Categorie
Uncategorized

Stati Uniti di fronte ondata coronavirus criticiin

Stati Uniti di fronte ondata coronavirus ‘critici’




Molti dei primi saranno ultimi e gli ultimi i primi.

infezioni da coronavirus sono in subbuglio in vaste parti degli Stati Uniti, il massimo esperto di malattie infettive degli Stati Uniti ha messo in guardia, come il numero di morti in America Latina superato 100.000.

Gli sviluppi hanno evidenziato quanto lontano i resti mondo dalla fine della pandemia, sei mesi in una crisi che ha causato quasi 500.000 vite e devastato l’economia globale.

Anche in Europa, che è stato allentando le restrizioni di viaggio dopo un brutale pochi mesi quando era l’epicentro della pandemia, ci sono state battute d’arresto importante.

Germania il Martedì reimposto lockdowns su più di 600.000 persone a seguito di un gruppo di infezioni in un macello, mentre gli uomini del mondo il numero uno del tennis Novak Djokovic è risultato positivo dopo aver ospitato un torneo mostra nei Balcani.

Negli Stati Uniti, consigliere della Casa Bianca Anthony Fauci ha messo in guardia le prossime due settimane sarebbe “fondamentale per la nostra capacità di affrontare … surgings” in Florida, Texas e altri stati.

Gli Stati Uniti ha già registrato più morti di qualsiasi altra nazione, con quasi 800 più morti il ​​Martedì prendendo il suo pedaggio passato 121.000.

Tuttavia il presidente Donald Trump, la cui gestione della crisi è stato ampiamente criticato come irregolare, è determinato a sforzi fast-track per ripristinare la normalità.

Ha continuato ad alimentare polemiche il Martedì, il raddoppio nel weekend commenti che voleva test lento perché così tante infezioni confermate reso l’aspetto cattivo Stati Uniti.

“Io non faccio ragazzo”, ha detto Trump, dopo un funzionario della Casa Bianca ha descritto i suoi commenti iniziali come solo uno scherzo.

Con le parti degli Stati Uniti non sono in grado di contenere la pandemia, l’Unione Europea stava prendendo in considerazione il blocco viaggiatori degli Stati Uniti in quanto riapre i suoi confini al turismo, il New York Times.

Riflettendo i sentimenti di molti in tutto il mondo, New York negozio di alimentari direttore Ian Joskowitz si è detto determinato a non pensare ai pericoli del virus mentre cercava di continuare a eseguire la sua attività.

“Se ho pensato troppo, probabilmente potrebbe avere un problema in questo modo. Così ho messo fuori dalla mia mente”, ha detto Joskowitz AFP.

“Con i miei collaboratori, ho un accordo con loro. Essi continuano a venire. Io continuerò a fare tutto quanto umanamente possibile per tenerli al sicuro.”

– ‘Little influenza’ –
America Latina è stato uno dei peggiori punti caldi del mondo per settimane, e il numero di morti lì e dei Caraibi ha superato 100.000 il Martedì, secondo un conteggio tenuto dall’agenzia Afp.

Brasile, dove il presidente Jair Bolsonaro ha disprezzato misure di contenimento e descritto il virus come una “piccola influenza”, è ufficialmente il paese più colpita dopo gli Stati Uniti.

Più di 1.300 persone sono state confermate sia morto del virus in Brasile il Martedì, dopo che un giudice federale ha ordinato Bolsonaro di indossare una maschera in pubblico.

“Il presidente ha l’obbligo costituzionale di seguire le leggi in vigore nel paese, così come per promuovere il benessere generale della gente”, ha scritto il giudice.

– battuta d’arresto Tedesco –
La Germania è stata la prima grande nazione UE per iniziare allentamento misure di blocco circa sette settimane fa, ma due distretti nella parte occidentale del paese, sono stati costretti a frenare ancora una volta.

Un focolaio in un macello che ha infettato più di 1.500 lavoratori ha spinto le autorità a imporre nuove restrizioni su quasi 640.000 persone.

Anche il Portogallo ha imposto nuove restrizioni in ed intorno la sua capitale Lisbona, il Martedì.

E il futuro di eventi sportivi ha subito un duro colpo quando Djokovic, che aveva organizzato una serie di eventi espositivi nei Balcani a cui distanziamento sociale era minima, sono risultati positivi per il virus.

Tennis sperava di seguire sport di squadra come il calcio torna in arene e stadi, ma i test positivi di Djokovic e altri tre hanno inumidito le sue prospettive.

“Sono così profondamente dispiaciuto il nostro torneo ha causato danni”, il 17 volte campione del Grande Slam ha scritto su Twitter, aggiungendo: “E ‘stato troppo presto.”

timesofmalta.com/articles/view/us-facing-critical-coronavirus-surge.800589?utm_source=tom&utm_campaign=newsletter&utm_medium=email&utm_content=2020-06-24