Categories
Uncategorized

tomba dipinta di questo faraone mancava la sua mam

TheMummichogblog è un partecipante al Amazon Services LLC Associates programma, un programma di affiliazione pubblicitario progettato per fornire un mezzo per siti per guadagnare tariffe pubblicitarie con la pubblicità e il link al amazon.com. Amazon, il logo di Amazon, AmazonSupply, e il logo AmazonSupply sono marchi di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.

tomba dipinta di questo faraone mancava la sua mamma
Seti I era stato sepolto in una delle maggior parte delle tombe reali colorati dell’Egitto, ma il suo corpo era andato per il momento le sue sale riccamente decorate sono stati scoperti nel 1817.

Immerso tra le vie d’ingresso alle tombe della Valle dei Re è una struttura nota agli studiosi come KV17. Nonostante la sua designazione impoetico, questa tomba rende il cuore degli egittologi battere più forte: Costruito per Seti I, morto nel 1279 aC, è stato scoperto nel 1817, sorprendendo escavatori con le sue pareti riccamente decorate raffiguranti credenze religiose attraverso le immagini del faraone morto e la divinità dell’antico Egitto.

--------------------------------------------------------------------------------------------------



Se uno dicesse: «Io amo Dio», e odiasse il suo fratello, è un mentitore. Chi infatti non ama il proprio fratello che vede, non può amare Dio che non vede.


Subscribe By E-mail:

Enter your email address:

Delivered by FeedBurner



----------------------------------------------------------------------------------------------

Una foto di una mappa di tombe nella Valle dei Re
Nella Valle dei Re, la tomba più famosa, quella del re Tutankhamon, si trova tra il Seti I (al centro) e suo figlio, Ramses II “il grande” (in alto a sinistra).
EOSGIS.COM/NG MAPPE
La Valle dei Re è stato il luogo di sepoltura di molti governanti del Nuovo Regno dell’Egitto (circa 1539-1075 aC), quando l’Egitto è salito a nuovi livelli di potere e di influenza. Costruire questo grande deserto necropoli cominciato durante il regno di Thutmose I, terzo re della 18 ° dinastia, la cui regola segnato la rinascita d’Egitto a seguito di un lungo periodo di instabilità. Una grande tomba è stato preparato per Thutmose, tagliata nella roccia delle valli rocciosi del deserto sulla riva occidentale del Nilo. Il luogo remoto è stato scelto per nascondere le sepolture reali sontuosi da tombaroli. Altri governanti del Nuovo Regno messi loro tombe lì, e la necropoli è cresciuto. (Il potere giudiziario fluiva da faraoni, anche dopo la morte.)

Nonostante i tentativi di nascondere i loro contenuti tramite l’uso di passaggi nascosti, la maggior parte delle tombe con la famosa eccezione della tomba di Tutankhamon, sono stati ampiamente saccheggiati, tra cui Seti I di. Tuttavia, senza corredi d’oro o anche la mummia del faraone, la tomba di Seti aveva ancora una miriade di tesori. L’arte inestimabile che adorna le pareti è rimasta intatta per dare studiosi moderni uno sguardo vivido nell’arte intricata che ha rivelato la spiritualità egiziana e rituali funerari che circondano la morte di un re.

Una foto di grandi aperture in un paesaggio di sabbia scogliera
Scoperto da Giovanni Belzoni nel 1871, la tomba di Seti I si trova tra la tomba di suo padre, Ramses I (scoperto anche da Belzoni), e quello di Ramses X, il penultimo sovrano del 20 ° dinastia.
TRAVEL IMMAGINI / ALAMY / ACI
avventuriero italiano
Nel primo secolo a.C., lo storico Diodoro Siculo, ha descritto la Valle dei Re, come un rudere. I secoli non è gentile al sito come cause sia naturali che umane si erano ulteriormente degradato il sito. L’interesse accademico sincero di studiosi francesi dopo 1798 l’invasione napoleonica d’Egitto è stato accompagnato da un interesse commerciale vivo antichità. Nei primi anni del 1800 molti oggetti in tutto l’Egitto sono stati saccheggiati per il mercato europeo.

