La comunit Maltese online si trova insieme contro

TheMummichogblog è un partecipante al Amazon Services LLC Associates programma, un programma di affiliazione pubblicitario progettato per fornire un mezzo per siti per guadagnare tariffe pubblicitarie con la pubblicità e il link al amazon.com. Amazon, il logo di Amazon, AmazonSupply, e il logo AmazonSupply sono marchi di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.

La comunità Maltese online si trova insieme contro le strade locali pericolose

Poiché le strade di Malta continuano a diventare più affollate e sempre più affollate, i tragici incidenti stradali continuano a punti frequenti. Solo lo scorso fine settimana, una donna di 45 anni è morta in una collisione di testa in Mġarr. La situazione per le biciclette sulla strada è ugualmente preoccupante; In una particolare settimana lo scorso marzo, c’erano cinque incidenti stradali che coinvolgono motocicli, tutti con conseguenti ospedalizzazione e un uomo di 24 anni che muore.

Con le persone interessate per una situazione apparentemente peggioramento, una comunità online si è riunita nello scorso fine settimana per cercare di sfidare le possibili soluzioni per l’inverno trafficato. E tutto ciò deriva da un particolare post sul Forum di Facebook Forum 40.000 membri del membro.

Vedendo quando il post si è presentato circa tre ore dopo la tragica collisione in Mġarr, il riferimento era ovviamente fatto al Triq Sir Temi żammit del villaggio. “Senza entrare nei meriti del caso di oggi, io stesso è stato fortunato non sono stato coinvolto in un incidente simile un paio di mesi fa quando un autista dall’altra parte della strada ha perso il controllo,” disse la persona. “Siamo onesti per un secondo; La maggior parte dei conducenti sulle strade di Malta non si preoccupano di nessun altro. E le persone che finiscono per morire sono gli innocenti astanti in tutto questo, quindi la responsabilità continua a diminuire. ”

Screen Shot 2017 08 22 Alle 13 45 24
Screen Shot 2017 08 22 a 14 59 37
Il post chiaramente risuonato con centinaia di persone e ha rapidamente ottenuto oltre 500 reazioni. Seguirono decine di commenti, ed è stato chiarito vedere che il problema è molto vicino ai cuori di molti.

“Lascia le strade una colata e piena di buche, in questo modo nessuno può mostrare”, ha detto un commento. Alcuni concordati, con una sola persona in corso per dire “o un poliziotto addormentato (un colpo di velocità) ogni coppia di metri … forse un giorno impareremo!”

La velocità era chiaramente una delle più grandi preoccupazioni sulle menti delle persone, con più persone che suggeriscono diversi modi di controllare questo. “L’unica soluzione sta installando le telecamere di velocità, perché tocca effettivamente i portafogli delle persone”, ha detto un’altra persona. E mentre, come si nota una persona, sembra esserci una tendenza crescente per rallentare appena prima delle telecamere di velocità e quindi accelerare, un’altra persona ha offerto una soluzione in una tecnologia chiamata specifiche, che calcolano la velocità media di un veicolo tra i punti.

Screen Shot 2017 08 22 a 14 44 52
Alcune persone hanno optato per guardare altri problemi, come l’applicazione più forte per eccesso di velocità e persone che causano lesioni (o peggio) a causa della mancanza di diligenza sulla strada. Altri hanno messo in discussione se c’era abbastanza presenza di polizia e applicazione intorno alle isole. Più persone hanno condiviso esperienze precedenti da quella stessa strada a Mġarr, e come anche loro erano vicini a essere coinvolti in incidenti orribili. E come hanno detto molte persone, molti stanno avvicinando costantemente un punto in cui hanno paura di essere sulla strada.

Screen Shot 2017 08 22 a 14 51 48
Screen shot 2017 08 22 a 14 54 52
Cosa ne pensi possa essere fatto per migliorare la sicurezza sulle strade maltesi? Fateci sapere nei commenti qui sotto

https://lovinmalta.com/lifestyle/community/online-maltese-community-come-together-to-brainstorm-ad-safety-precationals/
———

Online Maltese Community Stands Together Against Dangerous Local Roads

As Malta’s streets continue to get busier and ever more crowded, tragic traffic accidents continue to dot frequent headlines. Just last weekend, a 45-year-old woman died in a head-on collision in Mġarr. The situation for bikes on the road is equally worrying; in one particular week last March, there were five traffic accidents involving motorcycles, all resulting in hospitalisation and a 24-year-old man dying.

With people concerned about a seemingly worsening situation, an online community came together over last weekend to try and brainstorm possible solutions for the busy winter ahead. And it all stemmed from one particular post on the 40,000 member-strong Facebook forum The Salott.

Seeing as the post showed up around three hours after the tragic collision in Mġarr, reference was obviously made to the village’s Triq Sir Temi Żammit. “Without going into the merits of today’s case, I myself was lucky I wasn’t involved in a similar accident a couple of months ago when a driver on the other side of the road lost control,” the person said. “Let’s be honest for a second; most of the drivers on Malta’s roads don’t care about anyone else. And the people who end up dying are the innocent bystanders in all this, so the responsibility just keeps diminishing.”

Screen Shot 2017 08 22 At 13 45 24
Screen Shot 2017 08 22 At 14 59 37
The post clearly resonated with hundreds of people, and quickly got over 500 reactions. Dozens of comments followed, and it was very clear to see that the issue is very close to many’s hearts.

“Leave the roads one-laned and full of potholes, that way no one can show off,” one comment said. Some agreed, with one person going on to say, “or a sleeping policeman (a speed bump) every couple of metres… maybe one day we’ll learn!”

Speed was clearly one of the biggest worries on people’s minds, with more people suggesting different ways of controlling this. “The only solution is installing speed cameras, because that actually touches people’s wallets,” said another person. And while, as one person noted, there seems to be a growing trend to slow down just before speed cameras and then speed up, another person offered a solution in a technology called SPECS, which calculates a vehicle’s average speed between points.

Screen Shot 2017 08 22 At 14 44 52
Some people opted to look at other issues, such as stronger enforcement on speeding and people who cause injuries (or worse) due to lack of diligence on the road. Others questioned whether there was enough police presence and enforcement around the islands. More people shared previous experiences from that same road in Mġarr, and how they too were close to being involved in horrible accidents. And as a lot of people said, many are steadily approaching a point where they’re scared to be on the road.

Amazon e il logo di Amazon sono marchi di Amazon.com, Inc., o delle sue affiliate.