Categories
Uncategorized

UNICEF e OMS chiamata in paesi insulari del Pacifico per rafforzare le politiche di sostituti del latte materno

TheMummichogblog è un partecipante al Amazon Services LLC Associates programma, un programma di affiliazione pubblicitario progettato per fornire un mezzo per siti per guadagnare tariffe pubblicitarie con la pubblicità e il link al amazon.com. Amazon, il logo di Amazon, AmazonSupply, e il logo AmazonSupply sono marchi di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.

UNICEF e OMS chiamata in paesi insulari del Pacifico per rafforzare le politiche di sostituti del latte materno
Le madri sono fortemente incoraggiati a continuare ad allattare durante il COVID-19 pandemia

SUVA, 5 Giugno 2020 – Come la regione del Pacifico lavora sul grado di preparazione e risposta per il COVID-19 pandemia, v’è la necessità di una forte legislazione per le famiglie proteggono da false affermazioni circa la sicurezza e il ruolo di sostituti del latte materno o pratiche di marketing aggressive .
Un nuovo rapporto OMS, UNICEF, e il Baby Food Action Network International (IBFAN) rivela che, nonostante gli sforzi per fermare la promozione dannosa di sostituti del latte materno, paesi insulari del Pacifico hanno poche misure in atto per proteggere i genitori da informazioni fuorvianti.

--------------------------------------------------------------------------------------------------



Nessuno accende una lampada e la copre con un vaso o la pone sotto un letto; la pone invece su un lampadario, perché chi entra veda la luce.

----------------------------------------------------------------------------------------------

UNICEF e OMS incoraggiare le donne a continuare ad allattare al seno durante la COVID-19 pandemia, anche se sono confermati o sospetti COVID-19. Il virus attiva di questa malattia mortale non è stato rilevato nel latte materno di una madre con confermata o sospetta COVID-19. In questo momento, pertanto, non v’è alcuna prova che COVID-19 verrebbe trasmessa attraverso l’allattamento al seno o dando latte materno che è stato espresso da una madre che viene confermato o sospettato di avere COVID-19.

Dei 13 paesi insulari del Pacifico studiati nella relazione, hanno solo quattro in luogo una qualche forma di atto giuridico relativo al Codice Internazionale sulla Commercializzazione dei Sostituti del Latte Materno e le successive risoluzioni adottate dall’Assemblea mondiale della sanità (il Codice). azioni di regolamentazione Tuttavia, solo due di questi quattro paesi, tra Fiji e Palau, hanno preso sostanzialmente allineati al Codice.

UNICEF e l’OMS consiglia vivamente che i bambini essere alimentati solo latte materno per i loro primi sei mesi, dopo di che dovrebbero continuare ad allattare – così come mangiare altri alimenti nutrienti e sicuri – fino a due anni di età o oltre. Il latte materno salva la vita dei bambini in quanto fornisce anticorpi che danno i bambini una spinta sana e li proteggono contro molte malattie infantili.

L’allattamento al seno sotto la minaccia come i sistemi sanitari allungato sottile

I bambini che sono allattati esclusivamente al seno sono 14 volte meno probabilità di morire nei primi sei mesi rispetto ai bambini che non sono allattati al seno. Tuttavia, oggi, solo circa il 50 per cento dei bambini al di sotto di sei mesi e nel Pacifico sono esclusivamente allattati al seno. di marketing inappropriato di sostituti del latte materno continua a minare gli sforzi da UNICEF, OMS e governi insulari del Pacifico a migliorare i tassi di allattamento al seno e la crisi COVID-19 sta intensificando la minaccia.

“Mentre sono stati compiuti progressi, troppi paesi nella regione del Pacifico sono in ritardo nel mettere in atto e far rispettare le misure legali per i bambini proteggere dai sostituti del latte materno”, ha detto Sheldon yett, UNICEF Pacific rappresentante. “Con migliaia di madri nella regione di fronte i sistemi sanitari tesi, paura del contagio e lockdowns con COVID-19, l’UNICEF sta lavorando a stretto contatto con i governi insulari del Pacifico a garantire che si intensificare gli sforzi per garantire che le famiglie ricevono il sostegno di cui hanno bisogno di allattare al seno i loro figli.”

