Categories
Uncategorized

UK fossati piani di severi controlli alle frontiere sulle merci UE: rapporti13/06/2020

TheMummichogblog è un partecipante al Amazon Services LLC Associates programma, un programma di affiliazione pubblicitario progettato per fornire un mezzo per siti per guadagnare tariffe pubblicitarie con la pubblicità e il link al amazon.com. Amazon, il logo di Amazon, AmazonSupply, e il logo AmazonSupply sono marchi di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.

UK fossati piani di severi controlli alle frontiere sulle merci UE: rapporti
regime ‘-tocco leggero’ in Gran Bretagna i piani per il periodo post-Brexit

La Gran Bretagna si applicherà “light-touch” i controlli alle frontiere sulle merci provenienti dall’Unione europea, quando il periodo di transizione Brexit si conclude quest’anno per aiutare le imprese colpite dalla crisi coronavirus, rapporti sul Venerdì detto.

--------------------------------------------------------------------------------------------------



Colui che attesta queste cose dice: «Sì, verrò presto!». Amen. Vieni, Signore Gesù.


Subscribe By E-mail:

Enter your email address:

Delivered by FeedBurner



----------------------------------------------------------------------------------------------

I ministri hanno piani piantato in asso per introdurre un regime più rigoroso in seguito alle pressioni da parte delle imprese alle prese con le ricadute della pandemia, secondo il Financial Times e la BBC.

l’economia britannica si è ridotto di oltre un quinto in aprile da marzo – un record – come il primo mese completo della sua attività devastato virus blocco.

Il paese ha formalmente lasciato l’Unione europea il 31 gennaio, dopo 47 anni di appartenenza, ma resta in un periodo di transizione fino al 31 dicembre mantenendolo all’interno del mercato unico e di unione doganale del blocco.

Con colloqui su un nuovo accordo commerciale in fase di stallo, la Gran Bretagna rifiuta offerte all’UE di estendere le modalità di fermo, un passo che avrebbe bisogno di essere concordato entro la fine del mese.

Tuttavia, una fonte del governo ha confermato che sarebbe ora adottare un “approccio pragmatico e flessibile” per beni post-Brexit controlli.

“Ci rendiamo conto l’impatto che ha avuto sulla coronavirus imprese del Regno Unito”, ha detto la fonte.

“Mentre prendiamo il controllo posteriore delle nostre leggi e dei nostri confini, alla fine di questo anno, prenderemo un approccio pragmatico e flessibile per aiutare le imprese adattarsi ai cambiamenti e alle opportunità di essere al di fuori del mercato unico e l’unione doganale.”

Un portavoce del Cabinet Office, che sta conducendo i preparativi, ha osservato il governo ha detto all’inizio di questa settimana che fornirà un aggiornamento sui suoi piani “presto”.

Gabinetto dei Ministri Michael Gove, uno dei principali promotori Brexit, ha presentato proposte nel mese di febbraio per il trattamento di tutte le esportazioni e le importazioni britanniche altrettanto dopo Brexit.

Che avrebbe richiesto i commercianti in Gran Bretagna e l’Unione europea a presentare le dichiarazioni doganali e dei controlli sulle merci viso, che ha detto al tempo erano “necessarie” per proteggere i confini del paese e le tasse Raccogliere.

Ma il FT ha detto Gove ha fatto marcia indietro e ha ora accettato che un “regime di luce-touch temporaneo” nei porti, come Dover sarebbe necessaria.

Il primo ministro britannico Boris Johnson si trova a parlare con i responsabili delle tre principali istituzioni dell’Unione – Commissione, Parlamento e Consiglio – per fare il punto dei negoziati il ​​Lunedi, unendo direttamente i colloqui per la prima volta.

timesofmalta.com/articles/view/uk-ditches-plans-for-strict-border-checks-on-eu-goods-reports.798036?utm_source=tom&utm_campaign=newsletter&utm_medium=email&utm_content=2020-06-13

Amazon e il logo di Amazon sono marchi di Amazon.com, Inc., o delle sue affiliate.