Le multe inflitte agli utenti e ai fornitori di es

TheMummichogblog è un partecipante al Amazon Services LLC Associates programma, un programma di affiliazione pubblicitario progettato per fornire un mezzo per siti per guadagnare tariffe pubblicitarie con la pubblicità e il link al amazon.com. Amazon, il logo di Amazon, AmazonSupply, e il logo AmazonSupply sono marchi di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.

Le multe inflitte agli utenti e ai fornitori di e-scooter legati a “ostruzioni, parcheggi pericolosi e disagi al pubblico” sono aumentate da appena quattro nel 2020 a 793 finora quest’anno.

Privacy

Le multe salgono per la repressione degli scooter elettrici

Da soli quattro nel 2020 a 793 dall’inizio di quest’anno

NazionaleSt Julian’sMsida

6 ore fa|Giulia Magri|994 minuti di lettura

Scooter abbandonati sul lungomare da St Julian’s a Msida. Foto: Facebook

Abbandonati sulle porte o sparsi sui marciapiedi, gli scooter elettrici vaganti sono diventati un normale pugno nell’occhio sul lungomare che si estende da St Julian’s a Msida.

E, ora, la Local Enforcement System Agency (LESA) sta reagendo.

Le multe inflitte agli utenti e ai fornitori di e-scooter legati a “ostruzioni, parcheggi pericolosi e disagi al pubblico” sono aumentate da appena quattro nel 2020 a 793 finora quest’anno.

La maggior parte di questi – 725 – è stata emessa solo da maggio. Ogni ostacolo comporta una multa di € 104,65, oltre a € 23,25 per altri inconvenienti, ma tutte le contravvenzioni sono in attesa di giudizio.

Dal 2019 sono in vigore leggi che regolano l’uso degli e-scooter, che stabiliscono che gli utenti “possono parcheggiare su marciapiedi e passeggiate o su percorsi pedonali e nelle zone pedonali ma non in modo da ostacolare il libero flusso del traffico pedonale”.

Gli scooter sono diventati sempre più popolari con Transport Malta che ha emesso 1.060 immatricolazioni, la stragrande maggioranza (1.009) alle due società, Bolt e Bird, che operano nel paese.

Nelle ultime settimane, i social media sono stati inondati di lamentele da parte di pedoni frustrati che devono girare intorno a scooter parcheggiati con noncuranza.

Una madre, stufa di incontrarli mentre spingeva il passeggino del suo bambino, ha detto: “Come se i poveri sentieri e marciapiedi irregolari non fossero un problema, ora i motorini vengono lasciati in mezzo ai marciapiedi, che incontro tante volte durante le mie passeggiate. ”

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

SCORRI PER CONTINUARE

LESA ha affermato che le violazioni sono state emesse principalmente a Ta’ Xbiex, Pietà, Sliema, Gżira e St Julian’s poiché gli e-scooter sono utilizzati principalmente in queste aree.

Un portavoce ha attribuito l’aumento delle multe all’aumento del numero di scooter nel paese e ha affermato che sono stati tenuti colloqui con entrambi i fornitori per “contribuire a migliorare la situazione”.

Ci sono richieste per la fornitura di stazioni di attracco man mano che vengono abbandonati più scooter. Foto: Matteo Mirabelli

“Crediamo fermamente che questi e-scooter possano essere di grande beneficio per le nostre comunità, ma ribadiamo che devono essere usati diligentemente seguendo le leggi per garantire la sicurezza sia degli utenti che del pubblico”.

Bolt Malta ha affermato che prende molto sul serio i problemi di parcheggio, ammettendo che di tanto in tanto si imbattono in scooter parcheggiati male.

Questi possono essere segnalati tramite l’app Bolt o tramite il loro sito web. Consigliano agli utenti dello scooter di parcheggiare vicino alle rastrelliere per biciclette ed evitare di bloccare i marciapiedi.

Ma il gruppo di difesa della bicicletta ROTA afferma che parte del problema è la mancanza di stazioni di attracco.

Il suo presidente, Michelle Attard Tonna, ha affermato che le docking station avrebbero dovuto essere presenti sin dall’inizio, ma ora dovrebbero essere fornite.

“Se questi non vengono forniti, i (fornitori di scooter) dovrebbero essere penalizzati o non autorizzati a continuare a operare”, ha affermato.

Il problema della sicurezza è stato evidenziato anche dai lettori del Times of Malta che raccontano di quasi incidenti o lesioni minori causate da scooter poco udibili.

Un’anziana residente di Sliema ha detto che era diventata troppo spaventata per camminare sul lungomare per paura di essere ferita da uno scooter che sfrecciava.

“Una volta, ho deciso di camminare lungo Qui-Si-Sana quando, all’improvviso, un autista di sesso maschile su uno scooter elettrico è venuto verso di me zigzagando molto velocemente e non stava affatto rallentando”, ha detto.

Per impedire che l’e-scooter la sbattesse contro, ha allungato la mano per fermare lo scooter, che l’ha investita.

“Ero molto scioccato e l’autista mi stava solo urlando contro e non si è scusato per avermi urtato. Non potevo crederci, ho pianto fino a casa mia”, ha detto.

“Da allora, sono troppo spaventato per camminare sul fronte”.

I veicoli a bassa potenza come scooter elettrici e biciclette sono vietati dalle passeggiate di Sliema in base allo statuto della città. Secondo le leggi nazionali, gli e-scooter sono consentiti su marciapiedi e marciapiedi, ma con un limite di 10 chilometri all’ora.

Sebbene tali incidenti siano stati raccontati numerose volte sui social media, secondo la polizia nel 2021 si sono verificati solo sette incidenti stradali con e-scooter.

I dati della polizia mostrano anche che negli ultimi tre anni sono stati segnalati solo 13 incidenti con scooter elettrici, uno dei quali si è verificato a Xewkija.

Mentre Sliema è un hub per tali e-scooter, nella località si sono verificati solo due incidenti, uno nel 2020, quando è stato segnalato che una donna di 36 anni ha subito lesioni “gravi”.

L’altro è avvenuto quest’anno, quando una donna di 26 anni ha riportato ferite “leggere”.

Il giornalismo indipendente costa. Supporta Times of Malta al prezzo di un caffè.

Supportaci

Giulia Magri

PRECEDENTE

Lettere all’editore – 8 luglio 2021

IL PROSSIMO

Il New Deal della Polonia – Mateusz Morawieck

Articoli sponsorizzati

Quando la tua azienda verrà hackerata, sarai preparato?

Investire nella conoscenza

Quattro cose da notare sul viaggio in Thailandia

IZIBET rafforza la sua presenza online con una nuova piattaforma digitale

10 cose divertenti da fare per festeggiare il tuo anniversario

La Norvegia presenta la nuova legge sul gioco d’azzardo per combattere il gioco d’azzardo senza licenza

Commenti

I commenti non si caricano?

Ti consigliamo di utilizzare Google Chrome o Mozilla Firefox.

Commenti forniti da Disqus

Il giornalismo indipendente costa.

Supportaci

Seguici:

Nazionale

Mondo

Opinione

Comunità

Sport

automobilismo

Attività commerciale

#TimesTalk

Divertimento

Tecnologia e giochi

Termini & Condizioni

Termini dei concorsi

Informativa sulla Privacy

Politica sui commenti

Contattaci

Segnalare un bug

Inviaci la tua storia

Suggerimenti per le notizie sicure

Stampa tasso annuncio

Amazon e il logo di Amazon sono marchi di Amazon.com, Inc., o delle sue affiliate.