La strada per le proteste sette giugnoPhoto credit

TheMummichogblog è un partecipante al Amazon Services LLC Associates programma, un programma di affiliazione pubblicitario progettato per fornire un mezzo per siti per guadagnare tariffe pubblicitarie con la pubblicità e il link al amazon.com. Amazon, il logo di Amazon, AmazonSupply, e il logo AmazonSupply sono marchi di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.

La strada per le proteste sette giugno
Photo credit: Horizons Publishers

Il professor Godfrey Pirotta presso l’Università di Malta, descrive come le proteste del 7 giugno 1919 erano il risultato di una lunga e dolorosa strada di disagio economico dire che è iniziato molti anni prima.

I primi segni di turbolenza ha iniziato 20 anni prima della fine del 19 ° secolo con il dibattito sul linguaggio. Tre rapporti di Frederick Roswell, Penrose Julyan e Patrick Keenan avevano sollecitato che la lingua inglese dovrebbe essere data la priorità nelle isole maltesi. Questo non è stato ben accolto. Il segretario capo, al momento, Gerald Strickland, anche messo in chiaro che chi si oppose alla lingua inglese non aveva alcuna possibilità di occupazione. Un’altra questione importante a quel tempo era la spesa del governo sul progetto pubblico che per quanto essenziale, al momento, ha avuto un enorme pressione sulle finanze del paese e potrebbe anche aumentare le tasse.

L’economia di Malta stava facendo bene al momento, anche se questo è cambiato nel giro di tre anni. La crisi economica che ha colpito Malta dopo il 1906 insieme con le ripercussioni della La Grande Guerra, ha portato il popolo maltese per un quasi ribellione.

Durante il periodo in cui Malta era una colonia britannica, l’economia si basava quasi interamente sulla spesa delle forze britanniche. Malta era una fortezza strategica nel 19 ° secolo e importanti investimenti sono stati effettuati nei primi anni del 20 ° secolo per rafforzare ulteriormente. Ogni volta che ci sono stati opere pubbliche commissionate dagli inglesi, o quando v’è stato un aumento della presenza militare a Malta, l’economia è stato dato una spinta. Tuttavia, quando non c’erano opere pubbliche che si svolgono o quando la presenza dei militari britannici è stato limitato, l’economia ha iniziato a soffrire.

Queste opere pubbliche sono stati finanziati da tasse del popolo e fino a quando questi lavori erano in corso, i maltesi goduto immenso prosperità. Eppure nel 1906, questi lavori si è conclusa e l’occupazione è diminuita drasticamente, gli stipendi è sceso a un ritmo veloce, e in un brevissimo periodo di tempo, Malta è stata rilevata dal panico. Un gran numero di persone ha iniziato emigrare in questo momento.

La crisi economica che ha colpito Malta dopo il 1906 insieme con le ripercussioni della La Grande Guerra, ha portato il popolo maltese per un quasi ribellione.

Nello stesso anno, il governatore ha istituito una sottocommissione a considerare come una soluzione permanente può essere trovato per equilibrare le entrate e le spese del governo, e le due opzioni erano a ridurre il numero dei dipendenti pubblici o aumentare le imposte correnti, o, in alternativa introdurre nuove le tasse. La commissione ha quindi deciso che la soluzione migliore era quella di aumentare le tasse per non più di £ 37.800 all’anno. Una decisione che non solo si è rivelata del tutto impopolare presso il pubblico, ma non è riuscito anche a raggiungere il suo obiettivo come nel 1908 il governo ha istituito un altro comitato per indagare la spesa da parte dei dipartimenti del governo. Questo comitato non è riuscito e ha chiesto un aumento delle imposte di oltre £ 43.000 all’anno. Gli ufficiali presso l’Ufficio coloniale erano tutt’altro che soddisfatti di questo risultato e ha espresso preoccupazione che questa decisione potrebbe portare a disordini e risentimento verso il governo.

La classe operaia, al momento era il più pesantemente tassati demografico. Per oltre un secolo, le entrate del governo hanno fatto affidamento su di grano fiscale, che era francamente una tassa imposta sul pane quotidiano e burro della classe operaia. Questo vale la pena ricordare come le proteste del 7 giugno sono stati anche una manifestazione contro l’aumento del prezzo del pane e del raduno di persone nel giorno si indirizzava importatori di grano. Questi eventi dimostrano chiaramente il legame tra la rabbia della gente e le imposte pesanti che drenati persone per oltre un secolo.

Nel mese di luglio 1914, la prima guerra mondiale è iniziata e ha portato immensa scarsità di cibo che ha portato i prezzi del cibo alle stelle. Il prezzo del pane è triplicato e il prezzo dello zucchero è quadruplicato. Durante la guerra, i dipendenti del governo nei gradi più bassi inviato numerose lettere al governo che chiedono aiuto e il governo avrebbe, di volta in volta, annunciare ‘Bonus di guerra’ per l’assistenza offerta. Nel 1917, i dipendenti della Malta Shipyards (Tarzna) chiamato per l’azione industriale e, di conseguenza, sono stati dati 50% di aumento di stipendio.

Nel maggio 1918, gli impiegati del governo – forse influenzato dal successo dei lavoratori dei cantieri navali – protestato al Governatore, Signore Metheun, e hanno chiesto una revisione delle loro condizioni. Poiché non erano felici con il feedback ricevuto, o meglio, con il piccolo feedback o interesse dimostrato, si è tenuto un incontro con tutti i dipendenti clericali. In questo incontro, il personale di segreteria dichiarato collettivamente erano affetti da malnutrizione, ha dovuto prendere i loro bambini fuori dalla scuola e abbandonare la loro polizia di assicurazione. Indipendentemente da questi sforzi, il feedback da Londra non era ancora soddisfacente.

Nel mese di ottobre dello stesso anno, le cose sono andate progressivamente peggiorando come la polizia ha iniziato l’azione industriale. Un’indagine delle proteste ha mostrato che la forza di polizia insieme con i militari non ha contribuito al controllo delle folle e furono evidentemente disinteressato a farlo.

Allo stesso tempo, c’è stato un aumento significativo delle richieste di riforme politiche che renderebbe strada a un governo maltese rappresentante. Nel novembre 1918, l’avvocato Filippo Sciberras, che era noto per le sue posizioni moderate e approccio, chiamato per tutti i corpi costituiti di incontrarsi in un’Assemblea Generale per discutere di una nuova costituzione maltese. chiamata Filippo Sciberras’ generato clamore e gli organi costituzionali ha risposto con grande interesse ed entusiasmo.

Oltre a questo, alla fine della guerra, c’era un grande numero di licenziamenti al cantiere navale, e la perdita di posti di lavoro nelle forze militari e navali britanniche. Il prezzo del cibo ha continuato ad aumentare pure. Grandi gruppi di persone sono entrate Valletta per ottenere una reazione o una qualche forma di risposta, e alcuni di loro erano in uno stato disperato. L’acceso dibattito culminato sulle proteste del 7 giugno 1919, che ha provocato la morte di sei persone. Il Governatore, il generale Hunter-Blair, nel riferire quello che è successo a Malta, ha detto che un cambiamento costituzionale era ormai inevitabile. Londra concordato e nel 1921, Malta ha la sua prima costituzione di un governo rappresentativo, anche se un sacco di questioni rimaneva ancora la responsabilità del governo del Regno Unito.

Amazon e il logo di Amazon sono marchi di Amazon.com, Inc., o delle sue affiliate.