Marsalforn una delle zone pi colpite dallo svilup

TheMummichogblog è un partecipante al Amazon Services LLC Associates programma, un programma di affiliazione pubblicitario progettato per fornire un mezzo per siti per guadagnare tariffe pubblicitarie con la pubblicità e il link al amazon.com. Amazon, il logo di Amazon, AmazonSupply, e il logo AmazonSupply sono marchi di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.

Marsalforn è una delle zone più colpite dallo sviluppo intensivo e lo sviluppo proposto sarebbe tra i più alti del lungomare.

https://t.co/reuAtjySJr

31 maggio 2021, lunedìRSSLogin/Registrati

Casa

>

Locale

>

notizia

>

Prevede di sostituire lo snack bar sul lungomare di Marsalforn con …

Progetto per sostituire lo snack bar sul lungomare di Marsalforn con un blocco di sette piani presentato al PA

Albert GaleaLunedì, 31 maggio 2021, 08:06Ultimo aggiornamento: circa 8 ore fa

I progetti per sostituire uno snack bar in disuso lungo la passeggiata di Marsalforn con un edificio di sette piani sono stati sottoposti all’esame dell’autorità di pianificazione.

La domanda progettuale, depositata all’inizio di quest’anno, propone la demolizione e ricostruzione di un bar tavola calda e la realizzazione di tre appartamenti sovrastanti per un’altezza complessiva di sette livelli.

L’indirizzo esatto è quello che era lo Snack Bar di St. Paul su Misrah Sir Michel’ Angelo Refalo a Marsalforn, che si trova all’angolo di Triq il-Port, che è la passeggiata di Marsalforn.

Marsalforn è una delle aree più colpite dallo sviluppo intensivo, con un numero di blocchi di appartamenti che spuntano in quello che un tempo era un tranquillo villaggio sulla baia, e lo sviluppo proposto sarebbe tra i più alti sul lungomare.

I piani mostrano che l’edificio salirebbe a 21,6 metri, sminuendo di tre piani il vicino snack bar e il condominio.

L’ingombro dell’edificio in sé non è grande: si tratta di un edificio ad angolo, con una superficie interna di poco più di 40 metri quadrati.

Quella però diminuisce di circa 15 mq dal secondo piano in su, in quanto parte dell’impronta è poi di proprietà di terzi.

I tre appartamenti proposti sono tutti bilocali, di cui uno disposto al primo piano e altri due suddivisi sui restanti piani.

Infatti, un appartamento è suddiviso tra il secondo e il terzo piano, mentre un altro è suddiviso tra il quarto e il quinto piano.

Il livello del tetto ospiterà quindi anche una piccola stanza di circa 5 metri quadrati.

Le ricorrenti sono individuate dall’Ente in Rose Mary Formosa e Georgina Sultana, mentre l’architetto responsabile dei progetti è Cornelia Tabone.

Poiché la domanda è stata presentata solo di recente, non c’è ancora molto in termini di consultazione pubblica.

Solo l’Environmental Health Directorate e l’Environmental Tourism Authority – che giudicano solo la parte snack bar della domanda – hanno reso nota la loro raccomandazione, ed entrambe hanno affermato di non avere obiezioni alla domanda.

Probabilmente avranno luogo ulteriori consultazioni con diverse entità, prima che il funzionario competente dell’autorità di pianificazione elabori una raccomandazione finale.

L’applicazione è una delle tante intorno a Gozo, poiché aumenta la preoccupazione per la portata e l’intensità dello sviluppo sull’isola sorella di Malta.

I sindaci delle isole si sono tutti riuniti per denunciare il livello di sviluppo che sta prendendo il sopravvento sull’isola, così come le principali lobby economiche come la Camera di commercio di Malta.

Il Malta Independent ha riferito nelle ultime settimane di richieste di pianificazione molto più grandi, tra cui un complesso di 125 appartamenti – suddivisi in tre applicazioni separate, pratica comune per evitare ulteriori controlli che grandi progetti come questi potrebbero richiedere – su terreni agricoli a Sannat.

Allo stesso modo, all’inizio di questo mese questo giornale ha riportato come sono stati presentati anche i piani per un blocco di appartamenti di quattro piani alla periferia di Xewkija in un vicolo senza accesso veicolare, anche se il progetto dovrebbe contenere un garage per 40 auto.

Questa redazione ha anche scoperto che in quel caso, nove appartamenti erano già stati venduti dallo sviluppatore, anche se il processo di pianificazione non era arrivato da nessuna parte alla sua conclusione, con la PA che doveva ancora formulare la sua raccomandazione sul progetto.

 

 

Tweet

Condividi4

 

notizia

Eventi “limitati e controllati” per…

IN DIRETTA: Certificato di vaccino contro il Covid-19 a…

Gli attivisti propongono una capacità dell’evento del 25%…

L’83% degli affittuari a Malta sono stranieri,…

Trovati due nuovi casi Covid-19, attivi …

Metà dei consigli su come fermarsi…

Contributo di 1.000 € per coppie, singoli…

Batteria Qolla l-Bajda impostata per essere …

Aperto

Termini di utilizzo

Tariffe pubblicitarie

Contattaci

politica sulla riservatezza

Progettato e sviluppato da Deloitte Digital

In linea indipendente. ©2020. Standard Publications Ltd. Sede legale: Standard House, Birkirkara Hill, St. Julian’s, STJ 1149, Malta.

Amazon e il logo di Amazon sono marchi di Amazon.com, Inc., o delle sue affiliate.