Prima Lettura1 Re 181640Elia prevale sui sacerdoti

TheMummichogblog è un partecipante al Amazon Services LLC Associates programma, un programma di affiliazione pubblicitario progettato per fornire un mezzo per siti per guadagnare tariffe pubblicitarie con la pubblicità e il link al amazon.com. Amazon, il logo di Amazon, AmazonSupply, e il logo AmazonSupply sono marchi di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.

Prima Lettura1 Re 18:16-40 ©

Elia prevale sui sacerdoti di Baal

Achab poi andò a cercare Elia. Quando vide Elia, Achab disse: «Eccoti, flagello d’Israele!». «Non io», rispose: «Io non sono il flagello d’Israele, tu e la tua famiglia lo siete; perché hai abbandonato il Signore e sei andato dietro ai Baal. Ora ordina a tutto Israele di radunarsi intorno a me sul monte Carmelo e anche ai quattrocento profeti di Baal che mangiano alla tavola di Izebel».

Acab convocò tutto Israele e radunò i profeti sul monte Carmelo. Elia uscì davanti a tutte le persone. ‘Per quanto tempo’ disse ‘vuoi zoppicare prima su una gamba poi sull’altra? Se il Signore è Dio, seguilo; se Baal, seguilo’. Ma il popolo non disse una parola. Allora Elia disse loro: «Io, io solo, sono rimasto come profeta del Signore, mentre i profeti di Baal sono quattrocentocinquanta. Ci siano dati due tori; se ne scelgano uno, lo smembrano e lo pongono sulla legna, ma non gli danno fuoco. Io a mia volta preparerò l’altro toro, ma non gli darò fuoco. Devi invocare il nome del tuo dio, e io invocherò il mio; il dio che risponde con il fuoco, è davvero Dio». Il popolo rispose: «D’accordo!». Elia disse allora ai profeti di Baal: «Scegliete un toro e cominciate, perché siete più di voi. Invoca il nome del tuo dio, ma non accendere il fuoco». Presero il toro, lo prepararono e dalla mattina fino a mezzogiorno invocarono il nome di Baal. “O Baal, rispondici!” gridarono, ma non c’era voce, nessuna risposta, mentre eseguivano la loro danza zoppicante intorno all’altare che avevano fatto. Venne mezzogiorno ed Elia li schernì. “Chiama più forte”, disse, “perché è un dio: è preoccupato o è occupato, o è partito per un viaggio; forse dorme e si risveglierà». Allora gridarono più forte e si tagliò, secondo il loro costume, con spade e lance, finché il sangue non scese su di loro. Il mezzogiorno passò e continuarono a farneticare fino all’ora in cui si presenta l’offerta; ma non c’era nessuna voce, nessuna risposta, nessuna attenzione data a loro.

Allora Elia disse a tutto il popolo: “Avvicinati a me”, e tutto il popolo si avvicinò a lui. Riparò l’altare del Signore che era stato demolito. Elia prese dodici pietre, corrispondenti al numero delle tribù dei figli di Giacobbe, a cui era stata rivolta la parola del Signore: “Ti chiamerai Israele”, e costruì un altare nel nome del Signore. Intorno all’altare scavò una fossa grande per contenere due misure di seme. Quindi sistemò il legno, smembrato il toro e lo posò sul legno. Poi disse: “Riempi d’acqua quattro anfore e versala sull’olocausto e sulla legna”; questo hanno fatto. Disse: “Fallo una seconda volta”; l’hanno fatto una seconda volta. Disse: “Fallo una terza volta”; l’hanno fatto una terza volta. L’acqua scorreva intorno all’altare e la fossa stessa era piena d’acqua. Nel momento in cui viene presentata l’offerta, il profeta Elia si fece avanti. «Signore, Dio di Abramo, di Isacco e di Israele», disse, «faccia loro sapere oggi che tu sei Dio in Israele e che io sono tuo servo, che ho fatto tutte queste cose per tuo comando. Rispondimi, o Signore, rispondimi, perché questo popolo sappia che tu, il Signore, sei Dio e riconquisti i loro cuori».

Allora cadde il fuoco del Signore, consumò l’olocausto e la legna e lambì l’acqua della fossa. Quando tutte le persone lo videro, caddero di faccia. “Il Signore è Dio”, gridavano, “il Signore è Dio.” Elia disse: “Prendete i profeti di Baal: non lasciatene sfuggire uno”. li ha massacrati lì.

Amazon e il logo di Amazon sono marchi di Amazon.com, Inc., o delle sue affiliate.