PerchNon mai un compito facile raggiungere a pied

TheMummichogblog è un partecipante al Amazon Services LLC Associates programma, un programma di affiliazione pubblicitario progettato per fornire un mezzo per siti per guadagnare tariffe pubblicitarie con la pubblicità e il link al amazon.com. Amazon, il logo di Amazon, AmazonSupply, e il logo AmazonSupply sono marchi di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.

Perché?

Non è mai un compito facile raggiungere a piedi fino a un podio, toccare il microfono e affrontare una folla. E ‘più difficile, sapendo che il pubblico non è solo i pochi centinaia seduto di fronte a voi, ma un molto più grande folla a guardare da casa. In definitiva, è una questione di scelta, si potrebbe prendere la via più facile e ricorrere alla solita retorica politica; o essere fedeli a se stessi, dire ciò che deve essere detto, anche se potrebbe non essere musica per le orecchie del pubblico, e rischiare una ricezione silenziosa di facce vuote. Ho scelto la seconda nel mio primo discorso mai alla Conferenza generale annuale del partito laburista nel 2018.

La mia sfida per la leadership e delegati del partito laburista era chiaro: abbiamo bisogno di diventare una versione migliore di noi stessi. Abbiamo dovuto rimanere la forza politica nel nostro paese, che ha trasformato i sogni e le aspirazioni della gente in realtà realizzabile. Ma abbiamo fortemente bisogno di identificare e correggere i nostri difetti, pensare di più in modo indipendente dal governo, entrare in contatto con i nostri critici e di essere abbastanza maturo per essere in grado di auto-criticare e di accettare la critica di persone reali che hanno voluto il meglio per il partito e il paese.

Molte cose sono successe da allora, internamente ed esternamente. Tra gli altri, il 26 febbraio 2020, quando The Times of Malta ha annunciato che non ero più a servire come CEO del partito laburista. Quella è stata una serata che non dimenticherò mai.

Per l’anno passato, ho mantenuto un profilo molto basso, limitando la mia presenza sui social media e rifiutando ogni richiesta di commento dai miei amici nella stampa. Questo significava che ho avuto più tempo per osservare e riflettere su quello che stava succedendo a Malta. Un nuovo primo ministro, un nuovo leader dell’opposizione, la gestione della pandemia, le rivelazioni che circondano l’assassinio Daphne Caruana Galizia, la Regola senza precedenti di legge cambia e, su un piano più generale, la Facebookisation della politica.

Cresciuto in una famiglia in cui apolitico discorso politico è stato vietato in casa, è sempre stato naturale per me vedere le cose in modo più obiettivo rispetto alla maggior parte dei miei coetanei. Le mie opinioni non sono state trasmesse a me da famiglia, o dettate da qualsiasi personaggio politico ho scelto di seguire religiosamente, ma piuttosto, dalla ricerca di giustizia sociale; Mobilità sociale; la lotta per un Malta liberale e progressista, che converte i tabù in non-problemi e dove ognuno è libero di vivere come uno desidera.

Al fine di raggiungere questo obiettivo, abbiamo bisogno dei liberi pensatori ad assumere un ruolo più attivo sulla scena nazionale. Abbiamo bisogno di litigi meno partigiana e la discussione più informata. E questo è esattamente ciò che mi ha portato ad assumere questa nuova avventura.

TheJournal.mt non è un portale di notizie. Il nostro obiettivo non è quello di emulare qualsiasi sito web di notizie a Malta. Non abbiamo bisogno di. Il nostro obiettivo è quello di una visione analitica presenti su questioni di interesse nazionale.

Stiamo dichiarando il nostro ordine del giorno in anticipo. Sì, TheJournal.mt è di proprietà del partito laburista. Ma non fare errore, non servirà come veicolo per la propaganda. Io non avrei accettato di condurre, se fosse il caso, ma piuttosto uno spazio dove si può discutere di politica, sezionare questioni complesse e, sì, tenere il governo sotto controllo. Tutto questo senza titoli sensazionali o materiale clickbait.

Colpisce il fatto che questa iniziativa è stata lanciata dal partito laburista, il partito al governo di raggiungere la fine del suo secondo mandato; quando la tentazione di entrare in una mentalità da assedio diventa mai così reale. Ma è anche naturale per uomini di sinistra di sentire la necessità di analizzare e discutere di politica, spesso in modo appassionato.

Questo è quello che faremo. Sono contento che ci sta unendo in questo viaggio.

Why?


———–

Why?

It’s never an easy task to walk up to a podium, tap on the mic and address a crowd. It’s more difficult knowing that your audience isn’t only the few hundreds sitting in front of you, but a much bigger crowd watching from home. Ultimately, it’s a matter of choice, one could either take the easy way out and resort to the usual political rhetoric; or be true to one’s self, say what needs to be said, even if it might not be music to the audience’s ears, and risk a silent reception of blank faces. I chose the latter in my first ever address to the Labour Party Annual General Conference in 2018.

My challenge to the Labour Party leadership and delegates was clear: we needed to become a better version of ourselves. We had to remain the political force in our country that turned people’s dreams and aspirations into achievable realities. But we strongly needed to identify and fix our flaws, think more independently from Government, engage with our critics and be mature enough to be able to self-criticise and accept the criticism of genuine people who wanted the best for the party and the country.

A lot has happened since then, internally and externally. Among others, on February 26 2020, when The Times of Malta announced that I was no longer to serve as Labour Party CEO. That was an evening I will never forget.

For the past year, I have kept a very low profile, limiting my social media presence and refusing every request for comment by my friends in the press. This meant that I had more time to observe and reflect on what was going on in Malta. A new Prime Minister, a new Leader of the Opposition, the handling of the pandemic, the revelations surrounding the Daphne Caruana Galizia murder, the unprecedented Rule of Law changes and, on a more general note, the Facebookisation of politics.

Raised in an apolitical family where political discourse was banned at home, it has always been natural for me to see things in a more objective way than most of my peers. My views were not passed on to me by family, or dictated by any political figure I chose to follow religiously, but rather, by the quest for social justice; social mobility; the fight for a liberal and progressive Malta which converts taboos into non-issues and where everyone is free to live as one desires.

Amazon e il logo di Amazon sono marchi di Amazon.com, Inc., o delle sue affiliate.

http://xzh.i3geek.com