Quando avventuriero italiano ed ex uomo forte di circo Giovanni Belzoni arrivato in Egitto nel 1815, il paese era sotto il controllo britannico. lo stato di Belzoni, una combinazione di esploratore e tomba rapinatore, non ha impedito il console britannico, Henry Salt, di utilizzare i suoi servizi per il trasporto di una massiccia testa di Ramses II ad Alessandria, da dove è stato spedito al British Museum di Londra. Belzoni divenne anche coinvolto in una guerra di tappeto erboso con il console francese, che bande lavoratori di tombaroli per rintracciare antichità.

Una foto di un sarcofago bianco
Il traslucida di alabastro bara, scoperto da Giovanni Belzoni, è stato rimosso … Leggi di più
Scala, Firenze
Come parte della sua campagna al meglio un rivale francese, Belzoni amicizia con la popolazione locale vicino alla Valle dei Re che lavorava come ladri di tombe. Grazie alle loro informazioni, è diventato familiarità con il sito. Nonostante la sua vena mercenario, Belzoni era sinceramente interessato all’archeologia. Ha studiato la topografia della valle e ha notato quanto velocemente il drenaggio delle acque piovane potrebbe indicare aperture nascoste. (Priest-imbalsamatori offerti pacchetti di sepoltura per tutte le tasche.)

In inverno 1816 Belzoni trova la tomba del 18 ° dinastia faraone Ay. Nel mese di ottobre dell’anno successivo, i suoi uomini hanno scoperto la tomba di Ramses I, fondatore della 19 ° dinastia. Nel corso di questa scoperta, Belzoni notato unaltra piccola cavità acqua piovana che facilmente assorbiti, suggerendo che una cavità c’era sotto. A scavare, la sua squadra ha trovato un ingresso macerie-riempita. Una volta che i detriti è stata autorizzata, si potrebbe intravedere magnifiche decorazioni murali oltre.

Durante l’esplorazione della tomba, Belzoni trovato un toro imbalsamato, portandolo a credere la tomba è stata dedicata alla Apis, il sacro toro adorata nel nord dell’Egitto. Egli non ha identificato la tomba di quella di Seti I, o di qualsiasi governante, perché da nessuna parte nella tomba c’era una mummia umana.

Un ritratto di un soffitto blu complicato dipinto con animali e persone
Il soffitto a volta della camera di sepoltura inferiore di Seti I rappresenta il firmamento e le stelle all’interno di esso. Diverse le costellazioni del cielo notturno, tra cui l’Orsa Maggiore, che è un toro in antica -figurare cosmologia egizia (a destra), posizionato tra processioni degli Dei.
Araldo De Luca
Galleria delle meraviglie
Nonostante la sua ignoranza circa l’identità del occupante originale della tomba, Belzoni ha riconosciuto che i dipinti che adornano l’interno erano eccezionali. Nei mesi successivi alla scoperta, Belzoni ha preso le impressioni di cera di loro, che ha danneggiato i rilievi. Dipinse anche acquerelli dell’arte tomba.

Quando Belzoni ha raggiunto la camera sepolcrale cui magnifico soffitto dipinto rappresenta il cielo, ha trovato un sarcofago di alabastro vuota. La bara è stata trovata, che in tutta una scala che conduceva a un lungo e misterioso corridoio, che gli uomini di Belzoni rinunciarono ad esplorare, dopo un centinaio di yards. Il sarcofago è stato rimosso dalla tomba e, infine, ha acquistato in Inglese collezionista Sir John Soane (oggi è a Londra, Inghilterra, nel museo che porta il nome di Soane).

Una foto di geroglifici di un soggetto che soddisfi una fila di persone
Seti I si incontra con varie divinità in questa anticamera. Il faraone è accompagnato dalla dea Iside, e Anubi, il dio della morte e la mummificazione, rappresentata con la testa di un cane.
Araldo De Luca
Non solo sono stati opere della tomba mozzafiato vedere, hanno fornito anche egittologi di oggi con la prima, più completo set di testi funerari dell’antico Egitto. pitture murali raffigurano scene dettagliate del Libro di Amduat ei testi delle Litanie di Ra, una raccolta di invocazioni e preghiere alla divinità solare. Il sarcofago gigante è decorata con scene dal Libro di Gates-un testo egiziano che racconta il passaggio di un’anima attraverso il mondo sotterraneo, e viene oggi considerato come uno dei più importanti reperti dal 19 dinastia dell’Egitto. (Scopri i rituali sacri e segreti nel Libro dei Morti.)

