Categories
Uncategorized

Guarda: Waterpolo mondo in lutto come superstar Benedek muore all’età di 47

TheMummichogblog è un partecipante al Amazon Services LLC Associates programma, un programma di affiliazione pubblicitario progettato per fornire un mezzo per siti per guadagnare tariffe pubblicitarie con la pubblicità e il link al amazon.com. Amazon, il logo di Amazon, AmazonSupply, e il logo AmazonSupply sono marchi di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.

--------------------------------------------------------------------------------------------------
Booking.com
Che diremo dunque? Continuiamo a restare nel peccato perché abbondi la grazia? E' assurdo! Noi che gia siamo morti al peccato, come potremo ancora vivere nel peccato?
----------------------------------------------------------------------------------------------

Guarda: Waterpolo mondo in lutto come superstar Benedek muore all’età di 47
Sliema coraggioso e allenatore Malta Karl Izzo omaggio a stella ungherese

Il mondo pallanuoto il Giovedi svegliato per la notizia sconvolgente della morte di stella ungherese Tibor Benedek all’età di 47 anni, a causa di una grave malattia.

Benedek è considerato come uno dei migliori giocatori di pallanuoto di tutti i tempi dopo aver raccolto numerosi riconoscimenti sia a livello di club e internazionale.

La star ha avuto anche un forte legame con Malta nel 2006 ha trascorso una stagione a giocare con Sliema ASC.

L’ala potente vantava il record unico di aver vinto una medaglia d’oro in tre diversi giochi olimpici per l’Ungheria, vale a dire a Sydney 2000, Atene 2004 e Pechino 2008.Added a che ha vinto la medaglia d’oro ai Campionati del Mondo nel 2003 e il Campionato Europeo nel 1997.

A livello di club ha vinto alla Eurolega cinque volte, di cui quattro con la Pro Recco nel 2007, 2008, 2010 e 2012 e con Ute in 1994.

Benedek a Malta
Durante il suo anno a Malta aveva fatto un sacco di amici, in particolare con Sliema ASC coraggioso John Soler con il quale è rimasto in stretto contatto.

“Tibor Benedek era un mio grande amico”, ha detto Soler The Times of Malta.

“Rimasi in stretto contatto con lui e se non fosse stato per COVID-19 avrebbe visitato Malta di nuovo questa estate.

“Purtroppo negli ultimi due anni era in lotta grave malattia e ha fatto solo conoscere agli altri negli ultimi sei mesi in cui era difficile per lui da nascondere più. Ma che vi mostra quello che un grande combattente che è stato.”

Soler ha detto che per lui Benedek è stato il numero uno giocatore di pallanuoto di tutti i tempi, in particolare sulla parte posteriore dei suoi successi.

“Ha vinto una medaglia d’oro in tre Olimpiadi consecutive, cosa che nessun atleta in qualsiasi disciplina gestito”, ha detto Soler.

“A livello di club ha vinto tutto quello che uno possa puntare e ha continuato a essere coinvolto nel gioco a un livello elevato fino all’età di 42 anni di età.”

Soler dice che prima di tutto, Benedek era una persona esemplare.

“Dopo le Olimpiadi del 2004 ha deciso di prendersi una pausa di un anno dalla nazionale ungherese”, ha detto Soler.

“Tibor ha vinto la medaglia d’oro in tre Olimpiadi consecutive, cosa che nessun atleta in qualsiasi disciplina mai riuscito”
– John Soler
“Il nostro club (Sliema) aveva buoni collegamenti in Ungheria e quando siamo stati informati che Tibor non aveva intenzione di andare con la nazionale, abbiamo rapidamente avvolto un accordo per portarlo verso Malta.

“Potremmo non abbiamo vinto lo scudetto quell’anno, ma ha dato un contributo molto più grande al nostro club. Tibor era un modello per tutti i giocatori, giovani e affermati.

“La sua routine di warm-up è stato molto professionale e lui era una persona a tutti sembrava fino a.

Izzo omaggio
“Questa mattina ho visto diversi messaggi da grandi giocatori di pallanuoto da paesi rivali tale Serbia che ha detto che Tibor era il loro modello di ruolo e che parla il volume del grande rispetto che comandava.

“Senza dubbio, i ricordi di Tibor rimarrà con me per sempre.”

Karl Izzo, Malta pallanuoto allenatore della nazionale, anche reso omaggio a Benedek, descrivendolo come uno dei primi tre giocatori ad aver mai giocato il gioco.

“Sono davvero rattristato dalla notizia della scomparsa di Timor Benedek”, ha detto Izzo

“A mio parere, è stato senza dubbio uno dei primi tre giocatori ad aver mai giocato il gioco della pallanuoto.

“A parte un grande giocatore e un allenatore esemplare. Mi ricordo di lui bene a giocare sia per Pro Recco in Italia e la squadra nazionale ungherese. Senza dubbio, era una delle leggende del gioco.”

Izzo ha detto che l’ultima volta che si è incontrato con Benedek era sei mesi fa durante i Campionati Europei di Budapest.

“L’ultima volta che l’ho visto è stato nel mese di gennaio durante i Campionati Europei”, ha detto Izzo.

“Era un gran signore e senza dubbio la sua morte è una grande perdita per il gioco di pallanuoto.”

https://timesofmalta.com/articles/view/benedek-was-a-role-model-in-and-out-of-the-water-soler.799467?utm_source=tom&utm_campaign=newsletter&utm_medium=email&utm_content=2020-06- 19

Amazon e il logo di Amazon sono marchi di Amazon.com, Inc., o delle sue affiliate.