I genitori in Italia non devono pi sostenere finan

TheMummichogblog è un partecipante al Amazon Services LLC Associates programma, un programma di affiliazione pubblicitario progettato per fornire un mezzo per siti per guadagnare tariffe pubblicitarie con la pubblicità e il link al amazon.com. Amazon, il logo di Amazon, AmazonSupply, e il logo AmazonSupply sono marchi di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.

I genitori in Italia non devono più sostenere finanziariamente i loro figli adulti, le regole di corte
Con Livia Borghese e Nicola Ruotolo, CNN

(CNN) italiani giovani adulti non hanno il diritto automatico di sostegno finanziario da parte dei genitori, anche se non sono finanziariamente indipendenti, l’Italia di Corte Suprema ha stabilito.

In una sentenza del luglio – reso pubblico Venerdì – il tribunale di Roma ha condannato il fascino di un 35-year-old insegnante di musica a tempo parziale che ancora aspetta il sostegno finanziario dai suoi genitori, sostenendo che il suo reddito annuo di 20.000 euro ( circa $ 24.000), non era adeguata.
“Ridurre le sue ambizioni adolescenziali” il bambino adulto “è destinata a trovare un modo per auto-sostenersi” giudice Maria Cristina Giancola, che ha presieduto il pannello della corte, ha scritto.
L’Italia si prepara a tornare a scuola … con seghe
L’Italia si prepara a tornare a scuola … con seghe
La sentenza della Corte Suprema conclude un caso di cinque anni, e di una prima sentenza di un giudice in Toscana, che ha affermato il diritto della ricorrente di ottenere un assegno mensile di 300 euro (circa $ 360) dai suoi genitori.
Mentre un bambino con disabilità fisica o mentale ha una protezione specifica nel sistema giuridico italiano, Giancola ha scritto, il sostegno finanziario dei genitori “non può continuare a tempo indeterminato”, se questo non è il caso.
Il giudice ha anche osservato che le difficoltà nel trovare un lavoro che soddisfi le aspettative professionali non è una scusa. Giancola ha detto: “La (adulto) deve bambino in ogni caso cercare attivamente un posto di lavoro al fine di garantire un sostentamento indipendente”.
Secondo uno studio 2019 presso l’Istituto Italiano Nazionale di Statistica (Istat), un po ‘64,3% dei giovani adulti italiani di età compresa tra 18 e 34 ancora vivo tra a casa con i loro genitori.
Di questi giovani adulti, solo il 36,5% sono studenti e il 38,2% sono impiegati, mentre il 23,7% è in cerca di un posto di lavoro, lo studio ha trovato.
La disoccupazione giovanile è pari a circa il 30% tra gli italiani tra i 15 ei 24 anni, secondo l’Istat.
Tourist scatta le dita dei piedi fuori statua del 19 ° secolo, mentre posa per la foto
Tourist scatta le dita dei piedi fuori statua del 19 ° secolo, mentre posa per la foto
Gian Ettore Gassani, capo della Associazione Italiana Avvocati matrimoniali, ha accolto con favore la decisione della corte.
“E ‘una frase culturale, pedagogico, è un avvertimento per tutti in questo paese”, ha detto Gassani CNN in un’intervista telefonica, aggiungendo che incoraggerà i giovani “a camminare con le proprie gambe.”
Ci sono centinaia di migliaia di casi simili, l’avvocato ha detto, aggiungendo che una delle tre richieste di divorzio sono legati al sostegno finanziario dei figli adulti della coppia.
La corte, Gassani ha detto, “ha messo dei limiti per evitare la richiesta sempre più infinita di sostegno finanziario anche da parte dei bambini nei loro anni quaranta.”
“L’Italia non è l’unico paese a sperimentare queste richieste da figli adulti” Gassani ha detto, citando statistiche simili nei paesi dell’Europa meridionale come la Spagna e la Francia, “ma è definitivamente il peggiore.”
Il fenomeno è così familiare in Italia che l’ex primo ministro Mario Monti soprannominato lo “bamboccioni”, che significa “bamboccioni”, per identificare la generazione di giovani italiani che vivono ancora a casa nella loro fine degli anni trenta.
“I giovani italiani devono essere più coraggiosi, deve trovare la volontà di prendere rischi”, ha detto Gassani, aggiungendo, “ma questo è difficile se tua mamma continua a voi portare una tazza di caffè a letto ogni mattina.”

https://edition.cnn.com/2020/08/18/europe/italy-adult-child-finance-intl-scli/index.html
———-

Parents in Italy no longer have to financially support their adult children, court rules
By Livia Borghese and Nicola Ruotolo, CNN

(CNN)Italian young adults do not have the automatic right to financial support from their parents, even if they aren’t financially independent, Italy’s Supreme Court has ruled.

In a judgment from July — made public Friday — a court in Rome ruled against the appeal of a 35-year-old part-time music teacher who still expected financial support from his parents, claiming that his annual income of 20,000 euros (about $24,000) was not adequate.
“Reducing his adolescent ambitions” the adult child “is bound to find a way to self-support himself” judge Maria Cristina Giancola, who chaired the panel of the court, wrote.
Italy prepares to return to school … with saws
Italy prepares to return to school … with saws
The Supreme Court sentence concludes a five-year case, and a first ruling from a judge in Tuscany, which affirmed the right of the plaintiff to get a monthly allowance of 300 euros (about $360) from his parents.
While a child with physical or mental impairment has specific protection in the Italian law system, Giancola wrote, the financial support of parents “cannot continue indefinitely” if this is not the case.
The judge also noted that the difficulties in finding a job that meets professional expectations is no excuse. Giancola said: “The (adult) child must in any case actively search for a job to ensure an independent livelihood.”
According to a 2019 study from the Italian National Institute of Statistics (Istat), some 64.3% of Italy’s young adults between the ages of 18 and 34 still live at home with their parents.
Of these young adults, only 36.5% are students and 38.2% are employed, while 23.7% are in search of a job, the study found.
Youth unemployment stands at around 30% among Italians between 15 and 24 years old, according to Istat.
Tourist snaps the toes off 19th-century statue while posing for photo
Tourist snaps the toes off 19th-century statue while posing for photo
Gian Ettore Gassani, head of the Italian Association of Matrimonial Lawyers, welcomed the court’s decision.
“It’s a cultural, pedagogical sentence, it is a warning for everyone in this country,” Gassani told CNN in a phone interview, adding that it will encourage young people “to walk on their own legs.”
There are hundreds of thousands of similar cases, the lawyer said, adding that one of three divorce claims are related to the financial support of the couple’s adult children.
The court, Gassani said, “has put some limits to avert the always more endless request of financial support also by children in their forties.”
“Italy is not the only country to experience these requests from adult children” Gassani said, quoting similar statistics in southern European countries such as Spain and France, “but it’s definitively the worst.”
The phenomenon is so familiar in Italy that former Prime Minister Mario Monti nicknamed it “bamboccioni,” meaning “big babies,” to identify the generation of young Italians who still live at home in their late thirties.
“Italian young people must be more courageous, must find the will to take risks,” Gassani said, adding, “but that’s difficult if your mum keeps on bringing you a cup of coffee to bed every morning.”

Amazon e il logo di Amazon sono marchi di Amazon.com, Inc., o delle sue affiliate.