Il Codice disciplina la promozione dei sostituti del latte materno, compresa la pubblicità, i regali agli operatori sanitari e distribuzione di campioni gratuiti. Le etichette non possono fare affermazioni nutrizionali e sulla salute o includere immagini che la Formula idealize infantile. Invece, le etichette devono portare messaggi sulla superiorità dell’allattamento al seno nel corso formula e i rischi di non allattamento al seno.

“Proteggere i genitori dalla promozione di latte formula ingannevole è fondamentale nella nostra regione, in quanto tali mina promozione dell’allattamento al seno”, ha detto l’OMS Rappresentante nel Sud Pacifico, Direttore della Divisione di Supporto Tecnico del Pacifico, il Dr. Corinne Capuano. “Allattamento al seno esclusivo è raccomandato fino a sei mesi di età ed è l’alimento ideale per il neonato”.

L’adozione, il monitoraggio e l’applicazione del Codice è inadeguata nella maggior parte dei paesi insulari del Pacifico. Il rapporto, “Marketing dei sostituti del latte materno: applicazione del Codice Internazionale – Rapporto sullo stato 2020” fornisce informazioni aggiornate sullo stato di attuazione paese, tra cui le misure hanno e non sono stati convertito in legge.

UNICEF e OMS stanno lavorando a stretto contatto con i governi delle isole del Pacifico sul rafforzamento della protezione e sostegno per l’allattamento al seno nel contesto COVID-19, e cautela contro le donazioni inutili e dannosi dei sostituti del latte materno.

I 13 paesi del Pacifico e aree studiate nella relazione figurano: Isole Cook, Stati federati di Micronesia, Fiji, Kiribati, Isole Marshall, Nauru, Niue, Palau, Samoa, Isole Salomone, Tonga, Tuvalu e Vanuatu.

L’allattamento al seno e COVID-19

Le donne con confermata o sospetta COVID-19 può allattare, se vogliono farlo, ma con le dovute precauzioni, tra cui:

Lavarsi frequentemente le mani con acqua e sapone o con base alcolica strofinare mano soprattutto prima di toccare il bambino;
Indossare una mascherina medica durante qualsiasi contatto con il bambino, tra cui mentre l’alimentazione;
Starnuti o tosse in un tessuto. Poi smaltimento immediatamente e lavarsi le mani di nuovo;
Ordinariamente la pulizia e la disinfezione delle superfici dopo toccarli.
Anche se le madri non hanno una mascherina medica, dovrebbero seguire tutte le altre misure di prevenzione dell’infezione quotate e continuare ad allattare.

###

Note per i redattori:

Scarica il rapporto qui

Riguardo chi:

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) è un’agenzia specializzata delle Nazioni Unite per la salute pubblica internazionale. Nel Pacifico, Divisione dell’OMS di supporto tecnico Pacific fornisce una misura, supporto tempestivo ai 21 paesi insulari del Pacifico e aree. La nostra sede principale è a Suva, Fiji, e la Divisione ha altri sei uffici in tutta la regione: Stati Federati di Micronesia, Kiribati, Samoa, Isole Salomone, Tonga e Vanuatu.

Per ulteriori informazioni, contattare:

Dr. Margaret Harris, che a Ginevra, +41 79 290 6688, [email protected]

Sabrina Sidhu, l’UNICEF New York, +1 917 4761537, [email protected]

Zubnah Khan, l’UNICEF Pacifico, Tel: +679 7157586, [email protected]

JIN Ni, l’OMS Pacifico, Tel: +679 7779722, [email protected]

www.who.int/fiji/news/detail/05-06-2020-unicef-and-who-call-on-pacific-island-countries-to-strengthen-policies-on-breast-milk- sostituti

Amazon e il logo di Amazon sono marchi di Amazon.com, Inc., o delle sue affiliate.