Messa in scena di una presentazioneTopic Messa in

TheMummichogblog è un partecipante al Amazon Services LLC Associates programma, un programma di affiliazione pubblicitario progettato per fornire un mezzo per siti per guadagnare tariffe pubblicitarie con la pubblicità e il link al amazon.com. Amazon, il logo di Amazon, AmazonSupply, e il logo AmazonSupply sono marchi di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.

Messa in scena di una presentazione
[Topic: Messa in scena di una presentazione. Ryan si rivolge a un pubblico] RYAN:. (. Nervosamente) Ci dispiace che sia un po ‘affollato … spero che tutti possono vedere me … il proiettore dovrebbe arrivare in appena un minuto …

HOST: Nonostante Ryan preparare bene la sua presentazione, quando arriva a presentarlo, non c’è abbastanza spazio per il suo pubblico, e non c’è proiettore. Avrebbe dovuto ricercato la messa in scena della sua stanza e fatto aggiustamenti necessari in anticipo. Le camere possono essere classificati in base alla loro dimensione, forma, disposizione dei posti, e la zona di presentazione, che sono importanti per la creazione di un’atmosfera e di un rapporto con il pubblico. Layout sono generalmente o flessibili, o statico. Facciamo il check-in con Ryan come ha in programma in anticipo per la sua prossima presentazione.

[Ryan è al telefono.] (Messa a fuoco.) RYAN: La prima sessione è un’attività basata … con 16 partecipanti. Quindi ho bisogno di quattro tavoli, con quattro a ciascuno di essi …

HOST: Ryan ha chiesto una situazione comune flessibile – una stanza rotonda – dove i partecipanti si siedono intorno tavoli singoli – disposte in un cerchio – per creare un’atmosfera intima, interattivo, e amichevole. Questa configurazione si adatta 15 partecipanti o più, per le attività in gruppi di quattro o cinque. Tuttavia, non è una messa a punto adatta per le piccole stanze, e lo schermo può non essere facile per tutti da vedere. Un’altra opzione layout flessibile è una configurazione a forma di U. Questo è meglio per i piccoli gruppi di 20. Si può facilmente interagire con il pubblico e tutti possono vedere lo schermo. Ma è appropriato solo per il lavoro di gruppo o discussioni tra due o tre partecipanti, e non è adatto per una piccola stanza. Oppure c’è il layout chevron, un’altra configurazione flessibile adatto a da 10 a 30 partecipanti. È possibile consentire il lavoro di gruppo ai tavoli, e ausili visivi sono facili da vedere. Ma è un po ‘impersonale, come alcune persone affrontano spalle di altre persone.

[Ryan è al telefono.] (Preoccupata.) RYAN: Sto andando a finire con una sessione di brainstorming. Le tabelle possono essere spostati insieme dopo pranzo?

HOST: Ora Ryan sta pensando avanti. Chiede una statica istituito dopo il pranzo, perché è più appropriato per la sua sessione pomeridiana di brainstorming. Una classe statica di layout si adatta maggior parte delle dimensioni del gruppo e apparecchiature audiovisive, e si concentra l’attenzione sul presentatore. Ma non permette molta interazione tra i partecipanti. E nelle stanze lunghe o grandi, può essere difficile coinvolgere i partecipanti ai lati o indietro. Vediamo cosa decide Ryan …

[Ryan è al telefono.] (Determinato.) RYAN: L’aula non farà. Ho bisogno di qualcosa in cui le persone possono discutere … (felice) La sala conferenze? Può ospitare 20? Perfetto!

HOST: Una configurazione conferenza statica è ideale per Ryan in quanto crea un ambiente favorevole alla discussione o sessioni di brainstorming con piccoli gruppi. Anche se lo limita a un punto e limita il suo uso di supporti visivi, altrimenti si adatta alle sue esigenze. Uno svantaggio – un gruppo più grande può sentirsi stretti in questa configurazione. L’ultima opzione camera statica è il layout del teatro. Esso consente l’utilizzo di una vasta gamma di supporti visivi. E ‘adatto a gruppi molto grandi, ma è difficile creare un’atmosfera informale. E con gruppi più piccoli, le persone possono sedersi lontani, riducendo l’interazione. Come Ryan appreso, si dovrebbe sempre ricerca la tua sala di presentazione e la sua idoneità in anticipo, e apportare le modifiche necessarie in anticipo.

Staging a Presentation
[Topic: Staging a Presentation. Ryan is addressing an audience.] RYAN: (NERVOUSLY.) Sorry it’s a bit crowded…hope you all can see me…the projector should be arriving in just a minute…

HOST: Despite Ryan preparing his presentation well, when he arrives to present it, there isn’t enough room for his audience, and there’s no projector. He should have researched the staging of his room and made necessary adjustments in advance. Rooms can be categorized according to their size, shape, seating arrangements, and presentation area, which are important when creating atmosphere and a relationship with the audience. Layouts are generally either flexible, or static. Let’s check in with Ryan as he plans ahead for his next presentation.

[Ryan is on the phone.] (FOCUSED.) RYAN: The first session is activity based…with 16 participants. So I need four tables, with four at each one…

HOST: Ryan has asked for a common flexible room setup – a round room – where participants sit around individual tables – arranged in a circle – to create an intimate, interactive, and friendly atmosphere. This setup suits 15 participants or more, for activities in teams of four or five. However, it’s not a suitable setup for small rooms, and the screen may not be easy for all to see. Another flexible layout option is a U-shaped setup. This is better for groups smaller than 20. You can easily interact with your audience and everyone can see the screen. But it’s only appropriate for group work or discussions between two or three participants, and is not suitable for a small room. Or there’s the chevron layout, another flexible setup suitable for between 10 and 30 participants. You can allow group work at the tables, and visual aids are easy to see. But it’s slightly impersonal, as some people face other people’s backs.

[Ryan is on the phone.] (WORRIED.) RYAN: I’m going to end with a brainstorming session. Can the tables be moved together after lunch?

HOST: Now Ryan is thinking ahead. He asks for a static set up after lunch because it’s more appropriate for his afternoon brainstorming session. A static classroom layout suits most group sizes and visual equipment, and focuses attention on the presenter. But it doesn’t allow much interaction between participants. And in long or wide rooms, it can be hard to engage participants at the sides or back. Let’s see what Ryan decides…

Amazon e il logo di Amazon sono marchi di Amazon.com, Inc., o delle sue affiliate.