Le restrizioni di Covid hanno interrotto il contra

Le restrizioni di Covid hanno interrotto il contratto calcistico di Patrick. Poi a suo figlio piccolo è stato diagnosticato un cancro.

Figlio a cui è stato diagnosticato un cancro poiché il padre calciatore perde reddito

Luca ha iniziato un anno di chemio e trattamento domenica

NationalHealth

14 aprile 2021 | Claudia Calleja | 264 minuti di lettura

’Malta ha abbracciato mio figlio ‘: Patrick Maia, il calciatore padre di un bambino di un anno a cui è stato diagnosticato un cancro, ha ringraziato le persone per la raccolta fondi dopo che le misure del COVID-19 hanno abbreviato la stagione, lasciando la famiglia senza reddito. Foto: famiglia

Un calciatore il cui contratto è scaduto poco prima che al figlio piccolo fosse diagnosticato un cancro, dice di essere stato “sopraffatto” dalla risposta a una campagna di raccolta fondi per aiutare la sua famiglia.

Patrick Maia, 32 anni, la scorsa settimana è stato detto che suo figlio, Luca, di un anno e nove mesi, ha un cancro del neuroblastoma e ha il 50% di possibilità di sopravvivenza.

Ma le misure restrittive del COVID-19 hanno ridotto la stagione calcistica di quest’anno, ponendo fine al contratto di Patrick con il Marsa FC e lasciandolo con un reddito notevolmente ridotto per sostenere la sua famiglia di tre figli.

Ad aggravare le sfide, a Luca è stato anche diagnosticato il coronavirus e l’intera famiglia è ora in quarantena obbligatoria.

Luca in ospedale, dove ha iniziato il trattamento per il cancro del neuroblastoma.

Gli amici, guidati dal collega calciatore Romeu Romao, hanno avviato una raccolta fondi per aiutare a pagare l’alloggio e il sostegno della famiglia brasiliana mentre Luca inizia un anno di cure, compresa la chemioterapia.

Marsa FC ha anche contribuito a sostenere le sue spese di alloggio e l’assicurazione nazionale in modo che le cure del bambino siano coperte. Riceve anche l’integrazione salariale del governo, ma dice che non è sufficiente per mantenere la sua famiglia.

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

SCORRI PER CONTINUARE

Parlando della loro situazione, Patrick ha detto che la famiglia sta cercando di mantenere un atteggiamento positivo, per il bene del piccolo Luca.

“Luca è un bambino e non capisce”, ha detto Patrick a Times of Malta.

“Dobbiamo essere forti. Se ci vede piangere e tristi, agirà così. Dobbiamo almeno sembrare felici, per dimostrargli che può contare su di noi “.

Patrick ha detto che suo figlio è stato diagnosticato dopo un incidente a casa.

“Luca ama sempre giocare, saltare, correre e fare ogni genere di cose per bambini. Ama anche seguirmi in giro. Circa un mese fa, mi ha seguito in bagno, è scivolato su alcune piastrelle bagnate e ha sbattuto la testa ”, ricorda Patrick.

Dopo l’incidente, il comportamento di Luca ha iniziato a cambiare in quella che si sarebbe rivelata una coincidenza.

Sembrava più tranquillo, non voleva mangiare o giocare e aveva problemi a dormire. Poi, la scorsa settimana, i suoi genitori hanno portato lui e le sue sorelle al parco giochi e hanno notato che i movimenti di Luca sono regrediti: camminava come se non sapesse camminare.

La famiglia Maia festeggia il primo compleanno di Luca.

Si precipitarono in ospedale, pensando che potesse aver subito un trauma cranico quando era scivolato in bagno.

Il giovane Luca è stato tamponato e in ospedale sono stati eseguiti diversi esami tra cui una radiografia e analisi del sangue. È stato tenuto sotto osservazione durante la notte.

“Il giorno seguente, un lunedì, ci hanno detto che c’era una grande massa sul lato sinistro del suo petto e che necessitavano di esami più dettagliati”, ricorda Patrick, aggiungendo che anche Luca è risultato positivo al COVID.

“Giovedì hanno fatto la scansione. Ci hanno detto che era un cancro al linfoma. È stato uno shock per noi. Posso ancora sentirlo mentre ti dico.

“Poi, mentre stavamo ancora digerendo la notizia, ci hanno detto che non si trattava di linfoma ma di qualcosa di peggio: il cancro del neuroblastoma per il quale la chemio è più breve ma più forte e le possibilità di sopravvivenza sono del 50 per cento”, dice.

Il neuroblastoma, un cancro che si sviluppa da cellule nervose immature presenti in diverse aree del corpo, colpisce comunemente i bambini di età pari o inferiore a cinque anni.

Si manifesta più comunemente dentro e intorno alle ghiandole surrenali. Tuttavia, può svilupparsi anche in altre aree dell’addome e nel torace, collo e vicino alla colonna vertebrale, dove esistono gruppi di cellule nervose.

Luca ha iniziato un anno di chemio e trattamento domenica. Da allora ha anche subito un’operazione di due ore per inserire un tubo nel petto da dove viene somministrata la chemio nel suo piccolo corpo.

“Sta andando alla grande. È come se capisse che ne ha bisogno. Quando l’infermiera entra nella stanza, alza il braccio per prepararla a controllare la sua temperatura da sotto il braccio. È molto coraggioso “, dice suo padre.

La famiglia ha tratto conforto anche da un’ondata di sostegno da parte della comunità calcistica e di molte persone in tutta l’isola.

Luca e suo padre, ex calciatore del Mosta FC, giocano a calcio insieme.

“Grazie mille a tutti i maltesi. C’è un’espressione portoghese che riassume davvero tutto: hanno veramente “abbracciato” il mio caso. Hanno “abbracciato” mio figlio. È stato fantastico “, ha detto.

“Il club, i miei amici – in particolare Romeu Romao – e tutti i maltesi sono stati i nostri angeli”, ha detto.

Per la scorsa settimana, Patrick è stato a casa con le sue due figlie più grandi Clara, 11 anni, e Nina, 9, mentre sua moglie, Tadira, vive in ospedale con Luca.

“Tadira è così coraggioso … così forte. Sono onorato di affrontare tutto questo con lei al mio fianco “, ha detto.

Il giornalismo indipendente costa denaro. Sostieni Times of Malta al prezzo di un caffè.

Supportaci

Claudia Calleja

Giornalista

PRECEDENTE

Il Liverpool ha bisogno di Klopp per riscoprire il tocco magico per il salvataggio del Real Madrid

IL PROSSIMO

La seconda compagnia annuncia il servizio di traghetto veloce Gozo

Articoli sponsorizzati

TheMummichogblog è un partecipante al Amazon Services LLC Associates programma, un programma di affiliazione pubblicitario progettato per fornire un mezzo per siti per guadagnare tariffe pubblicitarie con la pubblicità e il link al amazon.com. Amazon, il logo di Amazon, AmazonSupply, e il logo AmazonSupply sono marchi di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate. Amazon e il logo di Amazon sono marchi di Amazon.com, Inc., o delle sue affiliate.