E questa la mostra darte contemporanea di Malta st

TheMummichogblog è un partecipante al Amazon Services LLC Associates programma, un programma di affiliazione pubblicitario progettato per fornire un mezzo per siti per guadagnare tariffe pubblicitarie con la pubblicità e il link al amazon.com. Amazon, il logo di Amazon, AmazonSupply, e il logo AmazonSupply sono marchi di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.

E ‘questa la mostra d’arte contemporanea di Malta state aspettando?

Foto: Elisa von Brockdorff

La stagione di caccia di quasi finita, ma stagione artistica è in pieno svolgimento, e calci 2017 con il botto è attesissimo nuovo spettacolo del giovane artista maltese Ryan Falzon, provocatoriamente intitolata ‘abbiamo perso la guerra’.

“Abbiamo perso la guerra è di conflitti su diversi livelli. Un visualizzatore sarebbe delirante se si aspettasse immagini relative alla nozione comune della guerra – che è i soldati e le guerre. L’immaginario presentato è preso in prestito per lo più dalla cultura pop e l’iconografia religiosa, rendendo un linguaggio molto personale che può richiedere un certo tempo per affondare in “. Falzon dice Lovin Malta.

Abbiamo perso la guerra
“Si tratta di perdite che abbiamo a che fare con il quotidiano, situazioni che rendono un individuo indifeso e più spesso deluse; situazioni come cadere dentro e fuori di amore, relazioni fallite, dipendenze, beurocracy … problemi che un individuo non può cambiare sulla sua spontanea volontà “.

Ryan Falzon, artista

Questa mostra che stimola la riflessione si apre questa sera alle Spajzu Kreattiv a La Valletta ed è stato completamente finanziato da The Arts Council, che hanno dato 28enne Falzon carta bianca per la produzione di un enorme corpo di lavoro – e lui è certamente correre con esso.

I suoi due precedenti mostre personali acclamati, Ex Voto nel 2014 e una soluzione rapida: Un Racconto nel 2016 hanno già fatto le onde sulla scena artistica locale. Questa sarà la prima mostra personale di grandi dimensioni dell’artista promettente nello spazio espositivo St James Cavalier, adiacente alla Castiglia – una sede adatta per l’artista ormai apparentemente a sua perfezione sia in stile pittorico e consapevolezza sociale.

L’artista, da Zurrieq, è sempre stato affascinato dal movimento punk, lavorando il patrimonio di classe, e la storia della criminalità organizzata – in particolare come viene rappresentata attraverso il cinema. Egli è particolarmente preso da l’idea di “anti-eroe”, come personaggio di Travis Bickle nel driver pellicola di taxi, dove il carattere tormentato di De Niro afferma notoriamente che “Un giorno una vera e propria pioggia arriverà e pulire questa gentaglia dalle strade. ”

“Nelle opere ci sono continui riferimenti agli inferi, in particolare il glorificato, periodo era di proibizione del 1920 romanzata. Come con tutto il mio lavoro, le influenze locali filtrano sempre attraverso “, spiega.

“Negli ultimi 3 anni, Malta ha visto un aumento noto in quelle che vengono doppiato come esecuzioni‘in stile mafioso’, cioè gli omicidi commessi da sicari professionisti, dove tutto è predeterminato e la massima è fatto per nascondere le prove. Ho guardato anche in altri elementi relativi alla violenza a livello locale, che si trova omicidi commessi negli ultimi 100 anni e violenza politica dal 1950 fino al 1980 “, dice l’artista.

Falzon 1
Così come i signori della droga all’unanimità riconoscibili e gangster adatto, il pubblico maltese potrebbe anche riconoscere alcuni personaggi locali dall’aspetto. Un’altra caratteristica ricorrente, che è molto familiare è il testo in grassetto così prominente nei dipinti dell’artista – simile a quello trovato dipinte su case galleggianti, paese o terreno incolto pareti e dentro garage privati. Ma questi non sono scarabocchiare graffito ordinaria – se si guarda attentamente si decifrare i segreti del mondo sotterraneo che sono così spesso lasciato non non detto, ma non scritta.

Le sue opere in mostra alcuni passatempi sgradevoli trasformati in motivi pop art come la caccia, mangiare fast food, il gioco d’azzardo e l’assunzione di droga. Ma Falzon non sembra essere glorificare o addirittura schiacciante questi comportamenti appresi, semplicemente messa in onda per tutti da vedere attraverso il suo commento contemporarty arte.

Le 24 opere su tela sono bilanciati da qualcuno con un innato senso della composizione e talento per il colore e il contrasto. Il lavoro di Falzon è stata paragonata a quella del compianto artista di strada di New York trasformata famoso neo pittore espressionista Jean Michel Basquiat, che è prossima mostra estiva punto di riferimento nel Barbican Centre di Londra è di essere in attesa di col fiato sospeso per gli appassionati d’arte di tutto il mondo.

Sia Falzon e Basquiat utilizzare colori audaci e testo per navigare e mettono in luce questioni sociali inquietanti a testa, ma una delle principali differenze tra il lavoro di Basquiat e Falzon di è che è molto meno “pazza”. L’artista maltese è molto più controllata, meno scribbly, meno maniacale. Lui è meno impulsivo e consapevole di ogni pennellata. Lo stile “ingenuo” è ingannevole, è un pittore calcolato e commentatore. E come Basquiat notoriamente messo: “Che ci crediate o no posso effettivamente disegnare”.

artista Foto
Le opere in ‘abbiamo perso la guerra’ a volte sono scomodi da decodificare. iconografia religiosa si contrappone con le armi, e alcuni dei affronta temi di lavoro particolarmente difficile da digerire – storie vere orribili e leggende metropolitane che sono radicate nella nostra piccola isola psiche. C’è un forte senso di “Ha appena vernice che?” che è sicuro di ripple attraverso il pubblico mostra – ma questo è esattamente quello che dovrebbe evocare Fine Art – emozione. Anche se ti fa sentire male. Soprattutto se ti fa fisicamente rabbrividire.

Falzon instists lui non fa nulla per shock per il bene di scioccante.

“Non v’è alcun fattore di shock”, dice Lovin Malta. “Il pubblico non è defibrillabile più – chiunque tenti cioè su un percorso perdente”.

Falzon 2
Il che è ovviamente vero in un nell’era digitale in cui ci sono sicuramente insensibili ai temi orribili a causa di sovraesposizione nei media. Nel 2017 siamo in grado di sfiorare straziante storia di notizie e le foto di guerra, la sofferenza … immaginario Anche di corpi morti o nostre celebrità preferite nudi non ci può scuotere ora. Cosa c’è forse più scioccante è l’esistenza del lavoro stesso – è fantastico avere un così grande mostra d’arte contemporanea maltese.

In un mondo così ossessionato gridando “notizie false”, le teorie della cospirazione e scandali di corruzione, il lavoro di Falzon è più attuale e all’unanimità “reale” – non si può discutere veramente con esso. Sappiamo tutti che questa roba va avanti e va avanti da secoli. Invece di ossessivamente leggendo le notizie, che non sembra mai andare a fondo di qualsiasi cosa, in realtà, è sicuramente vale la pena un viaggio viaggio in Valletta a confrontarsi con le interpretazioni di Falzon faccia su. Merda come questo non avviene molto spesso.

Amazon e il logo di Amazon sono marchi di Amazon.com, Inc., o delle sue affiliate.

http://xzh.i3geek.com