Categories
Uncategorized

Google Tag Manager Tutorial Parte 2: tracking scaricare Links – Aggiornamento 202013/06/2020

TheMummichogblog è un partecipante al Amazon Services LLC Associates programma, un programma di affiliazione pubblicitario progettato per fornire un mezzo per siti per guadagnare tariffe pubblicitarie con la pubblicità e il link al amazon.com. Amazon, il logo di Amazon, AmazonSupply, e il logo AmazonSupply sono marchi di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.

Google Tag Manager Tutorial Parte 2: tracking scaricare Links – Aggiornamento 2020

Nella parte 1 della nostra aggiornata di Google Tag Manager Tutorial, abbiamo coperto il tracking di uscita link (esterni). Se ve lo siete perso, si consiglia di iniziare da qui. In questa seconda parte, noi vi guiderà attraverso il processo di impostazione di monitoraggio per il download di file dal tuo sito web. Se si offrono risorse scaricabili come libri elettronici, PDF, o whitepaper allora probabilmente si desidera monitorare la frequenza con cui i visitatori scaricare questo contenuto. Monitoraggio download sul tuo sito web può aiutare a capire ciò che interessa i visitatori e vi aiutano a determinare quale tipo di contenuti che il pubblico vuole davvero.

--------------------------------------------------------------------------------------------------



Stà in silenzio davanti al Signore e spera in lui; non irritarti per chi ha successo, per l'uomo che trama insidie.


Subscribe By E-mail:

Enter your email address:

Delivered by FeedBurner



----------------------------------------------------------------------------------------------

Google Analytics non tiene traccia automaticamente questa attività ma Google Tag Manager (GTM) offre una soluzione semplice per il monitoraggio automatizzato download.

In questo tutorial, diamo per scontato che hai già un account Google Tag Manager, abbiamo creato un contenitore, e averlo installato sul tuo sito web. Si dovrebbe anche avere un account Google Analytics istituito per il tuo sito web e hanno collegato a GTM.

Impostare il monitoraggio link per il download seguendo le istruzioni riportate di seguito.

Fase 1: Attivare le variabili “Clicca Element” e “Click URL”
In Google Tag Manager, si dispone di una varietà di built-in variabili da scegliere, così come la possibilità di creare le proprie variabili personalizzate, se necessario. Per questa configurazione, si richiede il built-in variabili “Click Element” e “Click URL”. Se non avete usato queste variabili prima, allora dovete selezionare e consentire loro. Per fare ciò, passare a “Variabili”, e nella sezione “Built-In Variabili” cliccare su “Configura”. Scorrere fino alle varie Click-variabili e impostare un segno di spunta per “Clicca Element” e “Click URL”.

GTM abilitazione variabili click
Fase 2: Creazione di una variabile personalizzata JavaScript
Questa variabile definita dall’utente è costituito da poche righe di JavaScript che rimuovono l’estensione del file al largo della fine di un collegamento in modo che si può facilmente dividere i download dal tipo di file in Google Analytics.

Per impostare questa funzione, andare a “Variabili” nell’interfaccia utente di Google Tag Manager, e scorrere verso il basso per “Variabili definite dall’utente” e fare clic su “Nuovo”. Dal selettore variabile, scegliere “Custom JavaScript” come modello variabile.

Impostare la configurazione variabile:

Sostituire “Variabile Untitled” con un nome descrittivo come “JS – Tipo di file”.
Copiare e incollare il seguente codice nella casella di input “Custom JavaScript” e fare clic su “Salva”.
funzione() {
var filepath = {{Clicca Element}} pathname.split ( “/”).;
var nome = filepath.pop ();
var filetype;
if (filename.indexOf ()> “” – 1) {
filetype = filename.substr (filename.indexOf () + 1 “”);
filetype = filetype.toUpperCase ();
tornare filetype;
}
}

La variabile dovrebbe essere simile a questo:

GTM JavaScript personalizzato Variabile
Passaggio 3: Creare il “Just Link” Trigger
Questo trigger determina se un click su un link è un file di download. Esso fornisce un lungo elenco di estensioni di file, e se un URL link contiene uno di loro, allora la regola spara il grilletto e il tag entra in azione. Opzionalmente, è possibile personalizzare queste estensioni di file da includere solo quelli che vi interessano, o aggiungere altri quelli specifici per il tipo di download offerti sul tuo sito.

