Expats maltesi seriamente preoccupati di Malta Sna

TheMummichogblog è un partecipante al Amazon Services LLC Associates programma, un programma di affiliazione pubblicitario progettato per fornire un mezzo per siti per guadagnare tariffe pubblicitarie con la pubblicità e il link al amazon.com. Amazon, il logo di Amazon, AmazonSupply, e il logo AmazonSupply sono marchi di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.

Expats maltesi seriamente preoccupati di Malta Snap Elezione

Il primo ministro Joseph Muscat ha annunciato un gioco da ragazzi elezioni generali nel corso della riunione di massa di ieri, e finalmente abbiamo una data; Sabato 3 giugno.

Come con le elezioni precedenti, un numero significativo di persone maltesi sono attualmente vive all’estero, e gravi preoccupazioni sono state sollevate sulle implicazioni pratiche ed economiche di come essi saranno votazioni.

“E ‘tempo per i nostri leader-politici da tutti i lati-per garantire che il nostro diritto di voto è protetto, mentre allo stesso tempo salvaguardando prezioso denaro dei contribuenti,” una persona ha dichiarato un paio d’ore dopo lo snap elezioni generali è stato chiamato.

Questa mattina, il gruppo di Facebook elettori maltesi all’estero inviato via email una lettera al Primo Ministro, altri leader politici, e un certo numero di case di mezzi una lettera che il motivo per cui si sentono come il sistema attuale per gli espatriati di voto è uno sforzo inutile per i soldi dei contribuenti, anche specificando cosa si potrebbe fare per risolvere questo.

Per ultimo referendum di Malta relativo caccia primaverile nel 2015, un importo complessivo di € 1,1 milioni sono stati spesi 1.346 volare popolo maltese a casa per esprimere il loro voto. Oltre a questo, ogni elettore ha pagato € 70 … il doppio del prezzo pagato durante le elezioni generali 2013 di. “I costi non sono insignificanti – per tutte le persone coinvolte”, il post ha continuato. Allora, una petizione per fare un sistema di absentee ballot un elemento chiave della campagna elettorale ha ricevuto 1.330 sostenitori.

Screen Shot 2017 05 02 A 12 08 51
La lettera prosegue dettaglio gli effetti negativi che i voli agevolati elettorali hanno sul turismo, visto che avrebbero spostare i visitatori stranieri per le nostre isole … soprattutto durante l’alta stagione estiva.

Ma la parte più importante di tutta la lettera (che ha una lista completa dei cofirmatari previsti) è i suggerimenti che fornisce. “Nel breve termine, il nostro paese dovrebbe mettere in atto ciò che gli altri hanno fatto decenni fa, e consentire elettori all’estero di votare in un’ambasciata di loro scelta. In alternativa, e come è anche il caso in altri paesi-elettori dovrebbero essere in grado di ricevere e esprimere il proprio voto per posta. Nel medio termine, dobbiamo sfruttare avanza che già consentono un sistema elettronico di voto per gli elettori eleggibili residenti all’estero, se non l’intero corpo elettorale “.

Come la lettera afferma chiaramente nelle sue parole conclusive “a seconda di quale percorso che stiamo perseguendo, non abbiamo bisogno di reinventare la ruota.”

Lm Foto di presentazione 171
Quale opzione dovrebbe Malta implementare per questa elezione? Fateci sapere nei commenti qui sotto.

Maltese Expats Seriously Concerned About Malta’s Snap Election

———–

Maltese Expats Seriously Concerned About Malta’s Snap Election

Prime Minister Joseph Muscat announced a snap general election during yesterday’s mass meeting, and we finally have a date; Saturday 3rd June.

As with previous elections, a significant number of Maltese people are currently living abroad, and serious concerns have been raised on the practical and economic implications of how they’ll be voting.

“It is time for our political leaders—from all sides—to ensure that our right to vote is protected, while at the same time safeguarding precious taxpayer money,” one person stated a couple of hours after the snap general election was called.

