Categories
Uncategorized

OMS di apertura del direttore

TheMummichogblog è un partecipante al Amazon Services LLC Associates programma, un programma di affiliazione pubblicitario progettato per fornire un mezzo per siti per guadagnare tariffe pubblicitarie con la pubblicità e il link al amazon.com. Amazon, il logo di Amazon, AmazonSupply, e il logo AmazonSupply sono marchi di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.

--------------------------------------------------------------------------------------------------
Booking.com
Caddi a terra e sentii una voce che mi diceva: Saulo, Saulo, perché mi perseguiti?
----------------------------------------------------------------------------------------------

OMS di apertura del direttore generale osserva al briefing media su COVID-19 – 22 giugno 2020
22 giugno 2020
Buongiorno, buon pomeriggio e buona serata.

Sembra che quasi ogni giorno si raggiunge un nuovo e triste record.

Ieri, più di 183.000 nuovi casi di COVID-19 sono stati segnalati all’OMS – facilmente il più in un solo giorno fino ad ora.

Più di 8,8 milioni di casi sono stati segnalati oggi l’OMS, e più di 465.000 persone hanno perso la vita.

Alcuni paesi stanno continuando a vedere un rapido aumento dei casi e dei decessi.

Alcuni paesi che hanno soppresso con successo la trasmissione sono ora vedendo una ripresa nei casi in cui riaprono le loro società ed economie.

Tutti i paesi si trovano ad affrontare un delicato equilibrio, tra la protezione la loro gente, riducendo al minimo i danni sociali ed economici.

Non è una scelta tra la vita ei mezzi di sussistenza. I paesi possono fare entrambe le cose.

Esortiamo i paesi di essere attenti e creativi nel trovare soluzioni che permettano alle persone di rimanere al sicuro mentre andare avanti con le loro vite.

Noi continuiamo a sollecitare tutti i paesi a raddoppiare su misure fondamentali per la salute pubblica che conosciamo lavoro.

Trovare e testare i casi sospetti opere.

Isolare e la cura per le opere malati.

Tracing e quarantena contatti opere.

E proteggere la salute dei lavoratori lavora.

Allo stesso tempo, queste misure possono essere efficaci solo se ogni singolo individuo prende le misure che sappiamo anche il lavoro per proteggere se stessi e gli altri.

Mantenere la distanza fisica.

Continuare la pulizia le mani.

E indossare una maschera, se del caso.

Proprio come facciamo le cose che sappiamo di lavoro per prevenire la diffusione della malattia, stiamo anche imparare di più su come trattare i malati.

Anche se i dati sono ancora preliminari, la recente scoperta che il desametasone steroide ha il potenziale per critici COVID-19 pazienti salva-vita ci ha dato una ragione tanto necessaria per festeggiare.

La prossima sfida è quella di aumentare la produzione e rapidamente ed equamente distribuire desametasone in tutto il mondo, concentrandosi su dove è più necessario.

La domanda è già salito, dopo i risultati dello studio del Regno Unito mostrano chiaro beneficio di desametasone.

Fortunatamente, questo è un farmaco poco costoso e ci sono molti produttori di desametasone in tutto il mondo, che siamo fiduciosi può accelerare la produzione.

Guidati dalla solidarietà, i paesi devono lavorare insieme per assicurare le forniture sono priorità per i paesi in cui ci sono un gran numero di pazienti in condizioni critiche, e che le forniture rimarranno disponibili per il trattamento di altre malattie per le quali è necessario.

Trasparenza e monitoraggio costante sarà fondamentale per garantire esigenze dettare forniture, piuttosto che mezzi.

E ‘anche importante controllare che i fornitori possono garantire qualità, in quanto v’è un elevato rischio di incaglio o falsificati prodotti immessi sul mercato.

Il quale sottolinea che desametasone dovrebbe essere utilizzato solo per i pazienti con malattia grave o critico, sotto stretta sorveglianza clinica.

Non ci sono prove di questo farmaco funziona per i pazienti con malattia lieve o come misura preventiva, e potrebbe causare danni.

Che è anche continuando a sostenere i paesi con i rifornimenti essenziali di attrezzature e di laboratorio di diagnostica di protezione personale.

Un modo che stiamo facendo che è attraverso il COVID-19 Fornitura Portal, una piattaforma online attraverso la quale i paesi che le forniture bisogno possono entrare richieste.

Finora, 48 paesi hanno inviato richieste di forniture, con un valore di US $ 92 milioni di dollari.

Che è attualmente in fase di spedizione più di 140 milioni di articoli di dispositivi di protezione individuale a 135 paesi, 14.000 concentratori di ossigeno e milioni di test.

Nel frattempo, l’OMS sta anche lavorando con i paesi di mantenere i servizi sanitari essenziali.

Che ha recentemente intervistati paesi per valutare l’impatto della pandemia sui servizi sanitari essenziali.

Dei 82 paesi che hanno risposto finora, più della metà hanno limitato o sospeso almeno una piattaforma di fornitura di servizi, come ad esempio ambulatoriali o di degenza, servizi o comunità basata sulla cura.

Quasi tre quarti dei paesi hanno riferito che i servizi dentali e di riabilitazione sono stati parzialmente o completamente distrutto.

Circa due terzi dei paesi hanno riportato interruzioni di routine di immunizzazione, la diagnosi e il trattamento per le malattie non trasmissibili e la pianificazione familiare e la contraccezione.

Più della metà dei paesi ha riferito interruzioni per i disturbi di salute mentale, l’assistenza prenatale, la diagnosi e il trattamento del cancro, e servizi per i bambini malati.

I paesi stanno usando una varietà di strategie per affrontare questi disagi, tra cui triage, la telemedicina e riorientare i pazienti a strutture sanitarie alternative.

Eppure, le conseguenze di queste interruzioni si faranno sentire per molti anni a venire.

Il mondo sta imparando nel modo più duro che la salute non è un bene di lusso; è la pietra angolare della sicurezza, della stabilità e della prosperità.

Ecco perché è essenziale che i paesi non solo rispondono con urgenza alla pandemia, ma anche che investire in forti sistemi sanitari a livello nazionale, e in sicurezza sanitaria globale.

L’anno scorso, i leader mondiali si sono riuniti in occasione dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite a New York ad adottare una dichiarazione politica punto di riferimento sulla copertura sanitaria universale.

Ora più che mai, tutti i paesi devono fare la copertura sanitaria universale, una priorità.

Non è una questione di sapere se i paesi possono permettersi di fare questo, si tratta di una questione di se possono permettersi di non farlo.

Ti ringrazio.

https://www.who.int/dg/speeches/detail/who-director-general-s-opening-remarks-at-the-media-briefing-on-covid-19—22-june-2020

Amazon e il logo di Amazon sono marchi di Amazon.com, Inc., o delle sue affiliate.