generazione giornaliera di nuova acqua raggiunge i

TheMummichogblog è un partecipante al Amazon Services LLC Associates programma, un programma di affiliazione pubblicitario progettato per fornire un mezzo per siti per guadagnare tariffe pubblicitarie con la pubblicità e il link al amazon.com. Amazon, il logo di Amazon, AmazonSupply, e il logo AmazonSupply sono marchi di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.

generazione giornaliera di nuova acqua raggiunge i 4,2 milioni di litri

Acqua. Una risorsa naturale così vitale per il nostro pianeta che non ci può essere vita senza di essa. Nel corso dei decenni la sicurezza idrica è diventato più importante e come la popolazione di Malta è cresciuto in modo esponenziale, la dipendenza è aumentato.

Nel corso degli anni, Malta ha dovuto diventare creativi di rispondere alla crescente domanda da acque sotterranee – la risorsa unica naturalmente rinnovabile di acqua dolce che abbiamo – non era più sufficiente. Malta si rivolse a impianti di dissalazione, per desalinizzare l’acqua di mare.

Durante gli anni ’80 e ’90, nonostante la messa in cinque impianti, la produzione di acqua da queste piante non è stato sufficiente a soddisfare la domanda municipale. Poiché la domanda è aumentata, così ha fatto l’energia necessaria per la produzione e distribuzione di acqua potabile. La forte domanda di fornitura di acqua è stata ulteriormente contestata da perdite d’acqua in tutto il sistema, spingendo l’isola di lanciare un programma a livello nazionale per individuare e chiudere le perdite.

Oggi, il consumo di acqua è pari a circa 110 litri per persona al giorno, e il lavoro per migliorare la gestione delle acque non accenna a diminuire con la fase presa sostenibilità centrale.

progetto nazionale di The Water Services Corporation per produrre ‘New Water’ ha lo scopo di fornire acqua agli agricoltori e il settore agricolo.

Attraverso tre impianti di lucidatura – a Ras di Gozo il-hobz, IC-Ċumnija in Mellieha e Ta’Barkat in Xghajra – acque reflue trattate è stato trasformato in alta qualità, l’acqua di seconda classe. Gli agricoltori hanno riferito che beneficia di rendimenti più elevati. A differenza di acque sotterranee, nuova acqua non contiene alcuna salinità.

TheJournal.mt è informato che la produzione di nuova acqua da questi tre impianti è stimata a stare a circa 4,2 milioni di litri di acqua al giorno, equivalenti a quasi due piscine Olmypic dimensioni.

“La produzione di nuova acqua è stimato a stare a circa 4,2 milioni di litri al giorno, equivalenti a quasi due piscine Olmypic dimensioni.”

L’acqua è prodotto da sofisticate osmosi inversa e macchinari ultra-filtrazione garantire la qualità e la sicurezza del prodotto. Inoltre, un certo numero di serbatoi a Malta e Gozo sono in fase di restauro o costruzione, e una nuova rete di distribuzione di acqua dedicato di circa 60 km è stato definito attraverso le isole maltesi.

Nuova acqua viene erogata attraverso dispensatori elettronici, di cui circa 400 saranno infine incaricato di clienti raggiungere tutte le principali aree agricole. Utilizzando i fondi UE, il progetto aiuterà anche a gestire meglio la falda acquifera.

Progetti simili sono in corso nel sud dell ‘isola, con cinque serbatoi di essere riabilitati e tetto-over per garantire la sicurezza e la qualità dell’approvvigionamento. La capacità di memoria totale disponibile è di circa 12.000 metri cubi. Alcuni 70 km di tubi dedicati vengono licenziati per la fornitura di migliaia di metri cubi al giorno di acqua di alta qualità agli agricoltori nelle zone di Marsaxlokk, Żejtun, Marsascala, Xghajra, Żabbar e Kalkara.

Non esiste un’unica soluzione per garantire l’uso sostenibile dell’acqua. Abbiamo visto diverse campagne di sensibilizzazione a contribuire ad aumentare tra il grande pubblico e per aumentare l’efficienza nelle operazioni di lavoro. la storia dell’acqua di Malta continua a crescere con ogni criterio che si adotta. Nel frattempo, tutti noi possiamo fare la nostra parte per conservare questa risorsa vitale per le generazioni future.

Daily generation of New Water reaches 4.2 million litres

———–

Daily generation of New Water reaches 4.2 million litres

Water. A natural resource so vital for our planet that there can be no life without it. Over decades water security became more important and as the Maltese population grew exponentially, the dependence on it increased.

Throughout the years, Malta had to become creative to respond to growing demand as groundwater – the only naturally renewable freshwater resource we have – was no longer enough. Malta turned to desalination plants, to desalinate seawater.

During the 80s and 90s, despite commissioning five plants, the water production from these plants was not sufficient to meet municipal demand. As the demand increased, so did the energy needed for the production and distribution of drinking water. The high demand for water supply was further challenged by water leakages across the system, pushing the island to launch a nation-wide programme to detect and close off leakages.

Today, water consumption stands at around 110 ltrs per person per day, and the work to improve water management continues unabated with sustainability taking centre stage.

The Water Services Corporation’s national project to produce ‘New Water’ is aimed at supplying water to farmers and the agricultural sector.

Through three polishing plants – at Gozo’s Ras il-Ħobż, Iċ-Ċumnija in Mellieħa and Ta’ Barkat in Xgħajra – treated sewage is being turned into high-quality, second-class water. Farmers have reported benefitting from higher yields. Unlike groundwater, new water does not contain any salinity.

TheJournal.mt is informed that the production of new water from these three plants is estimated to stand at around 4.2 million litres of water daily, equivalent to almost two Olmypic-sized pools.

“The production of new water is estimated to stand at around 4.2 million litres daily, equivalent to almost two Olmypic-sized pools.”

This water is produced by sophisticated reverse osmosis and ultra-filtration machinery ensuring product quality and security. Moreover, a number of reservoirs in Malta and Gozo are being restored or built, and a dedicated new water distribution network of around 60 km is being laid across the Maltese Islands.

New water is being dispensed through electronic dispensers, of which around 400 will eventually be commissioned to reach clients all over the main agricultural areas. Using EU funds, the project will also help to better manage the aquifer.

Similar projects are being carried out in the South of the island, with five reservoirs being rehabilitated and roofed-over to ensure security and quality of supply. The total storage capacity available is around 12,000 cubic metres. Some 70km of dedicated pipes are being laid to supply thousands of cubic metres per day of high-quality water to farmers in the areas of Marsaxlokk, Żejtun, Marsascala, Xgħajra, Żabbar and Kalkara.

Amazon e il logo di Amazon sono marchi di Amazon.com, Inc., o delle sue affiliate.