Categories
Uncategorized

Sfuggire alla trappola della povertà13/06/2020

TheMummichogblog è un partecipante al Amazon Services LLC Associates programma, un programma di affiliazione pubblicitario progettato per fornire un mezzo per siti per guadagnare tariffe pubblicitarie con la pubblicità e il link al amazon.com. Amazon, il logo di Amazon, AmazonSupply, e il logo AmazonSupply sono marchi di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.

Sfuggire alla trappola della povertà

Varie lobby aziendali hanno avuto la meglio, delle loro richieste di sostegno da parte del governo affrontato nel mini-budget ripresa economica. Questo è uno sviluppo positivo in quanto garantisce che ci sono meno pressioni sui datori di lavoro per i lavoratori di scarico.

--------------------------------------------------------------------------------------------------



Fratelli, qualora uno venga sorpreso in qualche colpa, voi che avete lo Spirito correggetelo con dolcezza. E vigila su te stesso, per non cadere anche tu in tentazione.

----------------------------------------------------------------------------------------------

Vi sono, tuttavia, i settori della società la cui voce è più debole. Rischiano di essere catturati in una trappola della povertà che li condanna a una lotta per sopravvivere deprimente.

Si deve riconoscere che nessun governo può mai avere abbastanza risorse per eliminare la povertà, soprattutto nelle attuali circostanze dove tanto Prevails incertezza economica.

Il COVID-19 pandemia si prevede un aumento del numero di persone svantaggiate e di rendere più difficile per coloro che sono già in difficoltà.

organizzazioni internazionali come l’FMI e l’OCSE prevedono che la disoccupazione continuerà ad aumentare. Alcune persone possono non essere in grado di tornare al posto di lavoro. Il tempo è giunto per il governo a porre una maggiore attenzione per coloro che non potranno beneficiare molto dalla iniezione di € 900 milioni per l’economia annunciato nel mini-budget.

La definizione di quelli che sono considerati come privati ​​non è poi così difficile. Incapacità di pagare le bollette essenziali di utilità, consumare cibo sano e garantire che i bambini ricevano il sostegno educativo di cui hanno bisogno sono alcuni dei criteri che caratterizzano privazione. Per queste persone, i € 100 buoni sarebbero stati probabilmente molto più prezioso se fossero stati in grado di spendere loro su generi alimentari di consumo e altri generi di prima necessità.

Nel dibattito post-budget, del governo e dell’opposizione parlamentari ricorso a citare statistiche per provare o confutare l’impatto della povertà sulla nostra società. Tasso di Malta di persone in grave deprivazione materiale è generalmente inferiore alla media UE. Ma mentre che vale anche per il tasso di 23 per cento dei bambini a rischio di povertà e di esclusione sociale, è notevolmente superiore a quello dei paesi più avanzati dell’Unione Europea.

Malta ha bisogno di più la determinazione per affrontare i rischi di deprivazione per garantire che più dei nostri figli sfuggire alla trappola della povertà che rischia li intrappolare per sempre.

Una debolezza del piano di rilancio del governo è il sostegno insufficiente dato a coloro che hanno già perso il lavoro a causa della crisi economica. Tra i maggior parte dei gruppi vulnerabili e le più colpite sono le persone più giovani e genitori singoli.

I livelli di occupazione pre-crisi possono aver dato l’impressione che Malta aveva raggiunto la piena occupazione.

Ma le statistiche occupazionali nascondono il fatto che molti dei posti di lavoro a bassa retribuzione e spesso precarie aveva impiegato.

Molti altri, compresi i migranti, il lavoro nell’economia sotterranea con nessuna protezione assicurativa nazionale.

Anche questi sono ormai parte della società maltese, e il governo deve essere più creativi per garantire che integrino il più presto possibile nella comunità.

L’UE riconosce la necessità di affrontare i rischi di essere affrontati da quelli più colpiti dalla crisi economica.

L’aggiornamento del Fondo per il sostegno europeo agli indigenti per garantire che supporta i più deboli nella società per sfuggire alla trappola della povertà, si spera, essere completato il più presto possibile.

A più lungo termine, gli Stati membri dell’UE hanno bisogno di discutere se i regimi di reddito minimo che prevalgono oggi sono sufficienti a sostenere la redditività economica dei lavoratori poveri. L’economia concerto è probabilmente contribuito a mitigare gli effetti del blocco su molte famiglie in Europa e in Malta.

Ora abbiamo bisogno di cominciare a chiedere se le condizioni di lavoro dei lavoratori poveri sono accettabili in una società giusta.

timesofmalta.com/articles/view/escaping-the-poverty-trap.798096?utm_source=tom&utm_campaign=newsletter&utm_medium=email&utm_content=2020-06-13

Amazon e il logo di Amazon sono marchi di Amazon.com, Inc., o delle sue affiliate.