Categories
Uncategorized

Maltesi sono più aperti al riconoscimento facciale di altri cittadini comunitari

TheMummichogblog è un partecipante al Amazon Services LLC Associates programma, un programma di affiliazione pubblicitario progettato per fornire un mezzo per siti per guadagnare tariffe pubblicitarie con la pubblicità e il link al amazon.com. Amazon, il logo di Amazon, AmazonSupply, e il logo AmazonSupply sono marchi di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.

Maltesi sono più aperti al riconoscimento facciale di altri cittadini comunitari
Più di buon senso quando si tratta di impostazioni di privacy di telefonia mobile

Le persone che vivono a Malta hanno più probabilità di qualsiasi altra nazione europea ad accettare il riconoscimento facciale in cambio di servizi da aziende private.

--------------------------------------------------------------------------------------------------



Quale grande amore ci ha dato il Padre per essere chiamati figli di Dio, e lo siamo realmente! La ragione per cui il mondo non ci conosce è perché non ha conosciuto lui.

----------------------------------------------------------------------------------------------

Insieme ai ciprioti, i maltesi sono anche i più disposti a condividere le loro facce di utilizzare i servizi pubblici.

Secondo un sondaggio condotto dalla agenzia dell’Unione europea per i diritti fondamentali (FRA), mentre solo il 6% dei cittadini dell’UE sono disposti a condividere la loro immagine del volto con aziende private, a Malta il 33% sono confortevoli, con la prospettiva.

Allo stesso modo, il 65% dei ciprioti e il 50% del popolo maltese avrebbe condividere la loro immagine del volto con un ente pubblico, rispetto alla media del 17%.

L’uso di riconoscimento facciale è diventata una questione globale, come l’intelligenza artificiale è sempre più utilizzando i volti delle persone per verificare la loro identità.

ARTICOLI CORRELATI
Proposta di tecnologia di riconoscimento facciale ‘farà a tutti un potenziale sospetto’
errori Massive trovano in viso tecnologia di riconoscimento: studio americano
L’indagine ha chiesto 35.000 persone da parte dell’Unione europea, così come il Regno Unito e Nord Macedonia, circa il loro parere sulla condivisione di dati personali e misurato la loro consapevolezza delle norme sulla protezione dei dati.

E ‘stata effettuata tra gennaio e ottobre 2019, e più di 1.000 faccia a faccia interviste si sono svolte a Malta.

Il 27% dei residenti dell’Unione europea non capiscono termini e le condizioni
L’indagine, tuttavia, ha suggerito anche che le persone a Malta sono più esperti quando si tratta di impostazioni del telefono cellulare sulla privacy che in altri paesi.

Anche qui, Malta in cima alla lista con il 59% degli intervistati dice di essere a conoscenza delle impostazioni di loro applicazioni. Che rispetto a una media del 41%.

le norme sulla protezione dei dati consentono agli utenti di tecnologia molte misure di sicurezza. Questi includono l’istituzione di autorità pubbliche indipendenti per i diritti degli utenti protette come la richiesta di autorizzazione al fine di essere in grado di condividere i dati personali e la fornitura di informazioni chiare su come verranno utilizzati i dati.

Nel complesso – tra cui Malta – solo un intervistato su cinque nell’UE ha dichiarato di leggere sempre i termini e le condizioni.

Tra coloro che hanno letto i termini e le condizioni, almeno qualche volta, il 27% dei cittadini dell’UE non li capiscono. Tuttavia, i residenti maltesi ottenuto un punteggio alto in questo caso.

Mentre la Polonia e la Grecia in cima alla lista al 87% e 86%, rispettivamente, Bulgaria e Malta sia sega 82% degli intervistati dicono che hanno capito i termini e le condizioni, rispetto al 72% dell’UE.

In Bulgaria e in caso di Malta, il 16% ha dichiarato di non comprendere le condizioni.

timesofmalta.com/articles/view/maltese-are-more-open-to-facial-recognition-than-other-eu-nationals.799248?utm_source=tom&utm_campaign=newsletter&utm_medium=email&utm_content=2020-06-18

Amazon e il logo di Amazon sono marchi di Amazon.com, Inc., o delle sue affiliate.