Categories
Uncategorized

Pecore in pelli di lupo … – Alan Deidun15/06/2020

TheMummichogblog è un partecipante al Amazon Services LLC Associates programma, un programma di affiliazione pubblicitario progettato per fornire un mezzo per siti per guadagnare tariffe pubblicitarie con la pubblicità e il link al amazon.com. Amazon, il logo di Amazon, AmazonSupply, e il logo AmazonSupply sono marchi di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.

Pecore in pelli di lupo … – Alan Deidun
applicazioni improponibili per aziende zootecniche ecc

Da quando l’applicazione di sanzioni infame delle politiche ODZ rivisti (la cosiddetta politica rurale e linee guida di progettazione) nel 2014, le isole hanno assistito a una vera e propria rinascita del numero di agricoltori iscritti.

--------------------------------------------------------------------------------------------------



La vostra condotta sia senza avarizia; accontentatevi di quello che avete, perché Dio stesso ha detto: Non ti lascerò e non ti abbandonerò.


Subscribe By E-mail:

Enter your email address:

Delivered by FeedBurner



----------------------------------------------------------------------------------------------

L’enfasi sul termine ‘registrati’ è intenzionale dato che il inaugurando di tale legislazione permissiva non si è tradotta in un aumento del numero di agricoltori veri, per i quali le isole ha un disperato bisogno a causa della perdita incessante delle risorse umane dal settore agricolo, ma piuttosto un aumento convertiti overnight a agricoltura.

Le politiche tanto disprezzato ODZ, infatti, a parole pagare per lo status di un richiedente, mettendo l’onere su quanto terreno stesso richiedente ha registrato sotto il suo nome, piuttosto che sul numero di anni la stessa richiedente è stato registrato come agricoltore attivo o sul suo status full-time / part-time.

L’esito di tale filosofia imperfetto, che è stato anticipato da molti nel lontano 2013/2014, è un diluvio di imprenditori tornite agricoltori, con il loro status di essere legittimato agli occhi delle politiche ODZ attraverso l’acquisto di enormi estensioni di terreni, piuttosto che attraverso un amore genuino e l’attaccamento alle pratiche agricole.

Tutto questo lascia il SER e le ONG ambientali ansimanti sotto un carico di applicazioni improponibili per aziende zootecniche, negozi e progetti agrituristiche. Una di queste applicazioni (PA 3284/20) è per un allevamento di capre gigantesca in una zona ODZ a Mgarr, a pochi passi di distanza dal l’edificio vittoriano noto come ‘Strickland Palace’, presentata da un imprenditore noto.

Gli stessi respira applicativi di pianificazione generosità da tutti i pori, che prevede la costruzione di un allevamento di capre con la penna l’isolamento, la penna di pecora, i negozi, agnellatura da pranzo, sale di mungitura, spogliatoi, zona di produzione, magazzini di fieno bacino idrico sotterraneo, fossa settica sotterraneo, e altre strutture ausiliarie . Tutto bene e dandy, tranne che la campagna è disseminata di edifici agricoli abbandonati e che le politiche ODZ in questione anche prevedere l’inserimento di nuovi quartieri residenziali all’interno di fabbricati agricoli.

Dopo mordere la pallottola stazioni di rifornimento così abilmente, il ministro dell’Ambiente Aaron Farrugia dovrebbe impostare la revisione delle politiche ODZ (la RPDG) nel mirino in modo da colmare le molte lacune vagliatura le stesse politiche, come è stato sostenuto molte volte una da parte di coloro testimonianza The brazen abuso delle politiche stanno portando ad.

Il risultato di una tale filosofia è viziato un diluvio di agricoltori imprenditori torniti
– Alan Deidun
Farrugia potrebbe trovarsi ad affrontare una certa resistenza convinto da alcuni ambienti di implementare tali revisioni, soprattutto perché il suo portafoglio include anche il regno di pianificazione e di sviluppo, ma il suo successo o meno di prendere il toro RPDG per le corna sarà uno dei principali parametri di valutazione con cui il suo mandato in carica viene valutata per i posteri.

