La sua demolizione nel 2018 era stata interrotta d

La sua demolizione nel 2018 era stata interrotta dall’Autorità per l’urbanistica dopo che era emerso che i lavori venivano eseguiti senza la necessaria autorizzazione.

Mistero della scomparsa della muratura nella fattoria dell’era dei Cavalieri a Qormi

Non bastano le pietre originali per ricostruire il casale demolito nel 2018

NationalQormiCostruzionePatrimonio

15 ore fa|Sarah Carabott|523 minuti di lettura

Il cantiere della demolizione della fattoria dell’era dei Cavalieri nel gennaio 2018. Foto: Matthew Mirabelli. A destra: il casale prima della demolizione. Foto: Google Street View

Gli sviluppatori sembrano aver esaurito le opere in pietra originali per ricostruire una fattoria dell’era dei Cavalieri che è stata demolita nel 2018 prima della costruzione del Center Parc, un grande complesso commerciale a Qormi.

La fattoria di Tal-Istabal, vicino alla sede dell’ufficio postale, presentava uno stemma originale che si ritiene rappresenti il ​​Gran Maestro Manuel Pinto de Fonseca, eletto nel 1741.

La sua demolizione nel 2018 era stata fermata dall’Autorità di pianificazione dopo che era emerso che i lavori venivano eseguiti senza la necessaria autorizzazione.

Ma uno degli sviluppatori dietro il progetto, Vincent Borg, ha poi dichiarato a Times of Malta che la fattoria era stata accuratamente smantellata e che sarebbe stata ricostruita utilizzando il materiale da costruzione originale.

Tre anni dopo, il casale veniva ricostruito sotto l’occhio vigile della Soprintendenza ai Beni Culturali.

Lo stato attuale del casale ricostruito. Foto: Jonathan Borg

“La ricostruzione del casale, subordinatamente al rispetto dell’originaria dichiarazione metodologica di restauro (RMS), avveniva sotto il controllo della soprintendenza.

“Mentre il processo era in corso, è risultato che non c’è abbastanza pietra originale e quindi la sovrintendenza ha consigliato al richiedente di presentare un RMS aumentato e rivisto che si occupa della nuova pietra”, ha detto un portavoce.

Alla domanda su cosa fosse successo alla muratura, il portavoce ha detto che la sovrintendenza non aveva ulteriori commenti da fare.

Né farebbe commenti su una vecchia stanza del mulino che, una volta ricostruita, dovrebbe essere trasferita verso l’angolo più occidentale del sito.

Altre scoperte archeologiche

In un documento presentato all’Autorità per l’urbanistica il mese scorso, la soprintendenza ha chiesto all’architetto di fornire un chiarimento sullo stato attuale della sala del mulino e le foto del luogo in cui è conservato l’edificio smantellato.

Si segnala inoltre che il casale dovrebbe essere ricostruito utilizzando i materiali e le tecniche originarie. E mentre le aperture in legno deteriorate potrebbero essere sostituite, le nicchie, la statua, lo stemma e qualsiasi altro elemento del patrimonio culturale dovrebbero essere ripristinati nella loro posizione originale, ha affermato la sovrintendenza.

STORIE CORRELATE

Cane da guardia della cultura tace sulla demolizione del casale storico

Fattoria dell’era dei Cavalieri rasa al suolo ancora in attesa di ricostruzione

“Dato lo stato di conservazione molto deteriorato del casale, sarà consentito l’uso di pietra franca nuova per le pareti interne dell’edificio.

“Tuttavia, la vecchia muratura smontata dalla casa colonica dovrebbe essere utilizzata secondo le migliori pratiche e la tecnica tradizionale”, ha affermato nella sua rappresentazione.

La soprintendenza rimarcava, nello stesso documento, che non era chiaro se una tomba scavata nella roccia e i solchi del carro scoperti in loco fossero stati lasciati visivamente accessibili.

Un’altra caratteristica archeologica scoperta nell’area – un antico muro che cade al di fuori del perimetro del sito – è stata documentata e seppellita nuovamente sotto la strada appena formata.

Times of Malta ha contattato per un commento il Centre Parc Holdings richiedente. Borg, tuttavia, non è stato raggiunto per ulteriori commenti.

Il giornalismo indipendente costa. Supporta Times of Malta al prezzo di un caffè.

Supportaci

Sarah Carabott

Giornalista

PRECEDENTE

Mediazione: la soluzione

IL PROSSIMO

Cosa è successo il… 31 maggio

Articoli sponsorizzati

In che modo il COVID-19 ha influenzato appuntamenti, matrimonio e divorzio

Lega un nastro azzurro

Come vengono autorizzati i casinò stranieri?

Ricco di dati – ricchezza digitale

La maggior parte delle entrate delle società di gioco generate dai giochi con croupier dal vivo

Alliance premia i suoi migliori risultati

Commenti

I commenti non si caricano?

Ti consigliamo di utilizzare Google Chrome o Mozilla Firefox.

Commenti forniti da Disqus

Il giornalismo indipendente costa.

Supportaci

Seguici:

Nazionale

Mondo

Opinione

Comunità

Sport

automobilismo

Attività commerciale

#TimesTalk

Divertimento

Tecnologia e giochi

Termini & Condizioni

Termini dei concorsi

Informativa sulla Privacy

Politica sui commenti

Contattaci

Segnalare un bug

Inviaci la tua storia

Suggerimenti per le notizie sicure

Stampa tasso annuncio

Tasso di annunci online

Supportaci

Copyright © 2021 Times of Malta. Tutti i diritti riservati.

TheMummichogblog è un partecipante al Amazon Services LLC Associates programma, un programma di affiliazione pubblicitario progettato per fornire un mezzo per siti per guadagnare tariffe pubblicitarie con la pubblicità e il link al amazon.com. Amazon, il logo di Amazon, AmazonSupply, e il logo AmazonSupply sono marchi di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate. Amazon e il logo di Amazon sono marchi di Amazon.com, Inc., o delle sue affiliate.