6 Altre volte si tratta di passare che il diavolo

TheMummichogblog è un partecipante al Amazon Services LLC Associates programma, un programma di affiliazione pubblicitario progettato per fornire un mezzo per siti per guadagnare tariffe pubblicitarie con la pubblicità e il link al amazon.com. Amazon, il logo di Amazon, AmazonSupply, e il logo AmazonSupply sono marchi di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.

6. Altre volte si tratta di passare che il diavolo è di tanto in tanto in grado di vedere certi favori
che Dio si compiace di concedere l’anima quando sono concessi su di esso con la mediazione di
un angelo buono; per di quei favori che arrivano attraverso un angelo buono Dio permette abitualmente
il nemico di avere una conoscenza: in parte in modo che egli possa fare ciò che egli può contro di loro secondo
per la misura della giustizia, e che in tal modo egli potrebbe non essere in grado di addurre con verità che
nessuna opportunità gli è data per conquistare l’anima, come ha detto in materia Job.189 Questo
sarebbe il caso se Dio non ha permesso una certa parità tra i due guerrieri, cioè,
l’angelo buono e il cattivo, quando si sforzano per l’anima, in modo che la vittoria dell’una o maggio
essere di maggior valore, e l’anima che è vittorioso e fedele nella tentazione può essere il
più abbondantemente ricompensato.
7. Occorre osservare, pertanto, che è per questa ragione che, nella misura in cui è Dio
guidando l’anima e comunione con essa, Egli dà il permesso diavolo per agire con esso dopo questo
maniera. Quando l’anima ha genuini visioni per la strumentalità del buon angelo (per esso
è da questa strumentalità che abitualmente vengono, anche se Cristo rivelarsi, per
Ha quasi mai appears190 nella sua persona reale), Dio dà anche il permesso di angelo malvagio
presente all’anima false visioni di questo tipo in modo tale che l’anima una che non è
prudenti possono essere facilmente ingannati dal loro aspetto esteriore, come molte anime sono stati. Di
questo c’è una figura in Esodo, 191 dove si dice che tutti i segni genuini che Mosè
battuto sono stati battuto allo stesso modo in apparenza dai maghi del faraone. Se ha portato
rane indietro, li produssero altrettanto; se avesse trasformato l’acqua in sangue, hanno fatto il
stesso.
8. E non solo il maligno imitare Dio in questo tipo di visione del corpo, ma anche lui
imita e interferisce nelle comunicazioni spirituali che arrivano attraverso la strumentalità
di un angelo, quando riesce a vederli, come si dice (per, come said192 lavoro: Omne sublime
videt). Questi, tuttavia, come sono senza forma e nella figura (perché è la natura di spirito
hanno nulla di simile), che non può imitare e contraffatta come quegli altri che si presentano
in alcune specie o figura. E così, al fine di attaccare l’anima, nello stesso modo di quella
in cui esso viene visitato, il suo spirito timoroso presenta una visione simile, al fine di attaccare e
distruggere le cose spirituali con spirituali. Quando questo viene a passare proprio come l’angelo buono è di circa
per comunicare la contemplazione spirituale per l’anima, è impossibile per l’anima al riparo
sé nel segretezza e nascondiglio di contemplazione con rapidità sufficiente per non essere
osservata dal diavolo; e quindi appare ad esso e produce un certo orrore e perturb-
189 i lavori, 1-11.
190 Questo è il parere unanime dei teologi. Alcuni, con San Tommaso (Pt. III, q. 57, a. 6), supporre che
l’aspetto che ha convertito St. Paul vicino a Damasco è stata quella di Nostro Signore Gesù Cristo in persona.
191 Esodo VII, 11-22; viii, 7.
192 Job XLI, 25.

———–

6. At other times it comes to pass that the devil is occasionally able to see certain favours
which God is pleased to grant the soul when they are bestowed upon it by the mediation of
a good angel; for of those favours which come through a good angel God habitually allows
the enemy to have knowledge: partly so that he may do that which he can against them according
to the measure of justice, and that thus he may not be able to allege with truth that
no opportunity is given him for conquering the soul, as he said concerning Job.189 This
would be the case if God allowed not a certain equality between the two warriors—namely,
the good angel and the bad—when they strive for the soul, so that the victory of either may
be of the greater worth, and the soul that is victorious and faithful in temptation may be the
more abundantly rewarded.
7. We must observe, therefore, that it is for this reason that, in proportion as God is
guiding the soul and communing with it, He gives the devil leave to act with it after this
manner. When the soul has genuine visions by the instrumentality of the good angel (for it
is by this instrumentality that they habitually come, even though Christ reveal Himself, for
He scarcely ever appears190 in His actual person), God also gives the wicked angel leave to
present to the soul false visions of this very type in such a way that the soul which is not
cautious may easily be deceived by their outward appearance, as many souls have been. Of
this there is a figure in Exodus,191 where it is said that all the genuine signs that Moses
wrought were wrought likewise in appearance by the magicians of Pharaoh. If he brought
forth frogs, they brought them forth likewise; if he turned water into blood, they did the
same.
8. And not only does the evil one imitate God in this type of bodily vision, but he also
imitates and interferes in spiritual communications which come through the instrumentality
of an angel, when he succeeds in seeing them, as we say (for, as Job said192: Omne sublime
videt). These, however, as they are without form and figure (for it is the nature of spirit to
have no such thing), he cannot imitate and counterfeit like those others which are presented
under some species or figure. And thus, in order to attack the soul, in the same way as that
wherein it is being visited, his fearful spirit presents a similar vision in order to attack and
destroy spiritual things by spiritual. When this comes to pass just as the good angel is about
to communicate spiritual contemplation to the soul, it is impossible for the soul to shelter
itself in the secrecy and hiding-place of contemplation with sufficient rapidity not to be
observed by the devil; and thus he appears to it and produces a certain horror and perturb-
189 Job i, 1-11.
190 Such is the unanimous opinion of theologians. Some, with St. Thomas (Pt. III, q. 57, a. 6), suppose that
the appearance which converted St. Paul near Damascus was that of Our Lord Jesus Christ in person.
191 Exodus vii, 11-22; viii, 7.
192 Job xli, 25.

Amazon e il logo di Amazon sono marchi di Amazon.com, Inc., o delle sue affiliate.