Malta mantiene calo positivo linquinamento atmosfe

TheMummichogblog è un partecipante al Amazon Services LLC Associates programma, un programma di affiliazione pubblicitario progettato per fornire un mezzo per siti per guadagnare tariffe pubblicitarie con la pubblicità e il link al amazon.com. Amazon, il logo di Amazon, AmazonSupply, e il logo AmazonSupply sono marchi di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.

Malta mantiene calo positivo l’inquinamento atmosferico

Malta sta mantenendo la tendenza dopo il calo del 50% dell’inquinamento dell’aria nel 2020, TheJournal.mt viene informato.

Dopo il primo ‘semi-blocco’ a Malta lo scorso anno, l’inquinamento atmosferico è diminuito vertiginosamente e rapidamente – e anche se Biossido di Azoto livelli (NO2) è tornato una volta le auto sono tornati per le strade in estate, la quantità di inquinamento atmosferico registrati non è andato di nuovo ai livelli originali.

Come confermato dai dati nazionali sulla qualità dell’aria, il trasporto su strada rimane la principale fonte di inquinamento dell’aria a Malta.

Ciò è particolarmente vero per NO2. Nel 2019, a 20 vie ha superato il valore limite annuale di NO2, la maggior parte di loro che sono nella zona del porto interno a causa di elevato afflusso di traffico.

Nel 2020, a causa COVID-19 misure relative, il numero di strade che superano il valore limite è sceso a 8. NO2 livelli in siti di traffico diminuito in media del 50%.

“Nel 2020, a causa di COVID-19 misure connesse, il numero di strade che superano il valore limite di NO2 è andato giù a 8. NO2 livelli in siti traffico è diminuito in media del 50%.”

Seguendo l’attuazione di una serie di misure quali la riforma nel settore della produzione di energia, e l’uso di combustibili più puliti in vari settori, Malta è compatibile con la maggior parte degli inquinanti disciplinati dalla direttiva 2008/50 / CE sulla qualità dell’aria ambiente e aria pulita in Europa, con l’eccezione del particolato di dimensioni 10 micrometri (polveri fini, comunemente noto come PM10). Oltre al trasporto su strada, PM10 viene generata anche da altre fonti quali trasporto, agricoltura, e fonti naturali ovvero Sahara polvere e sale marino.

Mentre la qualità dell’aria è migliorata negli ultimi decenni, il livello degli inquinanti atmosferici in Europa ancora superano gli standard e l’inquinamento atmosferico provoca ancora 7 milioni di morti premature nel mondo ogni anno.

La Commissione europea sta lavorando a un processo di revisione della direttiva 2008/50 / CE, con l’obiettivo di rendere più rigorosi valori limite, allineandoli con l’OMS linee guida – che sono più severe delle attuali soglie comunitarie.

L’anno scorso, a Malta anche pubblicato e ha segnalato il relativo programma di controllo dell’inquinamento atmosferico nazionale (NAPCP), che si rivolge a più lungo termine le emissioni nazionali – cioè alzando lo sguardo al 2030 -, piuttosto che le soglie di qualità dell’aria ambiente a breve termine. La NAPCP include misure politiche per la riduzione delle emissioni di inquinanti atmosferici. Delinea chiaramente la non conformità proiettata con la massimale emissione 2030 ossidi di azoto, quindi misure più rigorose devono essere attuate.

Malta maintains positive decline in air pollution

 

———–

Malta maintains positive decline in air pollution

Malta is maintaining the trend following the 50% drop in air pollution in 2020, TheJournal.mt is informed.

Following the first ‘semi-lockdown’ in Malta last year, air pollution decreased staggeringly and rapidly — and although Nitrogen Dioxide (NO2) levels went back up once cars were back on the streets in summer, the amount of air pollution registered has not gone back to original levels.

As confirmed by national air quality data, road transport remains the major source of air pollution in Malta.

This is particularly the case for NO2. In 2019, 20 streets exceeded the annual limit value for NO2, most of them being in the inner harbour area as a result of high traffic influx.

