Categories
Uncategorized

Incombente elettorali disfatta

TheMummichogblog è un partecipante al Amazon Services LLC Associates programma, un programma di affiliazione pubblicitario progettato per fornire un mezzo per siti per guadagnare tariffe pubblicitarie con la pubblicità e il link al amazon.com. Amazon, il logo di Amazon, AmazonSupply, e il logo AmazonSupply sono marchi di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.

--------------------------------------------------------------------------------------------------
Booking.com
Tu sei buono, Signore, e perdoni, sei pieno di misericordia con chi ti invoca.
----------------------------------------------------------------------------------------------

Incombente elettorali disfatta up la posta in gioco per il presidente francese

Il partito di Emmanuel Macron sta fissando la sconfitta alle elezioni comunali Domenica, si tratta di un duro colpo per l’offerta del presidente francese di tracciare una rotta fresco per i restanti due anni del suo mandato, sulla scia della crisi coronavirus.

In città e paesi in tutta la Francia, la Repubblica sul partito Move (LREM) sta combattendo una battaglia persa per municipi al voto, mentre popolarità personale del presidente è scivolato di nuovo.

Nonostante il nome, gli sforzi del LREM per costruire dal basso supportano sono andati da nessuna parte nei tre anni da quando Macron spazzato nel lavoro superiore con un impegno alla politica di fine come al solito.

La stragrande maggioranza dei suoi candidati è riuscito a fare passato il primo turno di votazione lo scorso marzo, giorni prima Macron ha annunciato un coronavirus lockdown solo ora viene sollevato.

Parigi, Marsiglia e in altre città chiave sono ampiamente dovrebbero rimanere nelle mani socialista o di destra, costringendo i centristi in conflitto alleanze per ottenere almeno alcuni posti locali.

Il loro obiettivo è quello di avere 10.000 consiglieri comunali – una frazione di qualche 535.000 a livello nazionale.

“Il LREM ancora non ha messo radici a livello locale, e sta lottando per dimostrare che si tratta di una forza vitale,” ha dichiarato Jean Garrigues, uno storico politiche presso l’Università di Orleans.

Anche il primo ministro Edouard Philippe, la cui popolarità è salito sulla sua mano ferma percepito durante il COVID-19 scoppio, deve affrontare una lotta molto serrata per riconquistare il posto di suo sindaco nel porto di Le Havre.

Un sondaggio Ifop pubblicato Domenica ha visto gli indici di gradimento di Philippe salgono al 50 per cento, mentre Macron del caduto ulteriormente al 38 per cento.

Può essere un caso che Philippe ha rifiutato di diventare un membro LREM tesserato, dopo aver lasciato le Républicains destra per diventare capo del governo.

Una perdita di Philippe sarebbe quasi certamente forzare Macron in un ampio rimpasto del suo gabinetto, e anche se vince almeno alcuni ministri sono ampiamente previsto essere sostituita a breve.

– ‘vision Dangerous’ –
Eppure Macron appare poco preoccupato per la rotta all-ma-annunciato, dicono gli analisti, che riflette un disprezzo della politica di partito che potrebbe rivelarsi rischiosa che cerca di rilanciare la sua unità di riforma.

“Quando si ha una concezione molto verticale del potere, in fondo molto personale, si può immaginare il motivo per cui lui non vuole avere un partito che lo appesantisce”, ha detto Chloe Morin, uno scienziato politico alla Fondation Jean-Jaurès pensare -serbatoio.

L’approccio go-it-alone ha dimostrato i suoi limiti, tuttavia, con il inaspettatamente feroce ribellione “giubbotto giallo” del 2018-19, che ha visto i manifestanti furiosi accusano l’ex banchiere di investimento di essere tagliati fuori dalle lotte giorno per giorno di milioni .

Più di recente, la decisione di far passare una riforma delle pensioni molto contestata per decreto, ignorando l’opposizione dei sindacati e anche da legislatori nel suo stesso partito, ha impoverito ulteriormente il suo capitale politico.

“Questa visione che le parti non sono buone per nulla, o che le unioni possono essere escluse, è pericolosa perché è così che si finisce con i giubbotti gialli”, ha detto Morin.

L’aggiunta al mal di testa di Macron, molti legislatori LREM hanno disertato nelle ultime settimane, privandolo di una maggioranza assoluta nell’Assemblea Nazionale.

Una debacle elettorale di Domenica potrebbe spingere gli altri ad abbandonare la nave, fornendo grano da macinare per gli avversari che sperano di posizionarsi come rivali convincenti per il concorso presidenziale 2022.

– rischi di astensione –
Macron rischia anche di vedere un altro tasso di astensione record alto dopo appena il 45 per cento degli elettori si è rivelato per il primo turno.

Il presidente ha rifiutato di rinviare tale votazione anche se il governo aveva vietato raduni di massa e chiuso tutte le scuole – che spesso servono come seggi elettorali – pochi giorni prima.

Qualunque sia l’esito, gli analisti si aspettano Macron si muoverà rapidamente per cercare di spostare la narrazione, sollecitando l’unità di fronte alle sfide scoraggiante coronavirus della Francia.

Il suo ufficio ha già detto un “prima risposta” sarà annunciato il 29 giugno, il giorno dopo il voto, a decine di proposte presentate la scorsa settimana dal Consiglio dei suoi cittadini sul clima.

Il raggruppamento è stato formato in risposta alle richieste di maggiore “democrazia diretta”, sulla scia delle proteste gilet gialli, e le chiamate sono emersi per la Macron di indire un referendum sulle proposte.

Le misure potrebbero essere incorporati in chiamata di Macron per ripensare l’economia della Francia come lo Stato cerca di limitare le conseguenze da una recessione che si aspettava di vedere un’ondata di chiusure di imprese e licenziamenti nei prossimi mesi.

“Le aspettative sono in esecuzione molto alta, quindi le probabilità che la gente potesse essere deluso sono alti come bene”, ha detto Garrigues.

https://timesofmalta.com/articles/view/looming-election-rout-ups-the-stakes-for-frances-president.800367?utm_source=tom&utm_campaign=newsletter&utm_medium=email&utm_content=2020-06-23

Amazon e il logo di Amazon sono marchi di Amazon.com, Inc., o delle sue affiliate.