PARERE La scritta stata sul muro per un po cos d

TheMummichogblog è un partecipante al Amazon Services LLC Associates programma, un programma di affiliazione pubblicitario progettato per fornire un mezzo per siti per guadagnare tariffe pubblicitarie con la pubblicità e il link al amazon.com. Amazon, il logo di Amazon, AmazonSupply, e il logo AmazonSupply sono marchi di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.

PARERE: “La scritta è stata sul muro per un po’. È così difficile da digerire? È evidente e abbondantemente chiaro che Malta, proprio come altri paesi sviluppati, è suscettibile di manodopera a basso costo con condizioni sfavorevoli e le sue conseguenze”.

https://t.co/DQoXor2SkM

7 giugno 2021, lunedìRSSLogin/Registrati

Casa

>

Giornale

>

opinioni

>

La manodopera a basso costo non paga a lungo termine

La manodopera a basso costo non paga a lungo termine

Domenica, 6 giugno 2021, 08:49Ultimo aggiornamento: circa 3 giorni fa

Dario Cacopardo

Il termine manodopera a basso costo è stato usato molte volte, specialmente nel contesto di un’economia in continua crescita. Ciò costituisce una situazione in cui i membri della forza lavoro sono impegnati in un lavoro che paga miseria, creando così una discrepanza tra produzione e retribuzione dei dipendenti.

Con la revoca delle restrizioni per il COVID-19, l’economia maltese è destinata a riaprire con l’obiettivo di assaporare il successo economico del recentissimo passato. Questa volta, tuttavia, i lavoratori che hanno contribuito al passato successo economico di Malta potrebbero non essere disponibili. Un operatore del settore della ristorazione, intervistato dal Times of Malta, ha spiegato quanti stranieri hanno lasciato l’isola, mentre lavoratori autoctoni qualificati che hanno perso il lavoro durante la pandemia e non sono riusciti a sopravvivere con l’integrazione salariale hanno lasciato il settore. Questi lavoratori hanno trovato un lavoro alternativo e ora sono riluttanti a tornare. Il Times of Malta riporta anche che l’Associazione dei datori di lavoro di Malta ha affermato che il settore privato sta trovando estenuante reclutare lavoratori a causa di quello che Joe Farrugia ha definito “l’esodo dei lavoratori stranieri guidato dalla pandemia”. Il signor Farrugia ha anche spiegato come questa catastrofe di reclutamento vada oltre il settore della ristorazione, poiché è diffuso in tutti i settori.

La scritta è rimasta sul muro per un bel po’. È così difficile da digerire? È evidente e abbondantemente chiaro che Malta, proprio come altri paesi sviluppati, è suscettibile di manodopera a basso costo con condizioni sfavorevoli e le sue conseguenze. Questo è completato da una dose di economia a cascata.

Le industrie note per prosperare con manodopera a basso costo, come l’ospitalità, la ristorazione e l’edilizia, sono state evidentemente sostenute da un afflusso di cittadini di paesi terzi (TCN), che hanno lasciato i loro paesi con la premessa di una vita migliore. Questi cittadini di paesi terzi, che provengono da un ampio spettro di culture, sono stati costretti a lasciare le loro case perché i loro rispettivi paesi non sono in grado di far crescere le loro economie per sostenere la loro gente. Insieme all’offerta di lavoro locale, africani, europei dell’est e asiatici hanno contribuito a questa ricchezza, ricevendo in cambio noccioline.

La situazione è ancora più problematica di quanto si possa immaginare. Alcuni datori di lavoro nel settore privato di Malta hanno prosperato grazie allo sfruttamento dei cittadini di paesi terzi vulnerabili, le cui aspettative finanziarie sono così basse che accettano quasi tutto ciò che viene loro offerto. La scusa di pagare il salario minimo previsto dalla legge non è sufficiente. L’attuale salario minimo legale è l’equivalente di un salario da fame, puro e semplice. La manodopera a basso costo non paga a lungo termine poiché è insostenibile per una moltitudine di ragioni. La manodopera a basso costo è un deterrente, poiché a lungo termine lascerebbe i dipendenti in condizioni relativamente peggiori, rendendoli poveri e cercando opportunità altrove. I datori di lavoro non beneficiano di alti tassi di turnover dei dipendenti, poiché ciò comprometterebbe la loro capacità produttiva, incorrendo in costi di formazione e assunzione più elevati. I datori di lavoro a Malta si lamentano da tempo del fatto che non possono assumere abbastanza lavoratori qualificati.

Come ci si può aspettare che i lavoratori qualificati lavorino in condizioni inferiori rispetto a quelle di altri paesi? Le professioni mediche e infermieristiche sono un ottimo esempio. Soprattutto, la manodopera a basso costo ostacola la sostenibilità delle casse dello Stato. Il lavoro a basso costo intrappola le sue vittime nella povertà, togliendole l’indipendenza finanziaria, spesso a costo di sacrifici sostanziali, creando così i lavoratori poveri. Questo mette il governo in una posizione in cui devono essere erogate più elemosine, per dare ai beneficiari la possibilità di tenere il passo con un costo della vita già elevato. Lo stiamo già sperimentando con gli acquirenti di proprietà per la prima volta. Nel 2019 sono state stimate a rischio povertà 82.758 persone, pari al 17,1% della popolazione. In un giorno ed età in cui l’occupazione è a livelli record, questo è semplicemente inaccettabile! È inaccettabile che una manciata di individui realizzi bei profitti, pagando una miseria in cambio di coloro che accrescono la loro ricchezza.

Il piano di ripresa COVID-19 dovrebbe fare della crescita economica sostenibile la sua priorità, in modo tale che la nostra economia funzioni per molti e non per pochi. La crescita economica sostenibile richiede una situazione in cui coloro che si impegnano nella produttività siano compensati in modo equo, senza essere lasciati peggio. Ciò integra la crescita economica verde: una crescita economica che rispetta non solo l’ambiente, ma anche la dignità degli esseri umani.

Dario Cacopardo è un economista di formazione, avendo conseguito un Bachelor of Commerce with Honours in Economics assegnato dall’Università di Malta. Attualmente sta studiando per un Master of Science in Applied Economics presso l’Università di Bath.

 

opinioni

Percorso verso la genitorialità

Un’economia verde. Come puoi far parte di…

I diritti riproduttivi non sono necessariamente…

Quattro anni di azione

Chiedere la criminalizzazione di…

Esposizione all’amianto: non è un problema di…

La necessità di una legislazione europea per…

Zoom sul benessere digitale

Aperto

Termini di utilizzo

Tariffe pubblicitarie

Contattaci

politica sulla riservatezza

Progettato e sviluppato da Deloitte Digital

In linea indipendente. ©2020. Standard Publications Ltd. Sede legale: Standard House, Birkirkara Hill, St. Julian’s, STJ 1149, Malta.

Amazon e il logo di Amazon sono marchi di Amazon.com, Inc., o delle sue affiliate.