Instagram per i bambini sulla buona strada Aye o

TheMummichogblog è un partecipante al Amazon Services LLC Associates programma, un programma di affiliazione pubblicitario progettato per fornire un mezzo per siti per guadagnare tariffe pubblicitarie con la pubblicità e il link al amazon.com. Amazon, il logo di Amazon, AmazonSupply, e il logo AmazonSupply sono marchi di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.

Instagram per i bambini è sulla buona strada: #Aye o #Nay?

I social media platform piani di Facebook per lanciare una versione di Instagram per bambini di 6 anni, come l’attuale Instagram vieta di politica bambini al di sotto dei 13 anni di utilizzare il servizio.

In un recente post sul blog, Instagram ha dichiarato che l’obiettivo di questi piani è quello di rendere la piattaforma più sicura per i membri più giovani della comunità, e dare ai genitori un maggiore controllo. Instagram ha anche dichiarato che, mentre molte persone sono onesti sulla loro età, i giovani possono mentire sulla loro data di nascita. Ecco dunque perché la piattaforma dice che sta investendo in tecnologie innovative che potrebbero creare un ambiente in linea più sicuro per gli utenti più giovani.

Tuttavia, i responsabili politici, esperti legali e le autorità sanitarie di tutto il mondo hanno condotto una protesta, per protestare contro una piattaforma Instagram per i bambini, come si dice che sarebbe causare più male che bene. La convinzione è che non è sicuro per i bambini sotto i 13 anni di essere attivi sui social media, come questa esperienza può essere molto dannoso per la loro crescita evolutiva.

Ci si chiede quindi: dal social media, per sua natura, incoraggia l’interazione attraverso i messaggi e la condivisione dei contenuti – è sicuro per i bambini a essere attivi sui social media?

Paura di perdere

TheJournal.mt allungò l’Unità Cybercrime presso la Polizia di Malta, e hanno espresso la loro preoccupazione più grande:

“La preoccupazione più grande sta nel fatto che i bambini possono essere divulgare informazioni private, che interagiscono con persone sconosciute e di essere esposti a contenuti che non è appropriato alla loro età. Inoltre, quando tali servizi progettati appositamente per certe fasce di età vengono creati e aumento di popolarità, v’è la pressione percepita per la firma a causa della paura di “perdendo”.

Dr Ian Gauci, Managing Partner di GTG avvocati e Afilexion Alliance, condivide le stesse preoccupazioni su questa paura di “rinunciare”, e aggiunge che, se l’idea di Instagram arriva a compimento, è probabile che aumentare l’uso di Instagram da parte di bambini, e a quell’età sono particolarmente vulnerabili alle funzioni di manipolazione e sfruttamento della piattaforma:

Instagram sfrutta la paura dei giovani di perdere e il desiderio per l’approvazione dei pari per incoraggiare i bambini e ragazzi di controllare costantemente i loro dispositivi e condividere foto con i loro seguaci. I bambini diventeranno come zombie digitali, fissata su mostrando il loro aspetto in linea, gratificato con i commenti e gli piace di altri utenti e emulare i loro influenzatori social media. vero obiettivo di Facebook è quello di espandere il suo redditizio e altamente redditizio Instagram franchising per un sotto-13s demografici. Se Facebook è permesso di attingere a questo nuovo segmento, avrà la possibilità di raccogliere i dati dei bambini di sei, e questo rappresenta una seria minaccia per la loro privacy, la salute e il benessere, nonché per il futuro della nostra società.”

Nel suo commento al TheJournal.mt, il Commissario per i bambini la signora Pauline Miceli ha detto che in linea di principio, una piattaforma di social media i bambini può essere una buona idea in quanto potrebbe servire come trampolino di lancio per gli adolescenti prima di utilizzare le piattaforme di social media generale. Lei insiste, che questo richiede molte misure di sicurezza da mettere in atto:

“Il sistema di verifica dell’età deve essere a prova di stupido in modo da garantire che solo gli adolescenti della stessa età stanno utilizzando questa piattaforma, come il modo in cui stanno le cose, i bambini spesso si trovano sulla loro età. Senza garanzie strette, bambini Instagram potrebbe facilmente diventare una piattaforma facile per i predatori di bambini in particolare target. Allo stato attuale la tecnologia giganti hanno fallito i bambini e devono dimostrare che sono sul serio la protezione dei bambini in ambiente digitale, in particolare il loro diritto alla protezione da ogni forma di male e il loro diritto alla privacy e alla protezione dei dati.”

giganti tecnologici hanno fallito i bambini e devono dimostrare che sono sul serio la protezione dei bambini in ambiente digitale.

La creazione di un ambiente sicuro

Tuttavia, è anche possibile per Instagram per creare un ambiente sicuro per i bambini di impegnarsi in? Sarebbero i controlli della privacy essere sufficiente per proteggere i bambini?

L’Unità di criminalità informatica ci dice che un “ambiente sicuro” può essere creato solo attraverso meccanismi adeguati che garantiscono una corretta moderazione del contenuto che viene condiviso, di identificare comportamenti sospetti e rischioso, autenticazione degli utenti attraverso la verifica delle informazioni fornite e facilitare la segnalazione di illeciti e inappropriato contenuto e la supervisione dei genitori corretta.

Oltre a questo, il dottor Ian Gauci ritiene che i bambini piccoli non sono attrezzati per gestire la serie di sfide che vengono con avere un conto di social media, per non parlare di un account Instagram. Questo perché i bambini non hanno ancora sviluppato una personalità né la comprensione della privacy. Più in particolare, essi non possono comprendere pienamente ciò che il contenuto è appropriato per loro di condividere con gli altri, la permanenza di contenuti che pubblicano sui social media, e chi ha accesso a ciò che condividono online.

La ricerca contrassegnato dal dottor Gauci dimostra che i social media possono essere dannosi per il fisico, emotivo, mentale e il benessere dei bambini. La Società Nazionale per la prevenzione della crudeltà sui bambini nel Regno Unito nel 2019, ha trovato un “aumento del 200% nei casi registrati nel l’uso di Instagram per colpire e abuso di bambini”. Un’altra ricerca, Elia Abi-Jaoude et al., Smartphone, social media Usa e Gioventù Salute mentale, (2020) mostra anche un legame tra l’uso dei giovani dei social media e il “aumento del disagio mentale, autolesionismo e suicidio tra i gioventù.” In effetti, la stessa ricerca ha scoperto che una società online di monitoraggio monitoraggio l’attività di 5,4 milioni di bambini ha rilevato che “Instagram è stato spesso fermato in posizione di suicidi di immagine del corpo ideazione, la depressione e le preoccupazioni.”

Amazon e il logo di Amazon sono marchi di Amazon.com, Inc., o delle sue affiliate.