Potevo lasciare che il mio bulli Win o conquistarl

TheMummichogblog è un partecipante al Amazon Services LLC Associates programma, un programma di affiliazione pubblicitario progettato per fornire un mezzo per siti per guadagnare tariffe pubblicitarie con la pubblicità e il link al amazon.com. Amazon, il logo di Amazon, AmazonSupply, e il logo AmazonSupply sono marchi di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.

“Potevo lasciare che il mio bulli Win, o conquistarli”

Foto: Jj Fotografia

Presentatore televisivo Paulette Gafa’, meglio conosciuto come Pawla ta’ Liquorish, si apre circa la sua battaglia con il bullismo per tutta la vita. Non era sempre così sfacciato e sicuro di sé, e ora sta usando la sua piattaforma di parlare e di aiutare coloro la cui situazione che conosce fin troppo bene.

Da un’età molto giovane, sono stato vittima di bullismo a scuola.

Ragazzi della mia età e più anziani mi chiamavano nomi e prendermi in giro. Sono stato anche estraneo al percosse, mentre gli altri ragazzi mi guardavano e ridevano. Quando ero alle elementari, avevo paura di parlare e dire ai miei genitori di quello che stava succedendo. Avevo paura che se i miei genitori parlavano ai miei insegnanti, la situazione sarebbe solo peggiorare.

Bullismo
“Ero spaventato. Ho usato per mentire a mia madre quando sono tornato a casa con un livido, graffi o con i capelli disordinati.”
Ho un ricordo vivido di vedere questi bulli alla festa di compleanno per un ragazzo della mia classe. Invece di divertirsi alla festa come qualsiasi altro bambino sarebbe, mi sentivo come se fossi in un inferno. Non riuscivo a prenderlo, e corse via dal partito. Alla fine, uno dei parenti del ragazzo è venuto a cercarmi per le strade.

La maggior parte del bullismo ho sofferto era semplicemente perché ero grasso. Ma nonostante tutto hanno scelto su, io amavo e non volevo cambiare per nessuno.

“Un giorno tutto è diventato troppo. Mi ricordo di svegliarsi, e decidendo di non volevo più andare a scuola “.
Pawl 4
Foto: Jj Fotografia

Quando ho iniziato la scuola secondaria, ho pensato che tutti sarebbero più cresciuto, e il bullismo sarebbe finalmente finita. Ma ero completamente sbagliato, e mi trovai circondato da bulli anche lì.

In alcuni giorni mi sono sentito così miserabile, ho voluto che la scuola non esisteva. Ero abbastanza per avere un gruppo di amici che mi amavano fortunato, ma nonostante il loro sostegno, insulti dannosi i bulli sono stati troppo.

Un giorno tutto è diventato troppo. Mi ricordo di svegliarsi, e decidere lì per lì che non ho voglia di andare più a scuola. Mia madre ha telefonato mia scuola e ha chiesto un incontro urgente con la direttrice.

Ha accettato di incontrare mia madre quella stessa mattina, ed è stato molto disponibile durante tutto. Per la preside e gli insegnanti, la notizia che ero vittima di bullismo così male li ha sorpresi, perché sempre mi conoscevano come una ragazza molto estroversa, sempre frizzante e forte. La signora Joan Micallef, che è stata la mia direttrice, al momento, ha gestito la situazione in modo professionale e con pochissimo sforzo.

Da quel giorno, il bullismo si fermò, e si sarebbe difficile trovare uno studente di tornare a scuola più felice di me. l’aiuto della signora Micallef sarà qualcosa che rimane con me per sempre.

“I segni fisici di graffi e lividi svaniranno, ma non potrò mai dimenticare le parole crudeli detto a me.”
Pawlu 5
Il ciclo di bullismo continuato. Quando ho lasciato la scuola secondaria e iniziato a frequentare il college ero sicuro che la gente non sarebbe immaturo sufficiente per tornare a prendersela con le persone per il loro modo di guardare. Ma ancora una volta, mi sbagliavo.

Come ognuno può immaginare, essere vittima di bullismo come un adolescente è uno dei peggiori sentimenti. la fiducia di tutti è a un minimo storico, e l’ultima cosa che serve è gente che prendendo in giro le vostre insicurezze.

Ma avevo già passate tante, e nel corso degli anni, nonostante il numero di persone ha cercato di convincermi altrimenti, avevo imparato ad amare me stesso. Non c’era modo che stavo per cambiare ciò che sono per nessuno.

E ‘stato in quel momento che ho capito che dovevo due opzioni. Potrei o io lasciare che i bulli vincere, o potrei combattere attraverso di essa tutti, e vincere su di loro. Alla fine ho scelto la seconda opzione, ed è stata la migliore decisione della mia vita.

Naturalmente, questo è molto più facile a dirsi che a farsi. I segni fisici di graffi e lividi svaniranno, ma non potrò mai dimenticare le parole crudeli e gli insulti che sono state dette a me.

“La maggior parte del bullismo ho sofferto era semplicemente perché ero grasso.”

Come io sono cresciuto ho imparato ad apprezzare l’incredibile sostegno dei miei genitori, la famiglia e gli amici veri ancora di più, e guardando indietro nei miei giorni più bui E ‘facile vedere ciò che un aiuto incommensurabile il mio sostegno-rete è stato.

Con il tempo mi sono reso conto che, nonostante tutto, io sono più forte a causa di quello che ho vissuto. Guardando indietro sulle mie avventure su Liquorish, è divertente osservare il numero di persone che, una volta desiderosi di Tear Me Down, presentarsi e cercare di agire come se fossimo migliori amici a scuola.

Come nota finale a quelli vittima di bullismo, vorrei solo dire questo: Capisco quello che stai passando e non siete soli.

Il primo passo è quello di cercare il vostro molto più difficile da amare se stessi.
Sarà difficile all’inizio, ma valgono molto di più di quanto ti fanno sentire.

In secondo luogo, non abbiate paura di parlare.
Chiedere aiuto, e avere qualche consiglio – ci sono così tante persone là fuori che faranno tutto il possibile per aiutarvi.

E, infine, non cambia chi sei per nessuno.
Tu sei speciale, e di talento e bella, e nessuno dovrebbe mai forzare di cambiare.

Al giorno d’oggi, io sono così orgoglioso di dire che ho conquistato i miei bulli, e si può anche.

Condividi questo post con un amico che potrebbe fare con il pick-me-up.

“I Could Either Let My Bullies Win, Or Win Them Over”

———–

“I Could Either Let My Bullies Win, Or Win Them Over”

Photo: Jj Photography

TV presenter Paulette Gafa’, better known as Pawla ta’ Liquorish, opens up about her battle with bullying throughout her life. She wasn’t always this cheeky and confident, and now she’s using her platform to speak out and help those whose situation she knows all too well.

Amazon e il logo di Amazon sono marchi di Amazon.com, Inc., o delle sue affiliate.

http://xzh.i3geek.com