Migranti imbarcazioni di salvataggio tornano ai mari del Mediterraneo dopo la pausa12/06/2020

TheMummichogblog è un partecipante al Amazon Services LLC Associates programma, un programma di affiliazione pubblicitario progettato per fornire un mezzo per siti per guadagnare tariffe pubblicitarie con la pubblicità e il link al amazon.com. Amazon, il logo di Amazon, AmazonSupply, e il logo AmazonSupply sono marchi di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.

Migranti imbarcazioni di salvataggio tornano ai mari del Mediterraneo dopo la pausa

Due barche di beneficenza hanno di nuovo diretti verso il Mediterraneo, dopo due mesi di pausa nelle operazioni di salvataggio di migranti, come i gruppi umanitari attendono una nuova ondata di arrivi.

Gli esseri umani italiani ONG Mediterranea Salvataggio ha detto nella notte di Martedì che la sua barca noleggiata, Mare Jonio, aveva lasciato il porto siciliano di Trapani per pattugliare il Mediterraneo centrale sulla sua ottava missione.

Si unisce il Mar Watch 3, gestito da Sea Watch della Germania, che ha lasciato Messina, in Sicilia il Lunedi.

Video: AFP
“Mediterranea è finalmente tornato in mare per monitorare e denunciare le violazioni dei diritti umani che sono costantemente in atto nel Mediterraneo centrale,” la carità ha twittato il Mercoledì.

“Il Mare Jonio sta tornando al suo posto, in cui sono necessari l’aiuto e l’umanità.”

E ‘stata la prima volta che la barca aveva lasciato per un’operazione di salvataggio dal 20 marzo quando ha sospeso le sue operazioni in mare a causa della crisi coronavirus.

Centinaia di migliaia di migranti sono sbarcati sulle coste italiane negli ultimi anni, come il porto europeo primario di entrata per i migranti in cerca di rifugio da Africa e Medio Oriente.

L’Italia, insieme a Malta, ha chiuso le sue porte nel mese di aprile per frenare la diffusione di COVID-19, un mese dopo un blocco a livello nazionale.

Rapporti di partenze freschi dalla Libia
A quel tempo, i gruppi di soccorso hanno accusato di Roma e La Valletta di usare la crisi come una scusa per interrompere l’assunzione di migranti.

Corriere della Sera, citando fonti dei servizi segreti, ha riferito il Lunedi che 20.000 persone sono state preparate per partire Libia in barca a rischiare il viaggio verso l’Italia.

partenze migranti provenienti da coste della Libia sono aumentate di quasi il 300% quest’anno, tra gennaio e la fine di aprile, rispetto allo stesso periodo del 2019, secondo l’Agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati.

Malta ha anche lanciato l’allarme sui rifugiati in arrivo, denunciando la mancanza di solidarietà da altri paesi europei e dicendo che ha preso in una quota sproporzionata.

La questione dei migranti che raggiungono le coste italiane scoppiata la scorsa estate, come il ministro degli interni, allora Matteo Salvini bloccato l’ingresso per imbarcazioni di salvataggio. Salvini, che guida il partito di estrema destra Lega, affronta il processo in uno di quei casi.

membri della UE l’Italia, la Spagna, la Grecia, Malta e Cipro hanno presentato alla Commissione europea all’inizio di questo mese con una proposta di “un nuovo comune e strategia unitaria in materia di immigrazione e di asilo”, secondo il Ministero degli interni in Italia.

La proposta, che comprende “delocalizzazione obbligatoria” dei migranti tra tutti gli Stati membri dell’UE, mira anche a ridurre l’onere per “paesi prima voce, in cui i migranti prima terra”.

https://timesofmalta.com/articles/view/migrant-rescue-boats-return-to-mediterranean-seas-after-hiatus.797709?utm_source=tom&utm_campaign=newsletter&utm_medium=email&utm_content=2020-06-11

 

———

Migrants rescue boats return to the Mediterranean seas after the pause

Two charity boats have turned to the Mediterranean again, after two months of pause in migrant rescue operations, as humanitarian groups await a new wave of arrivals.

Italian human beings Ung Mediterranean rescue said on Tuesday night that his rented boat, sea Jonio, had left the Sicilian port of Trapani to patrol the central Mediterranean on his eighth mission.

The Watch 3 is joined, managed by Sea Watch in Germany, who left Messina, in Sicily on Monday.

Video: AFP
“Mediterranean has finally returned to the sea to monitor and denounce human rights violations that are constantly taking place in the central Mediterranean,” charity tweeted on Wednesday.

“The Jonio sea is coming back to his place, in which help and humanity are needed.”

It was the first time the boat had left for a rescue operation from March 20 when he suspended his operations at sea due to the Coronavirus crisis.

Hundreds of thousands of migrants have landed on Italian coasts in recent years, as the primary European entry port for migrants looking for refuge from Africa and the Middle East.

Italy, together with Malta, has closed its doors in April to curb the spread of Covid-19, a month after a national block.

Fresh departure reports from Libya
At that time, the rescue groups accused of Rome and Valletta to use the crisis as an excuse to interrupt migrant intake.

Corriere della Sera, quoting sources of secret services, reported Monday that 20,000 people were prepared to leave Libya by boat to risk the journey to Italy.

Migrant departures from Libya coasts increased by almost 300% this year, between January and the end of April, compared to the same period of 2019, according to the United Nations Agency for refugees.

Malta also launched the alarm on refugees arriving, denouncing the lack of solidarity from other European countries and saying that he took in a disproportionate fee.

The question of migrants who reach the Italian coasts broke out last summer, as the Minister of the Interior, then Matteo Salvini blocked the entrance for lifeboats. Salvini, who guides the extreme right league party, addresses the process in one of those cases.

EU members Italy, Spain, Greece, Malta and Cyprus presented to the European Commission at the beginning of this month with a proposal of “a new municipality and unitary strategy on immigration and asylum”, according to the Ministry Interior in Italy.

The proposal, which includes “mandatory relocation” of migrants between all EU Member States, also aims to reduce the burden for “countries first voice, in which the first land migrants”.

https://timesofmalta.com/articles/view/migrant-rescue-boats-return-to-mediterranean-seas-after-hiatrus.797709?utm_Source=Tom&utm_campaign=NewsLetter&utm_medium=EMail&utm_content=2020-06-11

 

———

Izikebhe zokutakula izikebhe zibuyela ezilwandlekazi zaseMedithera ngemuva kokumisa isikhashana

Izikebhe ezimbili zokuphana zibuyele eMedithera futhi, ngemuva kwezinyanga ezimbili zokumisa isikhashana emisebenzini yokutakula, njengoba amaqembu abantu alindele igagasi elisha lokufika.

I-Italian Human UNG Mediterranean Rescue uthe ngoLwesibili ebusuku ukuthi isikebhe sakhe esivele saqasha, uLwandle uJonio, sase sishiye echwebeni laseSicilian kaTracelan ukuba bahambisane neMedithera eCentral Mediterane yasesishiyagalombili ngomshini wakhe wesishiyagalombili.

I-Watch 3 ihlanganiswe, iphethwe iwashi lasolwandle eJalimane, elishiye uMessina, eSicily ngoMsombuluko.

Ividiyo: AFP
“IMedithera ekugcineni ibuyele olwandle ukuyoqapha futhi yasola ukwephulwa kwamalungelo abantu okuhlala kwenzeka eCentral Medithera,” kusho uCharity Tweet ngoLwesithathu.

Amazon e il logo di Amazon sono marchi di Amazon.com, Inc., o delle sue affiliate.