Come il divorzio ha cambiato la mia vitaCera una v

TheMummichogblog è un partecipante al Amazon Services LLC Associates programma, un programma di affiliazione pubblicitario progettato per fornire un mezzo per siti per guadagnare tariffe pubblicitarie con la pubblicità e il link al amazon.com. Amazon, il logo di Amazon, AmazonSupply, e il logo AmazonSupply sono marchi di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.

Come il divorzio ha cambiato la mia vita

C’era una volta, in questa isola matrimonio era per sempre: a prescindere di adulterio, abuso o pura negligenza, con l’eccezione dei pochi fortunati che sono riusciti ad ottenere l’annullamento. Prima di 2011 abbiamo avuto nessun divorzio nel nostro piccolo Malta e quelli che vivevano infelicemente mai dopo non ha avuto la possibilità di porre rimedio alla situazione, ad eccezione di vivere come un partito legalmente separato (rimanendo legalmente sposata con il coniuge), separando ufficiosamente o sorridendo e tenendo lo fino a quando uno tirato le cuoia. Per continuare con il nostro sguardo storico al tema, fino al 2014 il Tribunale Ecclesiastico era superiore al maltesi Tribunali in casi annullamento del matrimonio e campi era stato vietato di continuare a sentire i casi di annullamento, se lo stesso caso era stata depositata presso il Tribunale Ecclesiastico.

Andando ancora più indietro nella nostra memoria collettiva, possiamo anche ricordare che chi ha scelto di vivere con qualcuno al di fuori del sacramento del matrimonio se separati o non sposati sono stati definiti come (shock, orrore!) Poġġut con tutto lo stigma che è venuto con esso. Abbiamo fortunatamente percorso una lunga strada, e questo termine dispregiativo è ora evoluto al convivente collaborare con il nostro governo ora fornendo legislazione, diritti e vantaggi per i partner convivente.

Possiamo anche ricordare che chi ha scelto di vivere con qualcuno al di fuori del sacramento del matrimonio se separato o non sposati sono stati definiti come poġġut con tutto lo stigma che è venuto con esso.

torna Way nel 2011 ero in procedimenti di separazione e fu infine si terrà il referendum sul divorzio. Ero eccitato all’idea di fare un ulteriore passo avanti in quello che ho sentito è stato sempre la mia schiena vita da una terribile matrimonio e non vedevo l’ora al voto. Era diventato l’argomento del giorno sul posto di lavoro troppo e la gente era prendere le scommesse sul risultato (ho vinto una torta al cioccolato per il vostro signore e signori di informazione). In occasione del decimo anniversario di questo evento storico, sono orgoglioso di dire che ho beneficiato l’esito di questo referendum da molto di più di una deliziosa torta al cioccolato e io sono molto più felice per questo.

Sarò sempre grato al partito laburista per questa battaglia che ha combattuto a nome mio e quello di ogni persona che soffre di rimanere legati a qualcuno che non solo non amano più, ma chi li aveva messi attraverso un sacco di disagio e di abuso . Questo non è più il tempo in cui il parroco, i vostri parenti o amici ‘’ si può dire per mostrare l’altra guancia e tornare a casa per la persona che ti ha lividi e rotto le ossa. Questo non è più il tempo in cui si deve tornare indietro a qualcuno che ti strappa senza pietà verso il basso con le loro parole, è infedele o semplicemente ignora la vostra esistenza. Questo è il momento in cui è possibile lasciare, riprendere ciò che è tuo insieme con la vostra vita e andare avanti.

Nuove modifiche sono state appena introdotto per cui le coppie separate non sono più necessario attendere quattro anni per ottenere il divorzio. Nei casi in cui sia file di parti per il divorzio, il tempo di attesa sarà ridotto a sei mesi. Mentre in cui v’è un solo parte che chiede il divorzio, il tempo di attesa è stata ora ridotta ad un anno.

Quattro anni sono un tempo molto lungo, ma quando non hai sentimenti per qualcuno, o peggio ancora, questa persona sta attivamente danneggiando voi, si sentono interminabili. Il matrimonio può essere una cosa bella in cui due esseri umani possono scegliere di condividere il bene e il male, avendo le spalle a vicenda e facendo di ogni altro vite migliori. Tuttavia questo è l’ideale e per alcune persone questo non è purtroppo il caso. Quando le cose vanno male, quando non esiste una soluzione e le cose non possono migliorare solo peggio, allora avete bisogno di avere la possibilità di lasciare senza dover attendere per quei quattro lunghi anni.

Così ancora una volta, anche se io sono ora libero, grazie Labour Party perché sono sicuro che questi cambiamenti significativi aiuterà le persone che hanno bisogno di andare avanti e ricostruire le loro vite.

A proposito di Dot Borg: Divorziato, mamma, appassionato lettore e scrittore volte arrabbiato di lavoro. Detesta calzini singoli, soggette ad attacchi di collera della strada e di amnesia selettiva.

How divorce changed my life

———–

How divorce changed my life

Once upon a time, on this island marriage was forever: regardless of adultery, abuse or sheer neglect, with the exception of the lucky few who managed to obtain an annulment. Prior to 2011 we had no divorce in our little Malta and those who were living unhappily ever after had no chance to remedy the situation, except living as a legally separated party (remaining legally married to their spouse), separating unofficially or grinning and bearing it until one kicked the bucket. To continue with our historic glance at the topic, until 2014 the Ecclesiastical Tribunal was superior to Maltese Courts in marriage annulment cases and courts had been prohibited from continuing to hear cases for annulment if the same case had been filed before the Ecclesiastical Tribunal.

Going further back in our collective memories, we can also remember that those who chose to live with someone outside of the sacrament of marriage whether separated or unmarried were defined as (shock, horror!) poġġut with all the stigma that came with it. We have thankfully come a long way and this derogatory term has now evolved to cohabitating partner with our Government now providing legislation, rights and benefits for cohabitating partners.

We can also remember that those who chose to live with someone outside of the sacrament of marriage whether separated or unmarried were defined as poġġut with all the stigma that came with it.

Way back in 2011 I was in separation proceedings and the referendum on divorce was finally being held. I was excited to take a step further in what I felt was getting my life back from a terrible marriage and I was looking forward to voting. It had become the topic du jour at work too and people were taking bets on the outcome (I won a chocolate cake for your information ladies and gentlemen). On the tenth anniversary of this landmark event, I am proud to say that I benefitted from the outcome of this referendum by a lot more than a delicious chocolate cake and I am so much happier for it.

Amazon e il logo di Amazon sono marchi di Amazon.com, Inc., o delle sue affiliate.