In 2020, due to COVID-19 related measures, the number of streets exceeding the limit value went down to 8. NO2 levels in traffic sites decreased by an average of 50%.

“In 2020, due to COVID-19 related measures, the number of streets exceeding the NO2 limit value went down to 8. NO2 levels in traffic sites decreased by an average of 50%.”

Following the implementation of a number of measures such as the reform in the power generation sector, and the use of cleaner fuel in various sectors, Malta is compliant with most pollutants regulated by Directive 2008/50/EC on ambient air quality and cleaner air for Europe, with the exception of particulate matter of size 10 micrometres (fine dust, commonly known as PM10). Apart from road transport, PM10 is also generated from other sources such as shipping, agriculture, and natural sources namely Sahara dust and sea salt.

While air quality has improved in the past decades, the level of air pollutants in Europe still exceed standards and air pollution still causes 7 million premature deaths in the world per year.

The European Commission is working on a process of revision of Directive 2008/50/EC, with the aim of making limit values stricter, aligning them with WHO guidelines – which are stricter than the current EU thresholds.

Last year, Malta also published and reported its national air pollution control programme (NAPCP), which targets longer term national emissions – i.e. looking up to 2030 – rather than short term ambient air quality thresholds. The NAPCP includes policy measures for air pollutant emissions reduction. It clearly outlines the projected non-compliance with the 2030 emission ceiling for nitrogen oxides, therefore stricter measures need to be implemented.

Malta maintains positive decline in air pollution

 

———–

Malta igcina ukwehla omuhle e ukungcoliswa komoya

Malta ukulondoloza lo mkhuba kulandela 50% Ukwehla ukungcoliswa komoya ngo-2020, TheJournal.mt uyaziswa.

Ukulandela lokuqala ‘semi Amazing’ e Malta ngonyaka odlule, ukungcoliswa komoya kwehle makhulu futhi ngokushesha – futhi nakuba Nitrogen Dioxide (NO2) amazinga wabuyela emuva up kanye izimoto sebephindele emigwaqweni ehlobo, lemali lokungcoliswa komoya bhalisiwe ongahambanga emuva amazinga yokuqala.

Njengoba lokhu kuqinisekiswa idatha izinga lomoya kazwelonke, ngemgwaco uhlala umthombo enkulu lokungcoliswa komoya eMalta.

Lokhu kunjalo ikakhulukazi uma i-NO2. Ngo-2019, 20 ezitaladini Udlule yonyaka umkhawulo Inani le-NO2, abaningi babo bengabesixuku ku kwangaphakathi itheku endaweni ngenxa okusezingeni eliphezulu traffic kutheleka kwabantu.

Ngo-2020, ngenxa COVID-19 izinyathelo ezihlobene, inani ezitaladini esingeqile ukubaluleka umkhawulo wehlela e-traffic amasayithi 8. NO2 amazinga kwehle ngo-avareji ka-50%.

“Ngo-2020, ngenxa COVID-19 izinyathelo ezihlobene, inani ezitaladini kokweqa NO2 umkhawulo ukubaluleka wehlela e-traffic amasayithi 8. NO2 amazinga kwehle ngo-avareji ka-50%.”

Ukulandela ukuqaliswa eziningi izinyathelo ezifana kabusha emkhakheni amandla isizukulwane, futhi ukusetshenziswa wezindlu fuel emikhakheni eyehlukene, Malta ithobelana ne ezingcolisayo kakhulu kulawulwa Directive 2008/50 / EC kuma izinga lomoya futhi ihlanzeke emoyeni Europe, ngaphandle kwendaba particulate yobukhulu 10 micrometres (nothuli, ngokuvamile eyaziwa ngokuthi PM10). Ngaphandle ngemgwaco, PM10 nayo elakhiwe evela kweminye imithombo efana lokuthumela, ezolimo nezindawo imithombo yemvelo okungukuthi Sahara uthuli uLwandle Lukasawoti.

Amazon e il logo di Amazon sono marchi di Amazon.com, Inc., o delle sue affiliate.

http://xzh.i3geek.com