Pi di 40000 donne unite o riunirono alla forza lav

TheMummichogblog è un partecipante al Amazon Services LLC Associates programma, un programma di affiliazione pubblicitario progettato per fornire un mezzo per siti per guadagnare tariffe pubblicitarie con la pubblicità e il link al amazon.com. Amazon, il logo di Amazon, AmazonSupply, e il logo AmazonSupply sono marchi di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.

Più di 40.000 donne unite o ri-unirono alla forza lavoro dal 2017

Malta ha storicamente avuto un bassissimo tasso di occupazione femminile, con il più alto divario di genere nel mondo del lavoro in tutta l’UE. Questo amministrazioni recenti portato a fare occupazione femminile una priorità, aumentando così il prodotto potenziale e rendendo l’economia Maltese più resistente e competitivo.

La legislatura andrà nei libri di storia come quella che ha portato alla realizzazione di diversi record importanti su questo tema. Per la prima volta, il tasso di occupazione femminile a Malta ora supera la media europea, mentre Malta non ha più il più alto divario di genere nel mondo del lavoro nell’UE.

Ciò riflette il successo di una serie di politiche, come assistenza all’infanzia gratuita, la rastremazione delle prestazioni di sicurezza sociale e incentivi fiscali per le donne che ri-entrano nel mercato del lavoro.

Una risposta ad una recente interrogazione parlamentare mette in luce quanto sia forte l’impatto di queste politiche è stato. Infatti, i dati pubblicati in questa risposta indicano che 40,167 donne o uniti per la prima volta della forza lavoro oppure ri-entrato dall’inizio del 2017. Ciò significa che tutti i giorni 29 donne andavano nel mondo del lavoro.

Il grosso di questo aumento, oltre 27.000, è stato in posti di lavoro a tempo pieno. Infatti, l’aumento dei posti di lavoro a tempo pieno è stata più che doppia rispetto a quella osservata in lavori part-time. Ciò contrasta con anni precedenti, in cui la massa di aumento dell’occupazione femminile tendeva ad essere in part-time.

“L’aumento dei posti di lavoro a tempo pieno è stata più che doppia rispetto a quella osservata in lavori part-time.”

Un’altra scoperta interessante è che solo il 5% della crescita dell’occupazione femminile è stato nel settore pubblico. Un cambiamento da tendenze precedenti come più donne ha lavorato nel settore pubblico in lavori quali l’assistenza e l’insegnamento. E ‘abbastanza chiaro dalle informazioni presentata in Parlamento che, oltre a un aumento dell’occupazione complessiva, c’è stato anche uno spread molto diversificato di occupazione in tutti i settori, in particolare nel settore privato.

Inoltre, nonostante la pandemia, v’è stato un significativo miglioramento delle opportunità sul mercato del lavoro per le donne. Infatti, l’incremento giornaliero del numero di donne che lavorano si trovava appena al di sotto dei tre quinti dell’aumento medio osservato nei precedenti tre anni.

Numero di donne che sono entrati per la prima volta o ri-entrati nel mercato del lavoro altrimenti

 

TEMPO PIENO PART TIME SETTORE PRIVATO SETTORE PUBBLICO
2017 7.023 4.197 10.655 565
2018 8.418 3.903 11.761 560
2019 8.180 3.460 11.091 549
2020 * 3.628 1.358 4.657 329
Totale 27.249 12.918 38.164 2.003

* Dati disponibili solo fino a settembre

More than 40,000 women joined or re-joined the workforce since 2017

———–

More than 40,000 women joined or re-joined the workforce since 2017

Malta has historically had a very low female employment rate, with the highest gender gap in employment across the EU. This led recent administrations to make female employment a key priority, thereby raising potential output and making the Maltese economy more resilient and competitive.

The current legislature will go in the history books as one which has led to the achievement of several important records on this issue. For the first time, the female employment rate in Malta now exceeds the EU average, while Malta no longer has the highest gender gap in employment in the EU.

This reflects the success of a number of policies such as free childcare, the tapering of social security benefits and tax incentives for women who re-enter the labour market.

A reply to a recent parliamentary question sheds light on how strong the impact of these policies was. In fact, the data published in this reply indicate that 40,167 women either joined for the first time the labour force or else re-entered it since the beginning of 2017. This means that everyday 29 women went into employment.

The bulk of this increase, over 27,000, was in full-time jobs. In fact, the increase in full-time jobs was more than double that observed in part-time jobs. This contrasts with previous years, when the bulk of increase in female employment tended to be in part-time employment.

“The increase in full-time jobs was more than double that observed in part-time jobs.”

Another interesting finding is that only 5% of the increase in female employment was in the public sector. A change from previous trends as more women worked in the public sector in jobs such as nursing and teaching. It is quite clear from the information tabled in Parliament that besides a rise in overall employment, there has also been a very diversified spread of employment across sectors, particularly in the private sector.

Moreover, notwithstanding the pandemic, there has been a significant improvement in labour market opportunities for women. In fact, the daily increase in the number of working women stood at just below three-fifths of the average increase observed in the previous three years.

Number of women who entered for the first time or else re-entered the labour market

 

FULL TIME PART TIME PRIVATE SECTOR PUBLIC SECTOR
2017 7,023 4,197 10,655 565
2018 8,418 3,903 11,761 560
2019 8,180 3,460 11,091 549
2020 * 3,628 1,358 4,657 329
Total 27,249 12,918 38,164 2,003

* Data available only until September

More than 40,000 women joined or re-joined the workforce since 2017

———–

abesifazane abangaphezu kuka 40,000 wajoyina noma kabusha wajoyina abasebenzi kusukela 2017

Malta ngokomlando waba aphansi kakhulu owesifazane umsebenzi izinga, kanti eliphakeme kunawo ubulili igebe umsebenzi yonkana EU. Lokhu kwaholela bentando yamuva ukwenza umsebenzi insikazi a ezisemqoka, kanjalo ukhulisa okukhipha ezingaba nokwenza umnotho Maltese eziqinile futhi kunomoya wokuncintisana.

Isishayamthetho zamanje ngizoya e ezincwadini zomlando njengenye esiye saholela ukuzuzwa amarekhodi ezibalulekile eziningana ngale ndaba. Ngokokuqala ngqá, insikazi umsebenzi izinga e Malta manje idlula isilinganiso EU, kuyilapho Malta ayisekho inenani ubulili igebe umsebenzi e-EU.

Lokhu kubonisa impumelelo eziningi izinqubomgomo ezifana zezingane yokuzikhethela, tapering tetenhlalo kanye Intela okukhuthaza abesifazane ufake kabusha ngubani emakethe yezabasebenzi.

A ephendula umbuzo yamuva ePhalamende uyakucacisa ukuthi siqine kangakanani umthelela lezi zinqubomgomo kwaba. Eqinisweni, idatha eshicilelwe kule impendulo zibonisa ukuthi abesifazane 40.167 noma wajoyina okokuqala kwetisebenti noma okunye kabusha ulifake kusukela ekuqaleni 2017 Lokhu kusho ukuthi kwansuku abesifazane 29 wangena umsebenzi.

Amazon e il logo di Amazon sono marchi di Amazon.com, Inc., o delle sue affiliate.

http://xzh.i3geek.com