Prima letturaGenesi 492933501526Dio ha trasformato

TheMummichogblog è un partecipante al Amazon Services LLC Associates programma, un programma di affiliazione pubblicitario progettato per fornire un mezzo per siti per guadagnare tariffe pubblicitarie con la pubblicità e il link al amazon.com. Amazon, il logo di Amazon, AmazonSupply, e il logo AmazonSupply sono marchi di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.

Prima letturaGenesi 49:29-33,50:15-26 ©

“Dio ha trasformato il male che avevi pianificato in bene”

Giacobbe diede ai suoi figli queste istruzioni: “Sto per essere raccolto presso il mio popolo. Seppellitemi presso i miei padri, nella spelonca che è nel campo di Efron l’Hittita, nella caverna nel campo di Macpela, di fronte a Mamre, nel paese di Canaan, che Abramo acquistò come luogo di sepoltura da Efron l’Hittita. Lì furono sepolti Abramo e sua moglie Sara. Là furono sepolti Isacco e sua moglie Rebecca. Lì ho seppellito Leah. Intendo il campo e la caverna che sono stati comprati dai figli di Heth».

Quando Giacobbe ebbe finito di dare le sue istruzioni ai suoi figli, sollevò i piedi nel letto e, spirando, si radunò al suo popolo.

Vedendo che il loro padre era morto, i fratelli di Giuseppe dissero: “E se Giuseppe intendesse trattarci come nemici e ripagarci completamente per tutto il male che gli abbiamo fatto?” Così inviarono questo messaggio a Giuseppe: “Prima che tuo padre morisse, diede noi questo ordine: “Devi dire a Giuseppe: Oh perdona ai tuoi fratelli il loro crimine e il loro peccato e tutto il male che ti hanno fatto”. Ora dunque, ti preghiamo, perdona il delitto dei servi del Dio di tuo padre. Giuseppe pianse al messaggio che gli avevano mandato.

I suoi fratelli vennero essi stessi e si prostrarono davanti a lui. “Ci presentiamo davanti a voi”, dissero, “come vostri schiavi”. Ma Giuseppe rispose loro: “Non abbiate paura; è per me mettermi al posto di Dio? Il male che avevi deciso di farmi è stato, per disegno di Dio, trasformato in bene, affinché egli possa, come ha fatto, la liberazione di un popolo numeroso. Quindi non devi avere paura; Io stesso provvederò a te e ai tuoi familiari’. In questo modo li rassicurò con parole che toccarono i loro cuori.

Così Giuseppe rimase in Egitto con la famiglia di suo padre; e Giuseppe visse centodieci anni. Giuseppe vide la terza generazione dei figli di Efraim, come anche i figli di Machir, figlio di Manasse, che nacquero in grembo a Giuseppe. Alla fine Giuseppe disse ai suoi fratelli: «Sto per morire; ma Dio si ricorderà di te con benevolenza e ti ricondurrà da questo paese alla terra che aveva promesso con giuramento ad Abramo, Isacco e Giacobbe.” E Giuseppe fece giurare ai figli di Israele: “Quando Dio si ricorderà di te con gentilezza, assicurati per prendere le mie ossa da qui.’

Giuseppe morì all’età di centodieci anni; lo imbalsamarono e lo deposero nella sua bara in Egitto.

Amazon e il logo di Amazon sono marchi di Amazon.com, Inc., o delle sue affiliate.