Categories
Uncategorized

Google rapporto spam web: giro di vite sulle pratiche rinnegati che collega, contenuti generati automaticamente12/06/2020

TheMummichogblog è un partecipante al Amazon Services LLC Associates programma, un programma di affiliazione pubblicitario progettato per fornire un mezzo per siti per guadagnare tariffe pubblicitarie con la pubblicità e il link al amazon.com. Amazon, il logo di Amazon, AmazonSupply, e il logo AmazonSupply sono marchi di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.

Google rapporto spam web: giro di vite sulle pratiche rinnegati che collega, contenuti generati automaticamente
Più di 25 miliardi di pagine scopriamo ogni giorno sono spam,” l’azienda ha rivelato.
George Nguyen il 9 giugno 2020 16:11
DI PIÙ
Google scopre più di 25 miliardi di pagine di spam al giorno, in base alla sua relazione annuale di webspam pubblicato Martedì. La società ha inoltre pubblicato un post compagno perché è importante mantenere lo spam dai risultati di ricerca.

La definizione di spam. “Definiamo‘spam’come con tecniche che tentano di imitare [contenuti di alta qualità] segnali senza in realtà mantenere la promessa di contenuti di qualità elevata, o altre tattiche che potrebbero rivelarsi dannose per i ricercatori”, il post si legge.

--------------------------------------------------------------------------------------------------



E ora, figlioli, rimanete in lui, perché possiamo aver fiducia quando apparirà e non veniamo svergognati da lui alla sua venuta.

----------------------------------------------------------------------------------------------

Un elenco più completo dei comportamenti di spam può essere trovato su Istruzioni per i webmaster di Google.

Come Google blocca lo spam. Nella maggior parte dei casi, Google identifica automaticamente il comportamento di spam e assicura che quelle pagine non lo fanno rango bene nei risultati di ricerca.

L’azienda utilizza inoltre gli analisti umani per determinare se il contenuto o siti sono spam. Il processo di revisione umana porta spesso a sistemi automatizzati migliorate. “Non vediamo di capire come che lo spam ha passato i nostri sistemi e poi il lavoro per migliorare il rilevamento, in modo da prendere il caso particolare e rilevare molti altri casi simili nel complesso automaticamente”, il post si legge.

contenuti di spam è spesso degradato o rimosso completamente dai risultati della ricerca. Google può anche dare i proprietari del sito la possibilità di risolvere i problemi inviando loro azioni manuali tramite Google Search Console.

Punti salienti del rapporto webspam. Di seguito sono riportati alcuni dati che la società ha sottolineato nella sua relazione spam web:

Google dice che i suoi sforzi in modo che più del 99% delle visite dai suoi risultati portano ad esperienze spam-free.
link a pagamento e gli scambi di collegamento sono state fatte meno efficaci, con Google la cattura di oltre il 90% di spam link.
Nel 2018, ha ridotto spam generato dagli utenti (account di spam su forum, blog e altre piattaforme, come pure i messaggi che creano) del 80%; “Questo tipo di abuso non è cresciuta nel 2019”, ha detto la società.
L’impatto dei siti di spam (quelli che funzione di auto-generati o contenuti raschiato) sugli utenti di ricerca è stato ridotto di oltre il 60% rispetto al 2018.
Google ha ricevuto quasi 230.000 rapporti di ricerca di spam nel 2019 ed è stato in grado di agire sul 82% di essi.
La società ha generato oltre 90 milioni di messaggi per i proprietari dei siti sui problemi che possono influenzare l’aspetto del proprio sito nei risultati di ricerca, così come potenziali miglioramenti.
Approssimativamente sono stati inviati 4,3 milioni di messaggi relativo agli interventi manuali derivanti dalle linee guida per i webmaster violazioni.
Perché ci preoccupiamo. Lasciato incontrollato, spam danneggia l’intero ecosistema di ricerca, tra cui ricercatori e siti legittimi che appaiono nei risultati. Un’esperienza spam-free aumenta anche la probabilità che gli utenti continueranno a fare affidamento su Google e mantiene inserzionisti paganti per raggiungere quei segmenti di pubblico.

CIRCA L’AUTORE

George Nguyen
George Nguyen è editore associato al Third Door Media. Il suo background è in contenuti di marketing, del giornalismo, e la narrazione.

searchengineland.com/google-webspam-report-cracking-down-on-renegade-linking-practices-auto-generated-content-335762

Amazon e il logo di Amazon sono marchi di Amazon.com, Inc., o delle sue affiliate.