Per impostare il trigger per i clic link di download, attenersi alla seguente procedura:

Passare a “Trigger” nella barra laterale sinistra e crearne uno nuovo.
Fornire un nome descrittivo come “Link Lettori – Downloads”.
Scegli Tipo di trigger: “Click – Just Link”
Per la condizione di trigger, impostarlo su “qualche legame Clic”> variabili:. “Fare clic URL”> “partite RegEx (ignora caso)”> “^ * \ (7z | aac | arco | arj | asf | ASX | avi | bin | csv | doc | exe | flv | gz | gzip | hqx | jar | js | mp (2 | 3 | 4 |? e g) | mov (es) |? msi | MSP | pdf | phps | ppt | QTM |? ra (m | r) |? mare | sedersi | tar | tgz | torrent | txt | wav | wma | wmv | WPD ​​| xls | xml | z | zip) $”
“Wait for Tag” e “controllo di convalida” Opzioni: “Wait for Tag” assicura che tutti i tag che il fuoco con questo trigger vengono eseguite prima prima di procedere con l’azione della manifestazione. Per il trigger “Just Link”, il file di download viene interrotto abbastanza a lungo per tutti i tag dipendenti per completare, dopo di che il download è ripreso. “Controllo di convalida” controlla se il clic è stato effettivamente valido. Questi possono essere impostate liberamente ma consigliamo lasciandoli incontrollato per questo trigger nella maggior parte delle situazioni.
Fai clic su “Salva”
Questo è ciò che la configurazione di innesco si presenta come:

Trigger Configuration GTM
Modificare l’elenco di “|” estensioni di file separati nelle condizioni di incendio se desideri solo per monitorare alcuni tipi di download.

Fase 4: Creare il Download Clicca Event Tag
Questo tag utilizzerà il variabile personalizzato JS e il grilletto è stato creato. Questo registrerà clic sui link che hanno le estensioni dei file che verranno impostati nel trigger in Google Analytics.

Creare seguendo questi passaggi:

Vai a> “Tag”> “Nuovo” per creare un nuovo tag
Il nome “GA – Event – Downloads”
Per la configurazione del tag, scegliere “Google Analytics: Universal Analytics” come tipo di tag.
Tipo di brano: “Eventi”
Immettere le seguenti impostazioni come mostrato:

Configurazione Tag GTM Tutorial
Nella sezione seguente “Attivazione” aggiungere il trigger pre-configurato dal punto 3.

Il download Eventi a cui questo tag tracce appariranno nella Eventi report (sezione “Comportamento”) in Google Analytics con la categoria “Downloads”. L’azione evento apparirà come il tipo di file (PDF, DOC, ecc), e l’etichetta mostrerà l’URL del link per il download.

Fase 5: salvare una versione, di prova, e pubblica
Il tag appena creata non inizierà a lavorare fino a quando si pubblica, ma, in primo luogo, si dovrebbe verificare accuratamente che funzioni come previsto. Dopo aver salvato il tag, attivare la modalità di anteprima (clicca su “Anteprima” nell’angolo in alto a destra), vai al tuo sito web, e aggiornare la pagina.

Assicurati di coprire questi scenari di test per il monitoraggio link per il download:

Fare clic su un link per il download: il tag GA “GA – Event – download” must fuoco.
Fare clic su qualsiasi altro collegamento, ad esempio, profilo social media: il tag non deve sparare.
L’analisi in tempo reale Event Report di Google dovrebbe visualizzare i vostri colpi di eventi se tutto funziona correttamente. Leggi il nostro post sul blog di Google Tag Manager Problemi Testing e come correggerli se si esegue in eventuali problemi.

Se tutti i test avranno successo, allora è possibile fare clic sul pulsante “Invia” in GTM. Dare questa versione pubblicata un nome come “Link per il download evento aggiunto” e fare clic su “Pubblica”.

Prossimo tutorial Coming Up
In questa seconda parte della nostra guida, abbiamo spiegato come si può facilmente configurare automatizzato di monitoraggio link per il download, con l’aiuto del JavaScript personalizzati e variabili integrate in Google Tag Manager.

Ora che avete usato alcune delle funzionalità in GTM, siete spera pronto a saltare in più scenari di monitoraggio complesse. Parte 3 di questo tutorial sarà immergersi più in profondità le possibilità dello strumento di gestione dei tag. Restate sintonizzati per il nostro prossimo aggiornamento!

Google Tag Manager Tutorial Part 2: Tracking Download Links – Update 2020

Amazon e il logo di Amazon sono marchi di Amazon.com, Inc., o delle sue affiliate.