Con Filfla nel mirino …
Nonostante il fatto che il numero di applicazioni di pianificazione ha smorzato negli ultimi mesi a causa della coperta bagnata COVID-19, una serie di applicazioni oltraggiose sono ancora presentate di volta in volta. Il biscotto deve sicuramente, in questo caso, per PA 3458/20, che si propone la costruzione di un bungalow e garage in una fascia ODZ in gran parte incontaminata che conduce al Għar Lapsi, con viste suggestive di Filfla.

Nessuna meraviglia che la stessa applicazione ha suscitato una tale reazione da parte del pubblico, con Graffitti guidando l’auto oggetto di una tale domanda (possibile sino al 26 giugno attraverso il seguente link: bit.ly/2BsDSdZ).

motivi legittimi per opporsi sono i seguenti: 1. Il bungalow e garage sono proposti in un campo su un sito ODZ. Nessuna struttura abitati presenti nella trama in cui è previsto lo sviluppo. La documentazione presentata non fornisce la prova dell’uso legittimo come residenza nel 1978 e quindi lo sviluppo proposto non è giustificato.

2. Nuove residenze su terreni non edificati ODZ non dovrebbero essere approvati in quanto questa è terra vergine, che si trova nei pressi di un sito naturale, sulla strada che conduce a Għar Lapsi e Wied iz-Żurrieq. Se questo sviluppo dovesse essere approvata, si creerebbe un pericoloso precedente per la zona, portando a più edifici e gli sviluppi che MAR la bellezza naturale della zona, così come il suo potenziale agricolo.

3. Lo sviluppo proposto avrà un impatto significativo sul paesaggio e la vista della zona, in particolare la vista sul mare, come si arriva lungo la strada per Għar Lapsi e Wied iz-Żurrieq.

Iniettando l’amore per il mare nei giovani
World Ocean Day è stato commemorato dal 1992, al fine di richiamare l’attenzione sul ruolo fondamentale svolto dal mare nella regolazione del clima globale e nella nostra vita di tutti i giorni (ad esempio, attraverso la fornitura di ossigeno, cibo e acqua potabile, oltre a una serie crescente di nuove biomolecole con un potenziale nei settori medico e farmaceutico).

La missione di promulgare l’alfabetizzazione oceano ancora di più sulle nostre coste è stata la forza trainante in questi ultimi anni dietro l’evento World Ocean Day organizzato presso il National Aquarium di Malta. Data l’attuale situazione distanziamento sociale dettata dalla COVID-19 pandemia, l’evento doveva essere revisionato da un’attività online, sotto forma di due quiz rivolti agli studenti delle scuole primarie e secondarie formulate dal l’Università di Malta e il National Aquarium di Malta.

I quiz attirato un torrente inaspettata di partecipazione, con un totale complessivo di circa 500 osservazioni. Il quiz scuola secondaria anche caratterizzato da una domanda su Ocean Mission Consiglio delle Commissioni europee, in particolare spingendo gli studenti in priorità i principali campi di finanziamento se avessero € 1 miliardo a disposizione per i prossimi sette anni.

Curiosamente, le prime cinque priorità, come classificato dagli stessi studenti erano habitat e la conservazione del sito (accoppiato con la necessità di una gestione MPA più efficace), la conservazione delle singole specie (quelle rare e carismatici, soprattutto), alla lotta contro l’inquinamento non di plastica (ad esempio olio, acque reflue), una maggiore slancio a favore della ricerca marina e l’esplorazione e la necessità di affrontare l’inquinamento di plastica.

I vincitori osservazioni e per gli studenti delle scuole saranno riconosciuti formalmente attraverso l’bestowment di premi di libri donati dalla Ocean Institute International (IOI) e il Malta Tourism Authority (MTA).

[email protected]

timesofmalta.com/articles/view/sheep-in-wolves-skins-alan-deidun.798027?utm_source=tom&utm_campaign=newsletter&utm_medium=email&utm_content=2020-06-14

Amazon e il logo di Amazon sono marchi di Amazon.com, Inc., o delle sue affiliate.