persona che canta una canzone che conosce bene sub

TheMummichogblog è un partecipante al Amazon Services LLC Associates programma, un programma di affiliazione pubblicitario progettato per fornire un mezzo per siti per guadagnare tariffe pubblicitarie con la pubblicità e il link al amazon.com. Amazon, il logo di Amazon, AmazonSupply, e il logo AmazonSupply sono marchi di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.

persona che canta una canzone che conosce bene subisce una distensione o stiramento
sentimento e nella percezione sensibile dalla aspettativa di suoni futuri e il
la memoria del suono passato. Con te la situazione è diversa. Tu sei immutabilmente eterna,
che è il Creatore veramente eterno della mente. Così come si sapeva cielo e la terra in
l’inizio, senza che portare alcuna variazione nel vostro sapere, in modo da
fatto il cielo e la terra in principio, senza che significa una tensione tra
passato e futuro nella vostra attività. Lasciate che la persona che capisce questo make
la confessione a voi. Colui che non riesce a capire che fare la confessione a voi.
Come si è esaltato, e l’umile di cuore è la vostra casa (Salmo 137:. 6; 145:
8). Si alza coloro che sono abbattuto (Sal 144:. 14; 145: 8), e coloro che
si alza a quella vetta che è da soli non cadono.
1 Riprendendo il paragrafo di apertura, sopra i 1. (1).
2 Sopra II. i (1).
3 Metafora dal orologio ad acqua. Agostino passa da autobiografia (fino a conversione e Monica
la morte) per conto delle sue preoccupazioni teologiche come vescovo, in particolare anti-manicheo esegesi della Genesi
e la creazione.
4 Eco di Cicerone, De officiis I. 4. 13.
5 Questo sarebbe diventato il tema, 15 anni dopo, della Città di Dio. Echi del Apocalisse di Giovanni
libri pervadono XI-XIII.
6 Forse un’eco di ‘volo della sola alla sola’ Plotino (6. 9. 11. 51).
7 Plorinus 4. 3. 18. 13 e segg. Nel mondo intelligibile usano parole, ma comunicano con l’intuizione.
8 L’argomento è vicino a rivendicazione Plotino della provvidenza: 3. 2. 3.
9 Cfr Plotino 5. 8. 1 (bellezza prima nella mente dell’artista progettazione).
10 Allo stesso modo Plotino 5. 5. 9. 28 (nessun posto esisteva prima che il mondo); 6. 8. 7. 26 (Niente può portare sé
in esistenza).
11 Plotino (5. 3. 17. 24) sottolinea l’successiveness temporale delle parole umane. Vedi sopra IV. x (15); IX.
x (24).
12 Forse un’eco di Plotino 6. 8. 19. 1-3 che dice la stessa.
13 L’argomento qui ha analogie in Plotino 5. 5. 9, e in particolare 6. 5. 7 sulla conoscenza come il percorso
di ritorno al vero essere. Ma Agostino ha inserito il Signore incarnato come il rivelatore.
14 Analogamente VII. x (16) di cui sopra; Plotino 1. 6. 7. In questa sezione Agostino vuole interpretare il
‘Inizio’ di Genesi 1: 1 per indicare la Parola o Figlio di Dio, per sfuggire alle implicazioni temporali
‘inizio’. Libri XI-XIII offrono un’esposizione diffidenza esplorativa di Genesi 1, in parte a confutazione di
Manicheismo, ma in parte anche contro interpreti cattolici convinto da his’Neoplatonic lingua su
la transizione da informe di materia formata e circa spirituale (morale) creazione non menzionato
nella Genesi. Aveva una tradizione di più cattolica dietro di lui nel discernere il lavoro della Trinità nella creazione.
15 Sotto XII. xv (18); Plotino 6. 8. 13. 7.
tesi 16 di Agostino contro la tesi neoplatonica di Porfirio che l’Incarnazione è impossibile
perché implica il cambiamento in Dio è qui considerato come un principio altrettanto colpisce Creazione. L’argomento è
data una dichiarazione magistralmente più diffusamente in Città di Dio 12.
17 Così anche Plotino 3. 7. 3.

https://amzn.to/3nPQmzH
——

person singing to a song he knows well suffers a distension or stretching in
feeling and in sense-perception from the expectation of future sounds and the
memory of past sound. With you it is otherwise. You are unchangeably eternal,
that is the truly eternal Creator of minds. Just as you knew heaven and earth in
the beginning without that bringing any variation into your knowing, so you
made heaven and earth in the beginning without that meaning a tension between
past and future in your activity. Let the person who understands this make
confession to you. Let him who fails to understand it make confession to you.
How exalted you are, and the humble in heart are your house (Ps. 137: 6; 145:
8). You lift up those who are cast down (Ps. 144: 14; 145: 8), and those whom
you raise to that summit which is yourself do not fall.
1 Resuming the opening paragraph, above 1. i (1).
2 Above II. i (1).
3 Metaphor from the water-clock. Augustine passes from autobiography (up to conversion and Monica’s
death) to an account of his theological concerns as bishop, especially anti-Manichee exegesis of Genesis
and creation.
4 Echo of Cicero, De officiis I. 4. 13.
5 This would become the theme, 15 years later, of the City of God. Echoes of the Apocalypse of John
pervade books XI–XIII.
6 Perhaps an echo of Plotinus’s ‘flight of the alone to the Alone’ (6. 9. 11. 51).
7 Plorinus 4. 3. 18. 13 ff. In the intelligible world they use no words, but communicate by intuition.
8 The argument is close to Plotinus’ vindication of providence: 3. 2. 3.
9 Cf. Plotinus 5. 8. 1 (beauty first in the designing artist’s mind).
10 Similarly Plotinus 5. 5. 9. 28 (no place existed before the world); 6. 8. 7. 26 (Nothing can bring itself
into existence).
11 Plotinus (5. 3. 17. 24) stresses the temporal successiveness of human words. See above IV. x (15); IX.
x (24).
12 Perhaps an echo of Plotinus 6. 8. 19. 1–3 who says the same.
13 The argument here has analogies in Plotinus 5. 5. 9, and especially 6. 5. 7 on knowledge as the route
of return to true being. But Augustine has inserted the incarnate Lord as the revealer.
14 Similarly VII. x (16) above; Plotinus 1. 6. 7. Throughout this section Augustine wants to interpret the
‘beginning’ of Gen. 1: 1 to mean the Word or Son of God, to escape the temporal implications of
‘beginning’. Books XI—XIII offer a diffidently exploratory exposition of Genesis 1, partly in refutation of
Manicheism, but partly also against Catholic interpreters unconvinced by his‘Neoplatonic language about
the transition from unformed to formed matter and about the spiritual (non-material) creation not mentioned
in Genesis. He had more Catholic tradition behind him in discerning the Trinity working in the creation.
15 Below XII. xv (18); Plotinus 6. 8. 13. 7.
16 Augustine’s argument against Porphyry’s Neoplatonic contention that the Incarnation is impossible
because it implies change in God is here taken to be a principle equally affecting Creation. The argument is
given a masterly statement at greater length in City of God 12.
17 So also Plotinus 3. 7. 3.

Amazon e il logo di Amazon sono marchi di Amazon.com, Inc., o delle sue affiliate.