This morning, the Facebook group Maltese Voters Abroad emailed a letter to the Prime Minister, other political leaders, and a number of media houses a letter detailing why they feel like the current system for expats to vote is an unnecessary strain on taxpayer money, also detailing what could be done to solve this.

For Malta’s last referendum concerning spring hunting in 2015, a total amount of €1.1 million was spent flying 1,346 Maltese people home to cast their vote. Apart from that, each voter paid €70… double the price paid during 2013’s general election. “The costs are not insignificant – for all involved,” the post continued. Back then, a petition to make an absentee ballot system a key part of the general election campaign received 1,330 supporters.

Screen Shot 2017 05 02 At 12 08 51
The letter goes on to detail the negative effects that subsidised election flights have on tourism, seeing as they would displace foreign visitors to our islands… especially during summer’s peak season.

But the most important part of the whole letter (which has a full list of co-signatories provided) is the suggestions it provides. “In the short-term, our country should put in place what others did decades ago, and allow eligible voters abroad to vote in an embassy of their choice. Alternatively—and as is also the case in other countries—voters should be able to both receive and cast their ballot through the post. In the medium-term, we should harness IT advances that already enable an electronic voting system for eligible voters living abroad, if not the entire electorate.”

As the letter clearly states in its concluding words, “whichever route we pursue, we need not reinvent the wheel.”

Lm Featured Image 171
Which option should Malta implement for this election? Let us know in the comments below.

Maltese Expats Seriously Concerned About Malta’s Snap Election

———–

Expats Maltese Ngokuzimisela Uyashiseka Mayelana Malta sika Snap Ukhetho

UNdunankulu Joseph Muscat wamemezela ngesankahlu ukhetho jikelele ngesikhathi mass umhlangano izolo, futhi thina ekugcineni babe usuku; NgoMgqibelo 3rd June.

Njenganoma olwedlule, nabaningi abantu Maltese Okwamanje ukuyohlala kwelinye izwe, futhi ukukhathazeka sina baye bakhuliswa lezinyathelo okusebenzayo kanye nezomnotho ukuthi bazoba ukuvota.

“Sekuyisikhathi sokuba abaholi wethu-kusukela zezombusazwe zonke izinhlangothi-ukuqinisekisa ukuthi ilungelo lethu lokunqaba ukuthi ivote ivikelwe, kuyilapho ngesikhathi esifanayo ulonda imali wentela eziyigugu,” umuntu oyedwa kushiwo kwamahora ambalwa ngemuva ngesankahlu ukhetho Kwabizwa.

Lokhu ekuseni, iqembu Facebook Abavoti Maltese Phesheya nge-imeyili incwadi eya UNdunankulu, abanye abaholi kwezepolitiki ukuthi, futhi eziningi izindlu abezindaba incwadi elinemininingwane kungani benomuzwa wokuthi isimiso samanje ngoba expats ivoti kuyinto uhlobo engadingekile wentela imali, futhi elinemininingwane yini eyayingenziwa ukuxazulula lokhu.

Ukuze inhlolovo Malta lokugcina ngokuphathelene entwasahlobo yokuzingela 2015, inani ingqikithi € 1.1 million usetshenziselwe flying 1.346 abantu Maltese ekhaya ukuze ufake ivoti yabo. Ngaphandle kwalokho, Umvoti ngamunye ikhokhwe € 70 … kabili inani elikhokhiwe ngesikhathi 2013 sika ukhetho jikelele. “Izindleko zibalulekile – kubo bonke ababehilelekile,” okuthunyelwe baqhubeka. Emuva ngaleso sikhathi, uhlu lwezikhalazo ukwenza uhlelo obengekho lokuvota yingxenye esemqoka jikelele umkhankaso wokhetho wathola abasekeli 1.330.

Amazon e il logo di Amazon sono marchi di Amazon.com, Inc., o delle sue affiliate.