5 motivi per cui il dibattito del leader dellunive

TheMummichogblog è un partecipante al Amazon Services LLC Associates programma, un programma di affiliazione pubblicitario progettato per fornire un mezzo per siti per guadagnare tariffe pubblicitarie con la pubblicità e il link al amazon.com. Amazon, il logo di Amazon, AmazonSupply, e il logo AmazonSupply sono marchi di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.

5 motivi per cui il dibattito del leader dell’università è una graffetta campagna

Il dibattito di leader delle elezioni tradizionali di quest’anno all’università di Malta potrebbe non arrivare a passare nel suo solito formato. Il primo ministro Joseph Muscat ha annunciato uno scontro di programmazione e ha confermato che non sarebbe stato in grado di partecipare all’evento.

Se il dibattito non viene spostato (è destinato a capire il martedì 16 maggio), allora sarà la prima volta di tre dibattili elettorali consecutivi che va avanti senza tutti i leader del partito presenti. PN Leader Simon Busuttil, alternativa Demokratika ChairPerson Arnold Cassola e Partit Demokratiku Leader Marlene Farrugia ha tutto confermato che ne faranno parte.

Sia i dibattiti dei leader del 2008 che del 2013 si sono rivelati vivamente, spirititi e persino esplosivi a volte. Chiunque abbia mai partecipato ad aspettare al palpabile impegno politico, inevitabile interazione del pubblico partigiano e agilità con cui i leader devono navigare nel terreno delle preoccupazioni degli studenti.

Ecco perché la cancellazione di un dibattito di un leader completa è una perdita per la campagna elettorale di quest’anno.

1. Gli studenti costituiscono una sana percentuale dell’elettorato
Nel 2016, i dati demografici di Malta hanno dimostrato che l’11,84% della popolazione è stata costituita da persone di età compresa tra i 15 ei 24 anni – circa 49k. Se consideri il fatto che il partito laburista ha vinto l’ultima elezione dei voti 36k, anche la metà o un terzo, di tale demografico potrebbe fare un impatto significativo su questa elezione.

Ciò significa che gli studenti sono una parte super importante dell’elettorato. Sono anche le persone che saranno sicuramente influenzate dal risultato imminente. La loro voce deve essere ascoltata e le loro domande hanno risposto.

Screen Shot 2017 05 12 a 09 40 02
2. I problemi progressivi e le preoccupazioni sono di solito in prima linea nel dibattito
Gli studenti per natura sono giovani e preoccupati di un futuro che si riflette sui loro bisogni emergenti e dei desideri morali. Quindi la discussione dei dibattiti universitari si concentra spesso su problemi più progressivi – il che significa che è probabile che i punti di discussione in questi dibattiti siano spesso i problemi che diventeranno prevalenti nel prossimo futuro.

Nei 2013 dibattito i sindacati civili erano una parte importante della discussione, spargendo una luce migliore su ciascuno dei leader pianificato per guidare la direzione del paese su quel fronte. Joseph Muscat è uscito forte, e quattro anni dopo la progressione delle libertà civili rimane un successo di Keystone per il suo tempo in ufficio.

D’altra parte, anche nel 2013, Lawrence Gonzi è stata presa a compito sulla questione del divorzio – con gli studenti che chiedono come potevano “fidarti di lui dopo aver votato contro la legislazione del divorzio?”. L’oggetto della depenalizzazione della cannabis è stato avvicinato nel dibattito 2013 ed è ora una parte importante del discorso della campagna del 2017.

3. È divertente da guardare
Indipendentemente da dove ti trovi nello spettro politico, il dibattito universitario è una presa, a volte scioccante, un’ora di discussione sincero tra le persone che stanno guidando il paese, e quelle che stanno appena iniziando a scolpire il proprio percorso civico.

È sfrenato, è rumoroso, è scortese. È molto più divertente da osservare di qualsiasi altro evento elettorale da miglia.

4. Livella il campo di gioco
Avere tutte le parti di contestazione incluse in un dibattito è raro – è stata sicuramente una novità nel 2008 quando gli organizzatori hanno insistito per avere tutti e quattro i presenti. Tutti i leader devono rispondere alle stesse domande, tutti sono cronometrati, tutti sono sottoposti al controllo vocale del pubblico appassionato degli studenti.

Questo non accade davvero altrove nella campagna elettorale. Quest’anno, l’alternativa Demokratika viene lasciata fuori dai dibattiti televisivi.

Screen Shot 2017 05 12 a 10 26 29
5. Di solito dà intuizione su ciò che si sente l’intera nazione
Solo guardando l’introduzione al 2008, è irrefutabilmente chiaro dove giacevano le alleanze degli studenti. La sala vibrata con il sostegno PN, e mentre lawrence Gonzi posò assedio sul leader del laburista di Alfred Sant’s Posizione contro l’adesione all’UE e il suo rifiuto di concedere la sconfitta nel referendum, ha certamente il sostegno della stanza.

Nel 2013, lunghe code hanno preso forma al mattino presto, con i canti di “Malta Taghna Lkoll” increspati attraverso la folla degli studenti. Le bandiere sono state distribuite, e in generale, era molto chiaro dove era il sostegno a maggioranza.

Quindi è chiaro che l’esito del dibattito dei leader ha dimostrato di dare un’idea dei sentimenti dell’intera nazione.

 

Questo evento ha ripetutamente scuotere le campagne e dato ai giovani elettori una probabilità di farsi sentire. È un grande barometro turbolento per quello che deve ancora venire nella campagna. Anche se non ne abbiamo bisogno, lo vogliamo.

Cosa ne pensi della rottura del dibattito del solito leader universitario? Facci sapere nella sezione commenti!

5 Reasons The University Leaders’ Debate Is A Campaign Staple


———-

5 Reasons The University Leaders’ Debate Is A Campaign Staple

This year’s traditional election leaders’ debate at the Univeristy of Malta might not come to pass in its usual format. Prime Minister Joseph Muscat has announced a scheduling clash, and confirmed that he would be unable to attend the event.

If the debate isn’t moved (it’s meant to be happening on Tuesday 16th May), then it will be the first time out of three consecutive election debates that it goes ahead without all the party leaders present. PN leader Simon Busuttil, Alternattiva Demokratika chairperson Arnold Cassola, and Partit Demokratiku leader Marlene Farrugia have all confirmed that they’ll be part of it.

Both the 2008 and 2013 leaders’ debates turned out to be lively, spirited, and even explosive at times. Anyone who’s ever attended will attest to the palpable political engagement, inevitable partisan audience interaction, and agility with which the leaders must navigate the terrain of student concerns.

Here’s why the cancellation of a full-blown leaders’ debate will be a loss to this year’s electoral campaign.

1. Students make up a healthy percentage of the electorate
In 2016, Malta’s demographics showed that 11.84% of the population were made up of people aged between 15 to 24 – around 49K. If you consider the fact that the Labour Party won the last election by 36K votes, even half, or a third, of that demographic could make a significant impact to this election.

Amazon e il logo di Amazon sono marchi di Amazon.com, Inc., o delle sue affiliate.