4 Il quarto passo di questa scala di amore quello

TheMummichogblog è un partecipante al Amazon Services LLC Associates programma, un programma di affiliazione pubblicitario progettato per fornire un mezzo per siti per guadagnare tariffe pubblicitarie con la pubblicità e il link al amazon.com. Amazon, il logo di Amazon, AmazonSupply, e il logo AmazonSupply sono marchi di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.

4. Il quarto passo di questa scala di amore è quello in cui non v’è causata nell’anima un
sofferenza abituale a causa della Amato, ma senza stanchezza. Perché, come sant’Agostino
dice, l’amore fa tutte le cose che sono grandi, doloroso e oneroso per essere quasi nulla.
Da questo punto la sposa stava parlando quando, desiderando di riuscire a l’ultimo passo, ha detto a
Sposo: ‘mi ha impostato come un sigillo sul tuo cuore, come sigillo sul tuo braccio; per l’amore, cioè il
agire e opera d’amore, è forte come la morte, e l’emulazione e importunity ultima fintanto
hell.’146 Lo spirito qui ha tanta forza che ha sottoposto la carne e prende come poco
conto di come fa l’albero di una delle sue foglie. In nessun modo l’anima qui cerca il proprio
di consolazione o di piacere, sia in Dio, o in altra cosa, né lo fa desiderio o cercano di pregare
Dio per i favori, perché vede chiaramente che ha già ricevuto abbastanza di questi, e tutti i suoi
l’ansia è impostato sulla modalità in cui sarà in grado di fare qualcosa che piace a
Dio e di renderlo un po ‘di servizio come lui meriti e in cambio di ciò che ha ricevuto
da Lui, anche se notevolmente al suo costo. L’anima dice nel suo spirito e cuore: Ah, mio ​​Dio
e Lord! Quanti ce ne sono che vanno a cercare in te la loro consolazione e piacere,
e il desiderio di concedere Te li favorisce e regali; ma coloro che a lungo per fare piacere Te
e per darti qualcosa al loro costo, impostando i propri interessi scorso, sono molto pochi. Il
fallimento, mio ​​Dio, non è nella tua riluttanza a concederci nuovi favori, ma nel nostro trascurano di
utilizzare quelli che abbiamo ricevuto nel Tuo servizio da solo, al fine di limitare te a concessione
loro di noi continuamente. Il superamento alto è questo passo di amore; per, come l’anima va mai dopo
Dio con amore così vero, imbevuto dello spirito di sofferenza per amor Suo, Sua Maestà spesso
e abbastanza abitualmente concede è la gioia, e le visite dolcemente e deliziosamente nello spirito; per il
sconfinato amore di Cristo, la Parola, non può subire le afflizioni del suo amante, senza soccorritrice
lui. Questo Egli afferma attraverso Geremia, dicendo: ‘Io ti ho ricordato, compassionevole
tua giovinezza e la tenerezza, quando sei andato dietro a me nel wilderness.’147 Speaking
spiritualmente, questo denota il distacco che l’anima ha ormai interiormente da ogni creatura,
in modo che appoggi non e in nessun luogo trova tranquillità. Questa quarta fase s’infiamma l’anima e
rende a bruciare in tale desiderio di Dio che induce a montare al quinto, che è quella
che segue.
5. Il quinto passo di questa scala di amore rende l’anima a desiderare e lungo per Dio con impazienza.
Su questo punto la veemenza dell’amante di comprendere l’Amato e si unirà
con lui è tale che ogni ritardo, per quanto breve, diventa molto lungo, faticoso e oppressivo
ad esso, e si crede di essere continuamente trovare l’Amato. E quando si vede la sua volontà
frustrata (che è in quasi ogni momento), si sviene via con la sua struggente, come dice il
Salmista, parlando da questo passaggio, con queste parole: ‘anima mia anela e sviene per le abitazioni
del Lord.’148 In questa fase le esigenze mosto amante vedere ciò che ama, o morire; in questa fase
146 Cantici VIII, 5.
147 Jeremias II, 2.
148 lxxxiii Salmo, 2 [A.V., lxxxiv, 2].

———–

4. The fourth step of this ladder of love is that whereby there is caused in the soul an
habitual suffering because of the Beloved, yet without weariness. For, as Saint Augustine
says, love makes all things that are great, grievous and burdensome to be almost naught.
From this step the Bride was speaking when, desiring to attain to the last step, she said to
the Spouse: ’set me as a seal upon thy heart, as a seal upon thine arm; for love—that is, the
act and work of love—is strong as death, and emulation and importunity last as long as
hell.’146 The spirit here has so much strength that it has subjected the flesh and takes as little
account of it as does the tree of one of its leaves. In no way does the soul here seek its own
consolation or pleasure, either in God, or in aught else, nor does it desire or seek to pray to
God for favours, for it sees clearly that it has already received enough of these, and all its
anxiety is set upon the manner wherein it will be able to do something that is pleasing to
God and to render Him some service such as He merits and in return for what it has received
from Him, although it be greatly to its cost. The soul says in its heart and spirit: Ah, my God
and Lord! How many are there that go to seek in Thee their own consolation and pleasure,
and desire Thee to grant them favours and gifts; but those who long to do Thee pleasure
and to give Thee something at their cost, setting their own interests last, are very few. The
failure, my God, is not in Thy unwillingness to grant us new favours, but in our neglect to
use those that we have received in Thy service alone, in order to constrain Thee to grant
them to us continually. Exceeding lofty is this step of love; for, as the soul goes ever after
God with love so true, imbued with the spirit of suffering for His sake, His Majesty oftentimes
and quite habitually grants it joy, and visits it sweetly and delectably in the spirit; for the
boundless love of Christ, the Word, cannot suffer the afflictions of His lover without succouring
him. This He affirmed through Jeremias, saying: ‘I have remembered thee, pitying
thy youth and tenderness, when thou wentest after Me in the wilderness.’147 Speaking
spiritually, this denotes the detachment which the soul now has interiorly from every creature,
so that it rests not and nowhere finds quietness. This fourth step enkindles the soul and
makes it to burn in such desire for God that it causes it to mount to the fifth, which is that
which follows.
5. The fifth step of this ladder of love makes the soul to desire and long for God impatiently.
On this step the vehemence of the lover to comprehend the Beloved and be united
with Him is such that every delay, however brief, becomes very long, wearisome and oppressive
to it, and it continually believes itself to be finding the Beloved. And when it sees its desire
frustrated (which is at almost every moment), it swoons away with its yearning, as says the
Psalmist, speaking from this step, in these words: ‘My soul longs and faints for the dwellings
of the Lord.’148 On this step the lover must needs see that which he loves, or die; at this step
146 Canticles viii, 5.
147 Jeremias ii, 2.
148 Psalm lxxxiii, 2 [A.V., lxxxiv, 2].

Amazon e il logo di Amazon sono marchi di Amazon.com, Inc., o delle sue affiliate.