Categories
Uncategorized

Ritorno del campionato russo compromessa dalla parte dei casi di virus Rostov

TheMummichogblog è un partecipante al Amazon Services LLC Associates programma, un programma di affiliazione pubblicitario progettato per fornire un mezzo per siti per guadagnare tariffe pubblicitarie con la pubblicità e il link al amazon.com. Amazon, il logo di Amazon, AmazonSupply, e il logo AmazonSupply sono marchi di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.

--------------------------------------------------------------------------------------------------
Booking.com
Il padre del giusto gioirà pienamente e chi ha generato un saggio se ne compiacerà.
----------------------------------------------------------------------------------------------

Ritorno del campionato russo compromessa dalla parte dei casi di virus Rostov

La Russian Premier League è dovuto tornare questo fine settimana, dopo tre mesi in celle frigorifere, ma i pericoli di cercare di riavviare nel bel mezzo di una pandemia sono stati evidenziati come tutta la squadra FK Rostov è stato messo in quarantena dopo sei giocatori sono risultati positivi per coronavirus.

L’annuncio dei test positivi – e la conseguente obbligatoria di 14 giorni di quarantena – è venuto il Mercoledì, appena 48 ore prima del primo di nuovo gioco di Rostov dalla sospensione stagione, via a Sochi.

Il gioco in sé è cruciale per il club dalle rive del fiume Don, nel sud della Russia, che nonostante le difficoltà economiche è quarta in classifica, appena fuori dalla Champions League qualificazione ancoraggi con otto partite ancora da giocare.

Eppure all’inizio del mese di giugno, il presidente russo Sergey Serie Pryadkin avvertito minacciosamente che i club colpiti da una serie di COVID-19 infezioni e costretti a mettere in quarantena i loro giocatori sarebbe semplicemente dovuto rinunciare eventuali partite interessate. Non ci sono rinvii sarebbe stato permesso con la Lega di fronte a una corsa contro il tempo per completare la stagione interrotta.

La campagna è ora in programma di terminare il 22 luglio, lasciando le squadre con poco più di un paio di settimane per preparare l’inizio della stagione 2020-21, a matita per 10 agosto.

La Russia ha il terzo più alto numero di casi registrati in tutto il mondo coronavirus, con mezzo milione di test positivi e circa 7.500 nuovi casi che appaiono ogni giorno. Si tratta di uno degli ultimi paesi europei a riavviare la sua stagione calcistica, sospesa da metà marzo, quando la pandemia ha preso possesso.

Per Rostov, allenato dall’ex centrocampista della nazionale russa Valeri Karpin, essere costretti a mettere in quarantena l’intera squadra per due settimane è un potenziale disastro.

Così come il viaggio verso la costa del Mar Nero a giocare Sochi, Rostov sono anche dovuto ospitare l’Arsenal Tula e vicini più prossimi Krasnodar – rivali nella lotta per la qualificazione Champions League – in quel tempo.

Sono attualmente solo tre punti dal secondo in classifica, Lokomotiv Mosca e Krasnodar in terza, con i primi tre tutto a guadagnare una crepa in competizione per club nella prossima stagione in Europa.

Gli avversari si rifiutano di rinviare gioco

Le loro speranze di qualificazione sono quindi ora in pericolo di andare in fumo, a meno che possano trovare una soluzione dall’interno.

Con la prima squadra squadra fuori dal quadro, Rostov potrebbe trasformarsi alla loro squadra B o dalla loro parte i giovani.

Tuttavia, i media russi dicono che la squadra giovanile ha giocato un amichevole contro la prima squadra il giorno prima delle prove positive, nel senso che anche il viso dover andare in isolamento, anche se questo non è stato confermato dal club.

Forse c’è qualche speranza, con il segretario generale della Federcalcio russa, Alexander Alayev, aprendo la porta alla possibilità che la partita contro Sochi potrebbe essere rinviata fino al 19 luglio, la data stanziato per la Coppa di Russia in semifinale.

“E ‘la data possibile solo”, ha detto in una conferenza stampa, ma anche di aver criticato la gestione lassista percepita di Rostov della situazione.

Ha anche detto entrambi i club avrebbero dovuto accettare di rinviare la partita, ma Sochi sono in lotta per evitare la retrocessione e hanno rilasciato una dichiarazione escludere questa possibilità e insistendo sarebbero in attesa di Rostov nel loro stadio per il gioco di Venerdì sera.

Alayev anche espresso la speranza che sarebbe possibile per i giocatori Rostov a venire fuori del loro periodo di quarantena in tempo per giocare i loro prossime due partite come da programma.

Nel frattempo, ogni prospettiva di chiamare fuori dal resto della stagione è stato escluso, con la Lega insiste ripresa è stata “la decisione giusta”.

Diversi club sono stati colpiti da casi di virus nel mese di maggio, tra Lokomotiv, ma non nuovi casi erano stati segnalati nei club nelle ultime due settimane, fino a quando l’annuncio da parte di Rostov.

Zenit San Pietroburgo sono in corsa per vincere un secondo titolo consecutivo Russa, seduto nove punti di vantaggio in cima prima della loro prevista prima di nuovo gioco, al CSKA Mosca il Sabato.

https://timesofmalta.com/articles/view/return-of-russian-league-jeopardised-by-rostov-virus-cases.799482?utm_source=tom&utm_campaign=newsletter&utm_medium=email&utm_content=2020-06-19

Amazon e il logo di Amazon sono marchi di Amazon.com, Inc., o delle sue affiliate.