell’industria sottodi risposta del settore’ subheadline)

www.bloomberg.com/news/articles/2020-06-17/justice-to-propose-curbs-on-legal-protections-for-social-media

Amazon e il logo di Amazon sono marchi di Amazon.com, Inc., o delle sue affiliate.