Merck chiude il programma vaccino Covid dopo che i

Merck chiude il programma vaccino Covid dopo che i dati non sono brillanti Vai ai contenuti

Menù

Bloomberg

sottoscrivi

Merck interrompe il programma vaccino Covid dopo dati scarsi

Di

Riley Griffin

,

25 gennaio 2021, 12:45 CET

Fotografo: Emile Wamsteker / Bloomberg

Merck & Co. sta interrompendo lo sviluppo dei suoi due vaccini Covid-19 sperimentali dopo che i dati dei primi studi hanno dimostrato che non sono riusciti a generare risposte immunitarie paragonabili a un’infezione naturale o ai vaccini esistenti.

Il gigante della droga statunitense, che ha una storia di sviluppo di vaccini con successo, aveva adottato una strategia diversa dai rivali Pfizer Inc., Moderna Inc. e Johnson & Johnson, utilizzando un approccio più tradizionale di concentrarsi su colpi basati su virus indeboliti. Uno, chiamato V590, ha preso in prestito la tecnologia dall’inoculazione di Ebola di Merck, mentre l’altro, V591, si basa su un vaccino contro il morbillo utilizzato in Europa.

Entrambi erano ritardatari nella corsa allo sviluppo del vaccino. Merck ha terminato il reclutamento dei primi partecipanti per gli studi sulla sicurezza nella fase iniziale verso la fine del 2020, quando le prime Pfizer e Moderna si stavano preparando a riportare i dati in fase avanzata sull’efficacia dei loro colpi. Merck ha ricevuto i risultati provvisori dalle sue prove questo mese.

I risultati sono stati “deludenti e un po ‘una sorpresa”, ha affermato Nick Kartsonis, vicepresidente senior della ricerca clinica per malattie infettive e vaccini presso i laboratori di ricerca Merck. Entrambi i colpi hanno generato meno anticorpi neutralizzanti per arrestare l’infezione rispetto ad altri vaccini Covid-19 e hanno prodotto risposte immunitarie inferiori rispetto alle persone che avevano contratto naturalmente il coronavirus.

“Non avevamo quello che ci serviva per andare avanti”, ha detto Kartsonis in un’intervista domenica. Dopo aver valutato i dati, la dirigenza senior di Merck ha deciso di interrompere i programmi e dirottare le risorse verso gli sforzi dell’azienda per sviluppare trattamenti Covid-19.

Merck è sceso dell’1,1% alle 9:50 di lunedì a New York. Le azioni hanno perso il 9,7% negli ultimi 12 mesi fino alla chiusura di venerdì.

La carenza di vaccini Covid può negli ultimi mesi: Johns Hopkins

La carenza di vaccini Covid può negli ultimi mesi: Johns Hopkins

Ansia da vaccino

Mentre i vaccini di Merck non dovevano far parte della spinta iniziale all’immunizzazione negli Stati Uniti, lo sviluppo arriva tra l’ansia maggiore per le forniture di vaccini e un ritmo lento di iniezioni. L’emergere di nuove varianti del coronavirus ha anche sollevato dubbi sul fatto che i colpi che sono stati cancellati perderanno efficacia quando l’agente patogeno muta.

Il fallimento dei candidati di Merck la lascerà anche esclusa da un mercato che potrebbe eventualmente essere dominato da due dei suoi storici rivali statunitensi. Pfizer è stato il primo produttore di farmaci ad ottenere l’autorizzazione per un vaccino Covid negli Stati Uniti, seguito da vicino da Moderna. Johnson & Johnson dovrebbe pubblicare i dati nelle prossime settimane sull’efficacia del suo vaccino e richiedere un’autorizzazione per l’uso di emergenza.

Nessuno dei candidati di Merck era tra i sei vaccini nel portafoglio di Operation Warp Speed ​​degli Stati Uniti, sebbene la sua leadership li osservasse da vicino. Il produttore di farmaci e il suo partner per lo sviluppo di V590, l’International AIDS Vaccine Initiative, hanno ricevuto finanziamenti per la ricerca dal governo. Il suo secondo candidato, V591, si basa sulla tecnologia sviluppata per la prima volta dall’Institut Pasteur in Francia. Entrambi i candidati monodose sono stati ben tollerati nei primi studi sull’uomo.

Merck, con sede a Kenilworth, nel New Jersey, registrerà un addebito per il quarto trimestre del 2020 per i costi relativi all’arresto dei programmi. Non ha rivelato l’importo dell’addebito lunedì. I risultati della sperimentazione nella fase iniziale saranno presentati a una rivista medica sottoposta a revisione paritaria.

Cosa dice l’Intelligence di Bloomberg

“La decisione di Merck di interrompere lo sviluppo dei suoi due candidati al vaccino Covid-19 potrebbe essere una cattiva notizia per un mondo affamato di dosi, ma avrà un impatto limitato sulle prospettive dell’azienda, poiché il consenso non aveva nulla a che fare con la matita”.

– Sam Fazeli, analista farmaceutico

Clicca qui per leggere la ricerca.

Focus terapeutico

Un continuo aumento delle infezioni ha evidenziato la necessità di più opzioni di trattamento. Merck indirizzerà le risorse verso due farmaci di cui è in fase avanzata di sviluppo per combattere la malattia, secondo Kartsonis.

Per saperne di più: Merck-U.S. L’accordo per gli spettacoli di droga Covid Persiste la necessità di terapie

“Nel mondo dello sviluppo farmaceutico, un’uccisione rapida non è una brutta cosa perché ti consente di riposizionare e riutilizzare le tue risorse”, ha detto.

Molti degli impianti di produzione di vaccini di Merck sono stati riorganizzati per produrre uno dei suoi candidati farmaci Covid-19, MK-7110, che è complesso e difficile da produrre su larga scala. In uno studio ad interim, la terapia endovenosa ha migliorato significativamente la probabilità e la velocità di recupero per i pazienti con Covid-19 gravi e critici che necessitavano di ossigeno, riducendo i rischi di insufficienza respiratoria e morte di oltre il 50%. I risultati completi dello studio sono attesi nel primo trimestre.

I dirigenti di Merck si aspettano che le autorità di regolamentazione statunitensi concedano un’autorizzazione per l’uso di emergenza del farmaco a seguito di quei risultati, e Kartsonis ha affermato che potrebbe raggiungere i pazienti malati entro la metà dell’anno. Gli Stati Uniti hanno già accettato di pagare $ 365 milioni per 60.000-100.000 dosi.

Pillola antivirale

Merck sta anche lavorando a una pillola per i pazienti con Covid-19 nelle prime fasi della malattia. Conosciuta come molnupiravir, la terapia antivirale è stata scoperta dagli scienziati della Emory University ed è in fase di studio in studi in fase avanzata sia in ambito ospedaliero che ambulatoriale. Merck e il partner Ridgeback Biotherapeutics LP si aspettano di avere i primi dati sull’efficacia del farmaco nel primo trimestre e di concludere gli studi a maggio, ha affermato la società in una nota.

Il Chief Marketing Officer Michael Nally ha dichiarato a dicembre che Merck si aspetta un nulla osta normativo poco dopo che la società ha comunicato i dati, se dovesse avere successo.

TheMummichogblog è un partecipante al Amazon Services LLC Associates programma, un programma di affiliazione pubblicitario progettato per fornire un mezzo per siti per guadagnare tariffe pubblicitarie con la pubblicità e il link al amazon.com. Amazon, il logo di Amazon, AmazonSupply, e il logo AmazonSupply sono marchi di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate. Amazon e il logo di Amazon sono marchi di Amazon.com, Inc., o delle sue affiliate.