Prima letturaGenesi 44182123294515Giuseppe si rive

TheMummichogblog è un partecipante al Amazon Services LLC Associates programma, un programma di affiliazione pubblicitario progettato per fornire un mezzo per siti per guadagnare tariffe pubblicitarie con la pubblicità e il link al amazon.com. Amazon, il logo di Amazon, AmazonSupply, e il logo AmazonSupply sono marchi di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.

Prima letturaGenesi 44:18-21,23-29,45:1-5 ©

Giuseppe si rivela ai suoi fratelli

Giuda si avvicinò a Giuseppe e disse: “Piaccia al mio signore che il tuo servo parli in privato con il mio signore”. Non adirarti con il tuo servo, perché sei come il faraone stesso. Il mio signore interrogò i suoi servi: “Avete padre o fratello?” E dicemmo al mio signore: «Abbiamo un padre anziano e un fratello minore nato dalla sua vecchiaia. Suo fratello è morto, quindi è l’unico rimasto di sua madre e suo padre lo ama”. Allora hai detto ai tuoi servi: «Portatemelo giù, perché i miei occhi lo guardino». Ma tu hai detto ai tuoi servi: “Se il tuo fratello più giovane non scende con te, non sarai più ammesso alla mia presenza”. Quando siamo tornati dal tuo servo mio padre, gli abbiamo ripetuto ciò che aveva detto il mio signore. Quindi, quando nostro padre ha detto: “Torna indietro e compraci un po’ di cibo”, abbiamo detto: “Non possiamo scendere. Se il nostro fratello più giovane è con noi, scenderemo, perché non possiamo essere ammessi alla presenza di quell’uomo a meno che il nostro fratello più giovane non sia con noi». Allora il tuo servo nostro padre ci disse: «Sapete che mia moglie mi ha partorito due figli. Quando uno mi ha lasciato, ho detto che doveva essere stato fatto a pezzi. E non l’ho visto fino ad oggi. Se prendi anche questo da me e gli succede qualcosa di male, mi manderai giù nello Sceol con la mia testa bianca china per la miseria». Se ora vado dal tuo servo mio padre e non abbiamo con noi il ragazzo, morirà non appena vedrà che il ragazzo non è con noi, perché il suo cuore è legato a lui. Allora i tuoi servi manderanno il tuo servo nostro padre giù negli inferi con il capo candido chino per il dolore».

Allora Giuseppe non poté controllare i suoi sentimenti davanti a tutti i suoi servitori, ed esclamò: ‘Lasciatemi tutti lasciare’. Nessuno dunque era presente con lui mentre Giuseppe si faceva conoscere dai suoi fratelli, ma pianse così forte che tutti gli egiziani udito, e la notizia raggiunse il palazzo del faraone.

Giuseppe disse ai suoi fratelli: “Io sono Giuseppe. Mio padre è davvero ancora vivo?’ I suoi fratelli non potevano rispondergli, erano così sgomenti alla vista di lui. Allora Giuseppe disse ai suoi fratelli: “Avvicinatevi a me”. Quando furono più vicini a lui, disse: “Io sono Giuseppe vostro fratello che avete venduto in Egitto. Ma ora non vi rattristate, non vi rimproverate di avermi venduto qui, perché Dio mi ha mandato davanti a voi per preservare la vostra vita».

Amazon e il logo di Amazon sono marchi di Amazon.com, Inc., o delle sue affiliate.