Categories
Uncategorized

Gli ufficiali saga AFM – Tonio Borg13/06/2020

TheMummichogblog è un partecipante al Amazon Services LLC Associates programma, un programma di affiliazione pubblicitario progettato per fornire un mezzo per siti per guadagnare tariffe pubblicitarie con la pubblicità e il link al amazon.com. Amazon, il logo di Amazon, AmazonSupply, e il logo AmazonSupply sono marchi di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.

--------------------------------------------------------------------------------------------------
Booking.com
Abbiate i medesimi sentimenti gli uni verso gli altri; non aspirate a cose troppo alte, piegatevi invece a quelle umili. Non fatevi un'idea troppo alta di voi stessi.
----------------------------------------------------------------------------------------------

Gli ufficiali saga AFM – Tonio Borg
Il governo è stato ignorato il Mediatore per sette anni

La saga di sei ufficiali AFM che sono stati negati la promozione nel 2013 aleggia ancora nelle menti di coloro che pensano che questo Paese deve essere eseguito in modo equo e giustamente. Lasciate che i fatti parlano da soli.

Subito dopo le elezioni politiche 2013, un esercizio di promozione nel AFM è stata condotta. Sembra che i principali criteri adottati erano salto in lungo e salto in alto. ufficiali stagionati sono stati negati la promozione a colonnello.

Questo gruppo di ufficiali danneggiati di cui il loro caso al Mediatore parlamentare nominato dal parlamento sulla forza di una risoluzione sostenuta da due terzi maggioranza alla Camera.

Il governo ha rifiutato di cooperare con il Mediatore sostenendo che il suo mandato parlamentare non poteva svolgere qualsiasi indagine denunce contro l’AFM.

Tutte le autorità pubbliche, le amministrazioni locali e funzionari pubblici sono soggetti a poteri d’indagine del Mediatore. Il governo ha sostenuto che l’AFM non era. E ‘anche sostenuto che le questioni AFM sono stati pari a unreviewable “atti di stato”.

Il Mediatore, in un’azione senza precedenti, ha avviato un procedimento in tribunale nel 2015 contro il ministro quindi responsabile per le Forze Armate. Il governo ancora una volta si è dichiarato che le sue azioni alla AFM sono stati pari a “atti di stato” non rivedibile da un tribunale di diritto.

In un giudizio erudita nel mese di ottobre 2015, il giudice di primo grado presieduto dal giudice Lawrence Mintoff ha respinto questo argomento fallace. In un paese governato dallo stato di diritto, nessun ente pubblico era immune dal poteri di indagine del Mediatore.

Il governo ha persistito nel suo errore. Ha fatto appello alla Corte d’Appello che a ottobre 2016 di nuovo affermato il diritto del Mediatore di indagare l’esercizio 2013 di promozione AFM.

Dopo anni di contenzioso corte, il Mediatore ha vinto il diritto di intervenire. E così ha fatto. Ha consegnato un rapporto caustico nel mese di febbraio 2019, criticando l’esercizio di promozione e la difesa dei reclami degli ufficiali AFM.

Nella sua conclusione, il mediatore ha detto che il processo era mancata professionalità perché, tra le altre cose, la commissione giudicatrice non ha avuto membri con esperienza militare e comprendeva due persone di fiducia nominati dal governo. Nelle parole del Mediatore, il processo fungeva da schermo per le selezioni che dovevano essere fatte. Egli ha detto che in linea di massima, le persone di fiducia non dovrebbero essere membri di tali commissioni giudicatrici.

Il Mediatore non ha peli sulla lingua: “E ‘stato un processo su misura per ottenere un risultato prestabilito. Come tale impropriamente discriminato a favore dei candidati prescelti. E ‘anche in modo improprio discriminato i ricorrenti e in effetti nei confronti di tutti gli altri candidati risultati idonei nella misura in cui essi non sono stati autorizzati a competere su un, campo di parità di condizioni con i candidati prescelti “.

Mediatore Anthony Mifsud biasimato il ministro, che esprime sorpresa che il “ministero non sembra apprezzare il significato di selezionare i migliori ufficiali dell’esercito da un processo che è irreprensibile e veramente imparziale”.

In un paese normale teste avrebbero rotolato
– Tonio Borg
Incredibilmente, dopo aver perso in tre casi, il governo ha rifiutato di attuare la raccomandazione del Mediatore! Dopo sette anni di lotta per ottenere giustizia, gli ufficiali AFM discriminati sono stati affrontati con uno status quo.

Tutto era di rimanere così com’è. Così è stato irregolare esercizio di promozione del governo. Per aggiungere la beffa al danno, alla vigilia delle 2017 elezioni, un consiglio di amministrazione frettolosamente stabilito concesso 885 promozioni, alcune delle quali retrodatati da 20 anni per la metà l’intero esercito, mentre le raccomandazioni del mediatore ufficiale, che è nominato dal Parlamento, è stato ignorato!

In un Paese normale, teste avrebbero rotolato. In questo caso, l’unica cosa che è stata sepolta e sepolto era quest degli ufficiali per la giustizia.

È per questo che l’opposizione ha saggiamente presentato una proposta, una delle 20 presentato come una risposta alla relazione della Commissione di Venezia, che ogni anno, il parlamento discute un rapporto compilato dal Mediatore per quanto riguarda le raccomandazioni del suo ufficio che non sono state attuate dal governo. Il Parlamento avrebbe il diritto di testimoni convocare e funzionari pubblici per giustificare il loro rifiuto di attuare le raccomandazioni fatte dal Mediatore.

Questo renderebbe tutti responsabili in un forum pubblico. Qualsiasi persona che agisca a titolo ufficiale dovrebbe produrre motivi forti e credibili per giustificare la sua inazione nell’eseguire le raccomandazioni del difensore civico.

Allo stato attuale delle cose, la mancata attuazione di tali raccomandazioni è sepolto, nascosto e giustificato dai poteri forti con il pretesto che, dopo tutto, legalmente parlando, le raccomandazioni di qualsiasi mediatore in qualsiasi giurisdizione rimangono solo raccomandazioni e non sono giuridicamente vincolante.

Ci sono cose che un politico non dovrebbe fare, non perché sono illegali, ma perché sono politicamente scorretto. Ignorando le conclusioni del Mediatore in questo caso è uno di loro.

Ministro dell’Interno Byron Camilleri, che è responsabile per le Forze Armate, deve svegliarsi dal suo sonno, indagare su questo caso e far giustizia agli ufficiali AFM che hanno vinto il loro caso dinanzi al mediatore, ma hanno avuto la loro ricerca di giustizia cassata dalla Il governo di inerzia propositivo e persistenza nel non ammettere i suoi errori.

Un governo di ascolto (gvern li jisma’) davvero!

Tonio Borg è un ex commissario europeo.

https://timesofmalta.com/articles/view/the-afm-officers-saga-tonio-borg.798012?utm_source=tom&utm_campaign=newsletter&utm_medium=email&utm_content=2020-06-13

Amazon e il logo di Amazon sono marchi di Amazon.com, Inc., o delle sue affiliate.