Per anni dopo la scoperta, la tomba sarebbe stato identificato con vari governanti. Ma nel 1828 studioso francese Jean-François Champollion decifra geroglifici nella tomba per identificarlo come quella di Seti I. Uno dei più grandi sovrani del 19 ° dinastia, e il padre di Ramses II, Seti I regnò per 11 anni durante i quali ha ampliato l’influenza sud dell’Egitto per la Nubia e nord-est in Siria. Gli archeologi avrebbe poi trovare la mummia del re in Royal Mummy Cache nelle vicinanze, dove era stato spostato nell’antichità per la custodia.

Una maschera di una mummia
La mummia di Seti I è stato rimosso dalla tomba nell’antichità e nascosto nelle vicinanze per la custodia. Estato scoperto nel 1881. Museo Egizio, Il Cairo
Araldo De Luca
Studio della tomba ha proseguito nel prossimo secolo. Nel 1903 Howard Carter, il futuro scopritore della tomba di Tutankhamon nel 1922, ri-scavato la tomba di Seti I con cura meticolosa e metodi accademici per registrare il contenuto della tomba. Più di un secolo dopo, egittologo Zahi Hawass finalmente scavato il tunnel che Belzoni aveva trovato che conduce verso il basso dalla camera sepolcrale. Ha scoperto che termina bruscamente dopo 570 piedi, e ha concluso che potrebbe essere stato destinato a collegare la camera sepolcrale con il regno dei morti. (Short in tempo, Carter quasi non scoprire la tomba di Tutankhamon.)

Dal primo scavo di Belzoni, esposizione agli agenti atmosferici e ai visitatori umani hanno danneggiato la tomba di Seti, ma gli sforzi di conservazione cercare di proteggere e preservare. Nel 2016 la Fondazione Factum utilizzato le ultime tecnologie per la scansione e fotografare l’intero complesso non solo per preservare e studiare le sue opere d’arte, ma anche per creare facsimili di alta precisione che possono essere stampati per erigere modelli full-size della tomba a colori. I visitatori possono sperimentare la maestosità del luogo di riposo di un faraone senza mettere in pericolo l’originale. Lo scavo della tomba è in gran parte completata, ma la sua aura di enigma si soffermerà, a quanto pare, per i secoli a venire.

Una foto di un diorama della lunga tomba di Seti I e tutte le sue camere
IL PIÙ LUNGO TOMBA
A 290 piedi dalla sala d’ingresso alla camera sepolcrale (e un più lontano 570 piedi in forma di tunnel alla fine), la tomba di Seti I (noto come KV17) è la più lunga nella Valle dei Re. Può ospitare funzioni rituali, come la camera ben, e scene da testi funerari egizi. Uno di questi, dal Libro di Gates, raffigura il viaggio di un’anima attraverso il mondo sotterraneo.
STELLA BIANCA
I primi passi
L’ingresso alla porta della tomba di Seti ad una serie di corridoi e camere preliminari. Le pareti di queste camere di apertura sono coperti con una miriade di opere (in forma di rilievi colorati) raffigurano testi funerari centraggio sul dio del sole Re. Uno di questi è il Nuovo Regno Libro di Amduat, che mostra il viaggio compiuto ogni notte da Re. Nel corso di 12 ore, deve superare gli ostacoli utilizzando i testi magici riportati sulle pareti. Le pareti presentano anche testi del Litanie di Ra, una raccolta di invocazioni e preghiere alla divinità solare. I visitatori scendono una rampa di scale e poi procedere attraverso tre corridoi.

