Altri santi Beata Margherita Pole contessa di Sali

TheMummichogblog è un partecipante al Amazon Services LLC Associates programma, un programma di affiliazione pubblicitario progettato per fornire un mezzo per siti per guadagnare tariffe pubblicitarie con la pubblicità e il link al amazon.com. Amazon, il logo di Amazon, AmazonSupply, e il logo AmazonSupply sono marchi di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.

Altri santi: Beata Margherita Pole, contessa di Salisbury (1473 – 1541)

Arundel e Brighton

Margaret Plantagenet era la nipote del re Edoardo IV e nacque nel 1473. Erano tempi difficili. Suo padre, il duca di Clarence, fu giustiziato per tradimento dal re, suo fratello, mentre lei era ancora una bambina. Suo fratello Edoardo di Warwick potrebbe essere stato re d’Inghilterra se non fosse stato per l’istituzione della Casa di Tudor da parte di Enrico VII dopo Bosworth Field nel 1485. Lei stessa avrebbe potuto rappresentare una minaccia per la nuova dinastia, ma invece di farla imprigionare o giustiziare il King ha organizzato il suo matrimonio con un suo fedele sostenitore, Sir Richard Pole. La coppia viveva a Lordington, vicino a Chichester, dove probabilmente nacquero i loro figli, compreso il futuro cardinale.

In poco tempo i polacchi furono assegnati alla famiglia del principe Artù e di sua moglie Caterina d’Aragona. Margaret e Catherine divennero grandi amiche. Ma nel giro di un anno Arthur morì; e in tre anni morì anche suo marito, lasciandola crescere i loro cinque figli. Tuttavia, per un po ‘tutto è andato bene. Margaret ha presentato una petizione con successo per il ripristino dei suoi titoli e proprietà, confiscata presso l’istituto di suo padre, ed è stata ammessa al suo titolo di contessa di Salisbury. Senza dubbio a causa della sua amicizia per la regina Caterina, che Enrico VIII aveva sposato dopo la morte di Artù (con dispensa papale), fu nominata governante e capofamiglia della principessa Maria, (poi regina Maria Tudor). A quel tempo il re diceva che il suo regno non conteneva una donna più nobile della contessa.

Ma nel 1530 arrivò la “grande questione” del re, il suo divorzio dalla regina Caterina. Inutile dire che Margaret disapprovava fortemente, così come il figlio Reginald, che fu costretto a rifugiarsi nel continente dalla rabbia del re. Il divorzio e il matrimonio di Enrico con Anna Bolena portarono l’Inghilterra allo scisma. Il re si sforzò di portare Reginald dalla sua parte, ma ovviamente senza successo. Il suo libro “De unitate” fece infuriare il re, e quando il Papa lo nominò cardinale, quella fu l’ultima goccia. Ha sfogato la sua rabbia sulla famiglia del cardinale. Correva l’anno 1539. Il figlio maggiore di Margaret, Lord Montague, e altri parenti, furono giustiziati per tradimento; e Margaret stessa fu sottoposta a un lungo periodo di interrogatori, prima a casa sua vicino ad Havant, e poi a Cowdray Park vicino a Midhurst, proprietà di uno dei suoi interrogatori, il conte di Southampton. Hanno cercato prove del tradimento, sia con il sostegno di suo figlio il cardinale, sia dimostrando un certo coinvolgimento con la rivolta nota come il pellegrinaggio della grazia.

I rapporti degli interrogatori ci danno qualche indicazione della notevole fermezza di questa anziana signora, ormai prossima ai settant’anni. Non solo i suoi interlocutori non sono riusciti a ottenere alcuna ammissione di colpa, anche dopo un trattamento brutale; è chiaro che entrambi la temevano e la rispettavano a malincuore. Cromwell non fu in grado di processarla per mancanza di prove, così persuase un Parlamento sottomesso ad approvare un Act of Attainder con il quale fu condannata per puro sospetto, senza alcun processo.

La contessa fu portata alla Torre. La condanna per tradimento fu la morte, ma Henry non volle che fosse eseguita e per due anni fu tenuta nella Torre, soffrendo molto per il freddo e l’umidità.

Alla fine fu il fatto del suo sangue reale a determinare la sua esecuzione. Il re temeva una ribellione dei simpatizzanti di York, a seguito di un’insurrezione nel nord. Margherita, l ‘”ultima dei Plantageneti”, deve essere eliminata e lui ne ordina l’esecuzione. Fu decapitata a East Smithfield Green, all’interno del recinto della Torre, il 27 maggio 1541, e sepolta nella cappella di San Pietro ad Vincula.

Ma la causa alla base della sua morte fu senza dubbio il fatto che il re non poteva mettere a tacere l’opposizione nei suoi confronti in Europa, in cui suo figlio il cardinale ebbe una parte così grande, unita al suo stesso rifiuto indomabile, dal momento del divorzio in poi. , per compromettere l’unità della Chiesa. Le sue ultime parole furono: “Beati coloro che soffrono la persecuzione per amore della giustizia”.

La Chiesa le diede formalmente il titolo di Beata nel 1886.

Amazon e il logo di Amazon sono marchi di Amazon.com, Inc., o delle sue affiliate.