Maltin Balek Omar Siam Omar 21 anni parla di att

TheMummichogblog è un partecipante al Amazon Services LLC Associates programma, un programma di affiliazione pubblicitario progettato per fornire un mezzo per siti per guadagnare tariffe pubblicitarie con la pubblicità e il link al amazon.com. Amazon, il logo di Amazon, AmazonSupply, e il logo AmazonSupply sono marchi di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.

Maltin Bħalek | Omar Siam | Omar, 21 anni, parla di attacchi razzisti e della necessità di più istruzione

MENU Attiva/disattiva navigazione

HOMENEWSDIGITAL PAPER

‘Non sapevo cosa fare’: Omar Siam su come affrontare il razzismo sul posto di lavoro

Maltin Bħalek | Omar Siam | Omar, 21 anni, parla di attacchi razzisti e della necessità di più istruzione

20 luglio 2021, 7:00
di Karl Azzopardi

Omar Siam

TWEET CONDIVIDI

Riproduci video

Omar ti senti diverso?

Come persona ovviamente mi sento normale e non mi sento esattamente diverso, ma ovviamente certe situazioni forse mi fanno sentire diverso.

E hai avuto esperienze che ti hanno fatto sentire diverso? Faccio un esempio: per esempio, quando frequentavo la scuola elementare, durante l’assemblea, quando altri bambini facevano il segno della croce, perché io non sottoscrivo quel simbolo, quel gesto, dicevo ‘Io sono diverso’ perché non faccio lo stesso. Hai mai avuto esperienze simili?

Ovviamente, perché come hai detto tu, la religione diversa, perché non ho nessuna religione, ho sentito ancora quella differenza. Poiché hai la pelle più scura, ovviamente c’è quella tendenza a presumere che tu non sia della stessa religione cristiana. Quando ero giovane, c’è stato un caso che ricordo bene, ero alle elementari, e all’epoca c’era uno studente che quando i bambini ricevevano l’Eucaristia, si alzava e diceva alla maestra “Omar non può ricevere l’Eucaristia, perché non è cristiano’, ed essendo il bambino che ero, avevo forse 8 anni, è rimasto impresso nella mia memoria, perché da bambino mi sentivo diverso.

È qualcosa che ricordi per le ragioni sbagliate.

Omar ti sei mai trovato in una situazione in cui dovevi giustificare di essere maltese? C’è bisogno di giustificare l’essere maltese?

Ovviamente, non vedo alcun motivo per giustificare la tua nazionalità. Nel senso che è tuo, non hai bisogno di dimostrarlo. Ma ovviamente, nelle situazioni quotidiane, ci sono persone a cui devi mostrare loro che invece di essere maltese, non sei uno straniero. Questo è il presupposto, che io sono uno straniero, che tu non parli maltese, e ho avuto esperienze in cui una persona mi ha fatto commenti, pensando che non capissi, e quando parli con loro in maltese, sono presi da sorpresa.

È come quando parli in maltese, i muri crollano. Quindi la lingua ha abbattuto quella barriera di cui parli…

Esatto, quando si rendono conto che sei maltese, si sentono più a loro agio.

Perché parli in maltese…

Ma resta il fatto che la persona originariamente aveva una visione diversa di te. La lingua non fa la differenza.

Hai menzionato la scuola e il lavoro, quando parli con gli amici è una cosa intima, hai mai sentito il bisogno di fare più amici, dovevi giustificare l’essere maltese e che non eri diverso?

Quando sei più giovane, non ci guardi molto, quando hai un gruppo di amici, quando devi ancora trovare il tuo posto nella vita, penso che sia normale che persone come noi abbiano sentito certi commenti. Come la parola “nero”, come hai detto supposizioni su di te. Cose di cui all’epoca non mi sono mai preoccupato. Ma, al giorno d’oggi, mi guardo indietro e penso che sarebbe stato meglio mostrare alla persona che sta commettendo un errore, ma non ho mai sentito il bisogno di fare uno sforzo in più con i miei amici per giustificare l’essere maltese.

Alcuni sostengono che i maltesi siano razzisti. Sei d’accordo?

Non credo che i maltesi siano razzisti, ma credo che non ci siano abbastanza informazioni. Nel nostro sistema scolastico ad esempio non ci sono abbastanza informazioni sul razzismo, per sensibilizzare ed è per questo che si comincia a sentirne parlare in così giovane età.

Probabilmente li abbiamo vissuti…

È quello che stavo per chiederti: hai mai sperimentato il razzismo?

Sì, il mio collega mi aveva detto quando mi ero messo al lavoro, davanti al dirigente: ‘Ti sei lavato nel carbone oggi?’

E ovviamente con il manager che ti guarda, non sai cosa dire.

Sui social media vedo molti commenti che sono intrinsecamente razzisti. Come ti senti quando vedi questi commenti?

In questi giorni se ne vedono molti. Non è necessario cercare per trovare questi commenti. Dopo una partita di calcio, ad esempio, vedi succedere sempre le stesse cose. Ovviamente sono ferito quando vedo questi commenti. Al loro livello più basso, le persone trovano un modo per attaccarli, e non sai mai come potrebbe sentirsi una persona, e potrebbe essere quel punto di svolta che potrebbe romperlo.

Vedete anche gruppi che trasmettono l’agenda anti-stranieri, come Defend Malta, Ir-reati tal-Barranin, queste pagine. Sono sicuro che li hai incontrati. Come ti senti, quando sai che anche a Malta puoi trovare queste persone?

Ascolta, non sono sorpreso. È normale sentire, anche i miei amici mi raccontano come i loro genitori dicevano loro “Non avvicinarti a quel ragazzo nero” o se li vedono parlare con una persona di nazionalità diversa,

hanno paura…

Hanno paura, solo per la pelle diversa, ma non mi stupisco. C’è bisogno di più lavoro, in modo che questi gruppi forse aprano gli occhi… è necessaria più educazione, in modo che possiamo vincere la lotta contro il razzismo.

Quindi, vedi l’istruzione come la soluzione…

Come ho detto, non credo che i maltesi siano razzisti, non credo che nessuno sia intrinsecamente razzista, ma credo che ci sia anche una connotazione di paura.

RACCOMANDATO PER TE

NAZIONALE

[GUARDA] Bartolo difende il piano di ripartenza del turismo nell’ondata di COVID-19: “Ci adegueremo se necessario”

NAZIONALE

Il deputato chiede se le autorità maltesi chiederanno ai tedeschi i dati sugli evasori fiscali di Dubai

NAZIONALE

L’ex ministro PN Dalli vuole le scuse della Repubblika per l’associazione ‘corruzione’

 https://www.facebook.com/21535456940/posts/10159611800821941/

Amazon e il logo di Amazon sono marchi di Amazon.com, Inc., o delle sue affiliate.