Una foto di scale che portano sotterraneo
Una foto di geroglifici egizi di serpenti
A sinistra: ingresso principale alla tomba di Seti nella Valle dei Re.
A destra: Serpents slither in una scena di un testo funerario, il Libro di Amduat, dipinto sulle pareti del passaggio preliminare della tomba di Seti I.
ALAMY / ACI (a sinistra) e Araldo De Luca (DESTRA)
Nella prima camera, Seti posso essere visto saluto dio Re-Horakhty in una scena del Litanie Re, che associa il faraone defunto con le varie forme di dio sole. Una successione di avvoltoi che rappresentano la dea Nekhbet appaiono sul soffitto uno sfondo stellato. Immagini dalla Litania appaiono anche nella seconda scala e raffigurano Re in forme diverse. Il prossimo corridoio raffigura diverse fasi del viaggio notturno del Re sulle pareti destra e sinistra, come raccontato nel libro di Amduat. il viaggio di un visitatore si sofferma poi alla camera di bene, che simboleggia la sepoltura di Osiride, dio degli inferi. Opere qui mostrano gli dei che accolgono il faraone defunto.

I pilastri degli dei
Dopo il Pozzo di Osiride, i visitatori passano in una stanza sorretto da quattro pilastri riccamente decorate. Considerando che i corridoi e le camere preliminari incentrate sul ruolo del dio solare Ra, questo spazio segna un cambiamento di tono ad un tipo di arte che gli storici termine “ctonio” (legato al mondo sotterraneo). L’opera d’arte in questa stanza raffigura scene dal Libro di Gates, un testo funerario che racconta il viaggio del defunto attraverso il mondo sotterraneo, in cui ogni ora della notte è segnata da un cancello fortemente protetta. Anche se il libro di Gates può essere anteriore alla Nuovo Regno, il suo primo utilizzo in una tomba reale si trova nella camera funeraria di Horemheb, l’ultimo faraone della diciottesima dinastia.

Una foto di uno schizzo in bianco e nero di due figure egizi mani che toccano
Una foto di pilastri decorati in una tomba elaborata
Sinistra: La decorazione non finito nella camera di fianco a due pilastri raffigura Maat, la dea della ordine e la giustizia, offrendo un ankh, simbolo di rinascita, al faraone defunto … Leggi di più
Araldo De Luca
Su ogni lato di queste colonne. l’anima del defunto Seti I si consulta con una divinità. Sulla parete posteriore della camera, Seti è accolto da Osiride, dio degli inferi. Una porta conduce ad una camera laterale due pilastri cui pareti sono ricoperte di decorazioni non finiti che sono stati delineati in grande dettaglio, ma il colore non era stato aggiunto quando Seti I entombed. Scale procedono fino ai livelli più bassi della tomba per continuare il cammino verso la camera sepolcrale. (Ecco come fare una mummia in 70 giorni o meno.)

Più vicino alla vita dopo la morte
Scendendo le scale dalla camera di pilastri, i visitatori raggiungono un altro corridoio con le pareti che mostrano Seti I piedi di fronte a una tavola per offerte. Opere sulla parete sinistra mostrano una serie di testi e immagini connessi con l’apertura del rituale bocca, una cerimonia in cui una serie di strumenti rituali vengono applicate ad una somiglianza del defunto per consentire loro di riprendere le facoltà di una vita, che parla , e mangiare di essere nell’aldilà. La cerimonia ha le sue radici nel Regno, ma la sua rappresentazione nella tomba arte è rara. Solo un altro reale Nuovo Regno tomba, quella del 19 ° dinastia regina Tawosret-ha ampi raffigurazioni di esso.

Una foto di una tomba riccamente decorata
La camera sepolcrale alta si apre sulla spettacolo della camera di sepoltura inferiore di Seti. Divinità e costellazioni si stagliano sullo sfondo blu ricco del suo soffitto curvo, che rappresenta la volta dei cieli.
Araldo De Luca
Un passaggio inizia con scale e pitture murali di serpenti alati protezione prima di accedere una sala decorata con più scene di apertura della bocca e estratti dal Litanie dell’occhio di Horus. Questo testo funerario ha permesso al defunto per partecipare ad una serie di offerte al dio. Un’anticamera segue, con mozzafiato dipinti del cielo stellato sul soffitto. Le pitture murali policromi stati notevolmente danneggiati da Belzoni, che ha fatto copie dirette dei rilievi colorati utilizzando stampi cera.

