Prima letturaGenesi 46172830Posso morire ora che t

TheMummichogblog è un partecipante al Amazon Services LLC Associates programma, un programma di affiliazione pubblicitario progettato per fornire un mezzo per siti per guadagnare tariffe pubblicitarie con la pubblicità e il link al amazon.com. Amazon, il logo di Amazon, AmazonSupply, e il logo AmazonSupply sono marchi di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.

Prima letturaGenesi 46:1-7,28-30 ©

‘Posso morire, ora che ti ho visto vivo’

Israele lasciò Canaan con i suoi possedimenti e raggiunse Bersabea. Là offrì sacrifici al Dio di suo padre Isacco. Dio parlò a Israele in una visione notturna: “Giacobbe, Giacobbe”, disse. “Sono qui”, ha risposto. “Io sono Dio, il Dio di tuo padre”, continuò. “Non temere di scendere in Egitto, perché là farò di te una grande nazione. Io stesso scenderò con te in Egitto. Io stesso ti ricondurrò e la mano di Giuseppe ti chiuderà gli occhi». Allora Giacobbe lasciò Bersabea. I figli d’Israele trasportarono il loro padre Giacobbe, i loro bambini e le loro mogli sui carri che il faraone aveva mandato a prenderlo.

Prendendo il loro bestiame e tutto ciò che avevano acquistato nel paese di Canaan, andarono in Egitto, Giacobbe e tutta la sua famiglia con lui: i suoi figli e i suoi nipoti, le sue figlie e le sue nipoti, in una parola, tutti i suoi figli portò con sé in Egitto.

Israele mandò avanti Giuda da Giuseppe, perché questi si presentasse a lui a Gosen. Quando giunsero nel paese di Gosen, Giuseppe fece preparare il suo carro e salì incontro a suo padre Israele a Gosen. Non appena apparve, gli gettò le braccia al collo e pianse a lungo sulla sua spalla. Israele disse a Giuseppe: “Ora posso morire, ora che ti ho rivisto e ti ho visto ancora vivo”.

Amazon e il logo di Amazon sono marchi di Amazon.com, Inc., o delle sue affiliate.