Hanno un grande interesse a stare insieme Hanno sc

TheMummichogblog è un partecipante al Amazon Services LLC Associates programma, un programma di affiliazione pubblicitario progettato per fornire un mezzo per siti per guadagnare tariffe pubblicitarie con la pubblicità e il link al amazon.com. Amazon, il logo di Amazon, AmazonSupply, e il logo AmazonSupply sono marchi di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.

“Hanno un grande interesse a stare insieme. Hanno scritto un #accordo che li avvantaggia”. #maltawinds #G7Summit #poverty #rich #nations #tax #corporate
https://t.co/Q6N5OfQON8

Facebook

LinkedIn

Twitter

maltawinds.com

La voce dell’economia

Menù

Salta al contenuto

MenuHomeAboutNotizie localiNotizie internazionaliOpinioneDemia on SundaysDemeterBusinessSatire on SundayCerca

I gruppi anti-povertà criticano i paesi ricchi per l’accordo fiscale del G7

INSERITO DA VENTO IL 7 GIUGNO 2021 IN NOTIZIE INTERNAZIONALI

Lunedì gli attivisti contro la povertà hanno criticato un accordo raggiunto da sette paesi ricchi per imporre una tassa minima alle società multinazionali, affermando che andrebbe a beneficio delle nazioni ricche a spese dei poveri.

I ministri delle finanze del Gruppo delle sette economie avanzate hanno concordato sabato di sostenere la creazione di un’aliquota minima globale dell’imposta sulle società di almeno il 15%, con l’obiettivo di spremere più denaro dalle multinazionali come Amazon e Google e ridurre il loro incentivo a spostare i profitti verso paradisi offshore a bassa tassazione.

Oxfam ed Eurodad, una rete di agenzie di sviluppo, hanno affermato che il nuovo regime autorizzerebbe i paesi di origine delle grandi aziende, spesso negli Stati Uniti o in Europa, a una quota maggiore della tassa, lasciando poco agli stati poveri in cui operano anche le multinazionali.

“Il G7 è un piccolo club di paesi ricchi e potenti”, ha affermato Tove Ryding di Eurodad. “Hanno un grande interesse a stare insieme. Hanno scritto un accordo che li avvantaggia”.

Christian Hallum, un esperto fiscale di Oxfam, ha dichiarato: “È decisamente sbilanciato verso i ricchi e ingiusto verso i poveri”.

Ha detto che un paese che ospita la sede di una società ha avuto più peso nello schema, aggiungendo: “Questo vedrà un massiccio trasferimento di denaro verso i paesi ricchi”.

Questa critica è stata ripresa dal Tax Justice Network, un gruppo di campagne di riforma, che ha anche affermato che l’accordo è ingiusto.

Ryding di Eurodad ha affermato che sebbene molti paesi più piccoli potrebbero essere spinti ad accettare i termini, quelli più grandi come l’India potrebbero resistere.

L’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico, che ha contribuito a promuovere una più ampia riforma fiscale, ha negato che l’accordo possa ingiustamente avvantaggiare gli Stati Uniti.

Un recente studio ha suggerito che l’Unione europea potrebbe ottenere 50 miliardi di euro in più di tasse dalle multinazionali se fosse concordata un’imposta sulle società globale minima del 15%.

La proposta fa parte di una rielaborazione delle regole per tassare le multinazionali e le grandi aziende tecnologiche come Alphabet e Facebook, che ora pagano spesso pochissime tasse, nonostante enormi entrate, aprendo uffici in paesi a bassa tassazione come Irlanda, Lussemburgo o Olanda.

PUBBLICATO IN NOTIZIE INTERNAZIONALI | AZIENDE TAGATE, PAESI, G7, MULTINAZIONALI, OXFAM, POVERTÀ, RICCHI, FISCALE

Circa l’autore

Vento

Articoli correlati

Il premier britannico Boris Johnson invita il G7 a vaccinare il mondo entro la fine del 2022→

L’Europa saluta la “rivoluzione fiscale” dopo che il G7 ha siglato un accordo sul tasso del 15%→

Ministri della Salute del G7 per accelerare la cooperazione contro le future pandemie→

La Gran Bretagna ospita il vertice sulla salute del G7 in mezzo alle pressioni per ampliare l’accesso al vaccino COVID→

lascia un commento

Commento

Nome *

E-mail *

Sito web

POST

COMMENTI

TAG CLOUD

I gruppi anti-povertà criticano i paesi ricchi per l’accordo fiscale del G7

7 GIUGNO 2021 / VENTO

La Slovacchia diventa la seconda nazione dell’UE a utilizzare il vaccino russo Sputnik V

7 GIUGNO 2021 / VENTO

I lavori sulla prima osmosi inversa di Gozo entrano nella fase finale

7 GIUGNO 2021 / VENTO

Elezioni in Messico: un uomo lancia la testa mozzata al seggio elettorale mentre i cartelli della droga intensificano gli attacchi

7 GIUGNO 2021 / VENTO

Zero casi: la prima volta dall’estate del 2020

7 GIUGNO 2021 / VENTO

Joseph Tabone su Nei suoi ultimi giorni come POTUS, Trump… Trump verrà bocciato…

Joseph Tabone su Moviment Graffitti in forte opposizione allo scandaloso… Perché le obiezioni? Se la…

Joseph Gatt su Il governo si impegna a sostenere Malta… Sia l’avvio dell’attività (B…

Testi in hindi sul Il bilancio delle vittime di infermiere per COVID-19 colpisce il… Stavo cercando…

Mehfooz Roy sulle elezioni presidenziali statunitensi: Biden guida i sondaggi in… Pensi davvero che Joe assonnato…

aviazione banca Bitcoin blockchain Boris Johnson BOV brexit business Cina cambiamento climatico COVID-19 criptovaluta Donald Trump BCE economia Istruzione ambiente UE zona euro Europa Commissione europea Parlamento europeo Unione europea Eurostat eurozona Eurozona eurozona investimenti Francia Germania governo tecnologia alta politica viaggiare Regno Unito Stati Uniti vaccino OMS

CALENDARIO NOTIZIE

GIUGNO 2021MTWTFSS 123456789101112131415161718192021222324252627282930 « maggio

Facebook

LinkedIn

Twitter

 

 

 

 

 

Copyright © 2016 MaltaWinds.com

Menù

Di

Casa

Amazon e il logo di Amazon sono marchi di Amazon.com, Inc., o delle sue affiliate.