Le camere sepolcrali
Dopo l’anticamera arriva lo splendore del complesso di sepoltura per sé, che avrebbe ospitato la mummia del faraone. Seguendo il precedente stabilito nella tomba di Amenhotep II un secolo prima, la camera è divisa in due sezioni: una camera superiore, originariamente sostenuto da sei pilastri riccamente decorate, e una camera inferiore con un alto soffitto a volta dipinto con raffigurazioni mozzafiato egiziana divinità. Al 20 alto piedi, la struttura curva simboleggia la volta celeste, e una serie di dei e dee può essere visto procedimento verso simboli delle costellazioni dipinte in forma di animali. Le pareti sono decorate con scene dal Libro di Amduat. A presiedere dal punto più alto sulla parete posteriore, la dea Iside allarga le ali.

Una foto di un disegno di un toro in una tomba circondata da geroglifici
Una foto di due pilastri con geroglifici su di esso
A sinistra: Il secondo annesso dispone di diverse divinità in possesso di una mucca, una forma animale di Nut, dea del cielo.
… Leggi di più
Araldo De Luca
Estato qui, in questo splendido soffitto a volta, che Belzoni trovato sarcofago di alabastro vuota di Seti. Alcuni teorizzano che gli antichi saccheggiatori lasciati alle spalle perché la sua massa ha reso quasi impossibile muoversi. Perplessi archeologi per quasi due secoli è il tunnel lungo, incompleto che si estende verso il basso (egittologo Zahi Hawass scavati nelle 2000 e ha scoperto che è andato a nulla). Molti studiosi ritengono che il tunnel discendente lungo aveva lo scopo di creare un collegamento luogo terreno di riposo di Seti con il regno dei morti di gran lunga inferiore. (Isis è stato adorato dall’Egitto in Inghilterra.)

Una foto di una figura blu di un faraone
Faience Ushabti trovato nella tomba di Seti I. British Museum, Londra
Scala, Firenze
Magazzini dei morti
La camera sepolcrale superiore ha due annessi laterali piccole. Quando Howard Carter scoprì la tomba in gran parte intatta di Tutankhamon nel 1922, ha trovato allegati lì che serviva come deposito per l’aldilà. Erano pieni di ceramiche, giochi e cibo anche. Il contenuto allegato della tomba di Seti potrebbero essere contenute oggetti simili che sono stati probabilmente saccheggiati tempo fa. Il primo magazzino è decorato con scene del Libro di Gates, mentre un gemello annesso direttamente opposte mostra scene del Libro della Vacca Celeste, che racconta come la dea Nut salì per creare la volta celeste.

Secondo la storia, quando l’altezza fece barcollare, doveva essere sostenuta da diverse divinità. La camera sepolcrale inferiore ha due annessi. due pilastri di sostegno di una camera quadrata sono coperti con figure, compreso il faraone morto, associato al dio Osiride, e altre immagini dal libro di Amduat. Nella parte posteriore del complesso è un altro ripostiglio decorato. Qui Belzoni trovato il toro mummificato e numerose ushabtis, statuine in legno e ceramica che servirebbe il defunto nell’aldilà.

Tunnel agli inferi
Un misterioso porta di passaggio lungo verso il basso da camere funerarie di Seti I, e per quasi due secoli, nessuno sapeva dove è andato. Nel 1817 Belzoni seguì per un tratto prima di tornare indietro. Speculazione montata che il tunnel, delle sezioni inferiori piene di macerie, potrebbe nascondere il “vero” luogo di riposo del faraone. Nel 1960 un archeologo locale amatoriale si schiarì un aumento di 100 piedi, ma poi ha preso una strada sbagliata e ha perso il corso del passaggio originale.

Infine, nel 2007, un team guidato da antichità egiziane Zahi Hawass capo iniziato tre anni di attenta macerie-clearing. Nel 2010 hanno scoperto il tunnel di 570 piedi di lunghezza è venuto a una brusca fine senza ulteriori camere. Hawass ritiene che il corridoio potrebbe essere stato destinato a collegare la camera sepolcrale agli inferi, ma è stato lasciato incompiuto quando Seti che sono morto.

www.nationalgeographic.com/history/magazine/2020/05-06/pharaoh-seti-painted-tomb-missing-its-mummy/

Amazon e il logo di Amazon sono marchi di Amazon.com, Inc., o delle sue affiliate.