Perch siamo in fondo alla pilaAbbiamo sentito tutt

TheMummichogblog è un partecipante al Amazon Services LLC Associates programma, un programma di affiliazione pubblicitario progettato per fornire un mezzo per siti per guadagnare tariffe pubblicitarie con la pubblicità e il link al amazon.com. Amazon, il logo di Amazon, AmazonSupply, e il logo AmazonSupply sono marchi di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.

Perché siamo in fondo alla pila?

Abbiamo sentito tutto, dalle scuse per il maggior numero di teorie della cospirazione creativi. I fatti sono che, quando messi sulla scoreboard UE Malta si trova in fondo alla pila con un compito arduo davanti a sé per soddisfare riciclaggio obiettivi che fino a pochi mesi fa è apparso modo fuori portata.

Fa questo effetto Joe il cittadino, o dobbiamo permetterci di tenerlo ulteriormente in sordina? Se Joe vuole un’economia che continua a crescere in modo sostenibile e vuole vedere il loro amato un soggiorno in un ambiente più sano, hanno bisogno di assumere un ruolo attivo. Ma come?

In primo luogo, hanno bisogno di capire chi sta dicendo cosa, e quali sono le strategie sottostanti quando si tratta di gestione dei rifiuti.

Purtroppo, non tutti gli oppositori stanno sostenendo una migliore prestazione perché credono veramente in un ambiente migliore, mentre le politiche precedenti (o la sua assenza) essenzialmente intasate del settore della gestione dei rifiuti.

D’altra parte l’attuale amministrazione sta assumendo la piena responsabilità per la situazione attuale – il buono, il brutto e il cattivo. Non si tratta di prendere la colpa, ma di riconoscere e comprendere i problemi del paese ad essere in grado di risolvere in modo efficace e non con finzione proposte lucide.

In realtà, questo cambio di direzione è già traduce in un deciso miglioramento su tutta la linea con tutti gli indicatori chiave di performance spiking positivamente verso una tendenza che ci si avvicina non solo per raggiungere gli obiettivi UE vincolanti, ma per farlo in un modo che permette anche noi di crescere più forti. E ‘diventato chiaro che tutti noi abbiamo capito che per ogni problema c’è più di una soluzione.

Lo stesso vale qui, ed è molto buona notizia che invece di scegliere una soluzione piuttosto che l’altro, il governo sta concretamente attuando un approccio cassetta degli attrezzi che includono una massiccia rinnovamento delle politiche di gestione dei rifiuti; un’iniezione di 500 milioni di euro in infrastrutture di gestione dei rifiuti; un can-do atteggiamento su tutta la linea; e l’ingrediente cruciale per ogni successo – disciplina.

In secondo luogo, Joe ha bisogno di fare la loro parte. Allontanandosi dalla negatività e funeste quarti, e infine facendo rotolare le maniche e iniziare facendo giorno per giorno cambia per ridurre la produzione di rifiuti e Excel al pratiche di separazione dei rifiuti.

Il successo della gestione dei rifiuti è per noi raggiungere collettivamente. L’amministrazione capisce ciò che è necessario, è già e continuerà ad attuarlo in modo determinante, e come il maltese ha fatto in passato quando viene messo a prova, saranno all’altezza della sfida e garantire un futuro migliore e un’economia basata su solidi principi ambientali per gli anni a venire.

Why are we at the bottom of the pile?


———–

Why are we at the bottom of the pile?

We’ve heard it all, from excuses to the most creative conspiracy theories. The facts are that when put on the EU scoreboard Malta stands at the bottom of the pile with a daunting task ahead of it to meet recycling targets that until a few months ago appeared way out of reach.

Does this impact Joe the citizen, or do we afford to keep it further on the backburner? If Joe wants an economy that continues to grow sustainably and wants to see their loved one living in a healthier environment, they need to take an active role. But how?

Firstly, they need to understand who is saying what, and what are the underlying strategies when it comes to waste management.

Unfortunately, not all of the naysayers are advocating a better performance because they genuinely believe in a better environment, while previous policies (or lack thereof) essentially gridlocked the waste management industry.

On the other hand the current administration is taking full responsibility for the current situation – the good, the bad, and the ugly. This is not about taking blame, but about acknowledging and understanding the country’s problems to be in a position to solve them effectively and not with make-believe glossy proposals.

In fact, this change in direction is already resulting in a decisive improvement across the board with all key performance indicators spiking positively towards a trend that is getting us closer to not only reaching binding EU targets, but to do so in a way that also allows us to grow stronger. It has become abundantly clear that we all have come to realize that for every problem there is more than one solution.

The same applies here, and it is very good news that instead of choosing one solution over the other, government is concretely implementing a toolbox approach which include a massive revamp of waste management policies; a 500-million-euro injection in waste management infrastructure; a can-do attitude across the board; and the crucial ingredient for every success – discipline.

Secondly, Joe needs to do their part. By moving away from negativity and doom and gloom quarters, and ultimately by rolling his sleeves up and starting making day-to-day changes to reduce waste generation and excel at waste separation practices.

The success of waste management is for us to attain collectively. The administration understands what is required, it is already and will continue to implement it in a decisive way, and as the Maltese has done in the past when put to test, they will rise to the challenge and guarantee a better future and an economy based on sound environmental principles for years to come.

Why are we at the bottom of the pile?


———–

Kungani thina ezansi inqwaba?

Sithole wakuzwa konke, kusukela izaba Uzungu eyeza nezazi zezinkanyezi ezikhuluma kakhulu creative. Amaqiniso awukuthi lapho wagqoka EU iBhodi Malta imele ezansi inqwaba nge okwakuwumsebenzi onzima ngaphambi kwaso ukuhlangabezana Okuqondiwe kabusha ukuthi kuze ezinyangeni ezimbalwa edlule, uvele indlela ukuzamukela.

Ingabe lokhu kunomthelela Joe isakhamuzi, noma ingabe Siyokwazi yini ukukhokhela ukuyigcina okwengeziwe ku backburner? Uma Joe ufuna umnotho liyaqhubeka likhula eyongayo futhi ufuna ukubona yabo sithandwa eyodwa ephilayo endaweni enempilo, badinga nendima ebalulekile. Kodwa kanjani?

Okokuqala, kudingeka baqonde ukuthi ubani uthini, futhi yiziphi amasu ezihleli uma kuziwa ukuchitha ukuphathwa.

Amazon e il logo di Amazon sono marchi di Amazon.com, Inc., o delle sue affiliate.

http://xzh.i3geek.com